Home / Recensioni MM / Recensione:Nudi (Heathens Ink #2) di K.M. Neuhold

Recensione:Nudi (Heathens Ink #2) di K.M. Neuhold

Created with GIMP

Care Fenici Nayeli ci parla di Nudi di K.M. Neuhold,un nuovo romanzo contemporaneo M/M

«Non avrei mai pensato di poter desiderare così tanto qualcuno come desidero Nash, ma poi ho incontrato te.» ~ Royal

Quando avevo sedici anni, sono stato colpito da una terribile maledizione: mi sono innamorato del mio migliore amico etero. Non avrei mai pensato di poter andare oltre i miei sentimenti per Nash, e di trovare qualcuno che potesse ricambiare il mio amore, fino al giorno in cui un bellissimo marine si è accomodato sulla mia sedia e mi ha chiesto di tatuarlo. Mi sto innamorando velocemente di Zade, ma i miei sentimenti per Nash sono ancora molto forti. Ma quando la vita inizia a farsi complicata, e Nash pronuncia quelle parole che mai mi sarei aspettato di sentire, l’unica cosa che voglio è trovare un modo di far funzionare la cosa… insieme.

«E se ti dicessi che non dovrai mai fare una scelta?» ~ Zade

Pensavo che sarei rimasto nei Marine per tutta la vita, era quello il piano. Ma dopo un evento traumatico, non sono riuscito ad arruolarmi di nuovo. Confuso e insicuro su cosa fare dopo, ho chiamato il mio migliore amico per avere un posto dove stare. Ciò che non mi aspettavo era che il ragazzo del mio migliore amico mi appioppasse un tatuatore sexy per tenermi occupato. Royal è tutto quello che ho sempre voluto, e anche il suo coinquilino, Nash, inizia a piacermi.

«Un paio di settimane fa credevo di essere etero. Adesso sto in mezzo a due uomini sudati. Non posso dire di avere mezze misure.» ~ Nash

Ovviamente ho notato che il mio migliore amico Royal è davvero un bellissimo ragazzo. Ce li ho gli occhi, ma ciò non vuol dire che mi piacciano gli uomini. Anche se, quando inizio a notare quanto sia sexy Zade, il suo nuovo ragazzo, comincio a pormi delle domande. Per non parlare dei sogni che continuo ad avere su tutti e tre insieme. Sono disposto a provare, se lo vogliono anche loro.

Attratta dalla cover e dalla promessa di un ménage a trois, devo dire di essere rimasta soddisfatta ma non pienamente. Questo romanzo dà quello che promette, ma niente di più. Siamo molto lontani dal crudo realismo dei risvolti psicologici di Devotion (giusto per fare un esempio), dai conflitti interiori di chi, etero da sempre, un giorno si scopre gay o bi. Intendiamoci, non è una storia sconclusionata o campata in aria, tuttavia gli sviluppi sono molto (troppo) facili. Una bella fiaba, insomma, che accontenta il palato di chi cerca un intrattenimento piccante, e allo stesso tempo romantico e poco conflittuale.

I tre ragazzi sono dolci, altruisti, affatto gelosi, e insomma, dei teneroni in cerca di affetto che sviluppano legami molto forti in pochissimo tempo e si aprono a nuove esperienze con molta curiosità e fiducia. Sono tre protagonisti “perfetti”, privi di difetti.

È  una storia quindi fondamentalmente molto piacevole da leggere, che evita di lasciarci troppo sulle spine. Non ci chiediamo “se” si metteranno insieme, ma “quando”.

Peccato per la traduzione poco scorrevole e la moltitudine di parolacce che rendono la lettura poco “magica” o poetica.

Un dettaglio che mi fa sempre storcere il naso, inoltre, è la “discriminazione degli etero”, ovvero quando tutti i personaggi sono LGBT, anche se appartenenti alla stessa famiglia, come se fosse statisticamente probabile o plausibile, relegando ai personaggi etero il ruolo dei cattivi.

In sostanza, è una storia coerente, romantica, piccante, ma non introspettiva né eccessivamente realistica o tormentata. È un libro che va preso come un romanzo di intrattenimento, come una favola che segue le aspettative dei lettori interessati prevalentemente all’erotico, con sviluppi prestabiliti e già ampiamente immaginabili fin dall’inizio della storia.

 

“«Sei veramente entrato in casa mia e hai iniziato casualmente a costruire un fortino nel mio soggiorno?»
Ed ecco di nuovo quel sorrisetto. Deve averla fatta franca un sacco di volte quando era piccolo.
«Cavolo, sì che l’ho fatto. Ho portato anche degli snack e dei film horror.»
«Mi vuoi sposare?»
«Certo, perché no? Ci conosciamo da un paio d’ore ormai.»”

  1. Rescue me
  2. Nudi

 

 

 

 

Emanuela

Emanuela
x

Check Also

Recensione: “Un Alfa ripudiato” di Josh Black

Buongiorno la nostra Beatrice ha scritto per noi ...