Home » Recensione libri » Recensione:”Signore della morte” di Chiara Mineo – Serie Neubourg Series

Recensione:”Signore della morte” di Chiara Mineo – Serie Neubourg Series

 

Titolo: Signore della morte
Autore:Chiara Mineo
Editore:Self
Genere:Fantasy
Serie Neubourg Series (prequel)
Pagine: n°339

 

Brave Signora dei Draghi vol.1
Signore D’Inverno – Il bacio mortale vol.2
Signora del Tempo – Il tempo non concede perdono vol.3
Signore della Morte – PREQUEL

 

 

 

Lugo, secondo genito della dinastia Birka, appartiene al popolo vichingo. Cresciuto dal padre come un guerriero, non sa cosa sia l’amore. Per lui esistono solo la supremazia e il desiderio, l’appagamento. Accampato con i suoi uomini lungo le rive di Røros, saccheggiano il villaggio nel cuore della notte, uccidendo uomini e donne. È in questa occasione che i suoi occhi si posano per la prima volta su Celine. Indomita e selvaggia, tenta in tutti i modi di difendersi dai brutali attacchi del nemico, finché Lugo non ha la meglio sulla giovane. Attraverseranno il mare per raggiungere Neubourg, dove Lugo le farà conoscere la schiavitù.
Ma il destino riserva sentieri oscuri per il giovane vichingo. Ferito gravemente, dovrà fare i conti con la Morte in persona.
Cosa nascondono da sempre Lugo e Celine? Chi sono veramente?
Lui è il Signore della Morte e la Morte rivendica le loro anime.

 

«Credevi che morendo ti saresti sbarazzata di me? Tu sei mia, Celine. Non puoi sfuggirmi e ti perseguiterò anche oltre la morte.»
«La verità è che tu non sei diverso da quegli animali dei tuoi guerrieri! Tu, loro, cosa importa? Siete tutti uguali! Sei solo un bastardo!»
Lugo le sorrise spavaldo. «Bene, ora che hai appreso la realtà, inizia a farci i conti.»
E la baciò.

Salve, Fenici!

 

In questo prequel della serie Neubourg, la storia è incentrata su Lugo e Celine. Lui è il fratello di Re Dragos e lei una giovane donna che ha letteralmente rapito l’interesse di Lugo durante il saccheggio di Roros. Entrambi dovranno seguire la legge del popolo vichingo e allo stesso tempo impareranno ad amarsi, ma nel frattempo un possibile pericolo incombe su Neubourg.

 

In questo volume veniamo catapultati al periodo che precede la Signora dei Draghi e scopriremo la storia di Celine, una ragazza senza alcun potere magico e dai capelli di un colore normale, questa volta. Per chi ha già letto gli altri racconti, non è una nuova conoscenza, così come Luxuria, la quale devo dire, dimostra di essere sempre più insopportabile.

Ho apprezzato molto che sia stato scritto un prequel per raccontarci la storia tra Lugo e Celine, perché così facendo, piano piano l’autrice ci sta facendo conoscere ogni suo personaggio in maniera approfondita. Il particolare che anche qui i personaggi vedano il futuro attraverso i sogni, è un elemento che caratterizza tutta la serie, mettendo in risalto lo stile dell’autrice.

Nella seconda parte del libro incontreremo il Signore della Morte e torneremo a immergerci nella magia, elemento immancabile in questa serie.

 

Purtroppo ritengo Signore della Morte leggermente meno coinvolgente rispetto ai primi tre volumi, forse perché ho trovato la protagonista femminile meno incisiva paragonata alle altre.

La scrittura è come sempre scorrevole e leggera, ma questa volta ho riscontrato la presenza di più refusi del solito e ciò mi ha un po’ infastidita.

In conclusione vi consiglio la lettura di questo libro, specialmente se avete già letto i primi tre volumi della serie Neubourg.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: ”La principessa d’Irlanda” di Elizabeth Chadwick

Titolo: La principessa d’Irlanda Autore: Elizabeth Chadwick Editore: ...