Home » Recensione libri » Recensione:”L’avventuriero che amava le stelle” Trilogia dell’amore inatteso vol.1 di Ornella Albanese

Recensione:”L’avventuriero che amava le stelle” Trilogia dell’amore inatteso vol.1 di Ornella Albanese

Titolo:L’avventuriero che amava le stelle
Autore:Ornella Albanese
Editore:Self
Genere:Romance Storico
Serie :Trilogia dell’amore inatteso vol. 1

 

  1. L’avventuriero che amava le stelle
  2. Il profumo dei sogni
  3. Aurora d’amore

Una travolgente storia d’amore
sotto il cielo stellato

L’affascinante libertino Emanuele Marani fugge dalla camera da letto della sua amante attraverso i tetti e lì, in precario equilibrio sulle tegole, incontra la contessina Flavia Barret Silani, bellissima e indomita.
Emanuele ha ben chiaro che una ragazza come quella è terreno proibito per un avventuriero come lui, eppure i due si incontreranno ancora dando vita a situazioni che presto sfuggiranno al controllo.
Come mai Emanuele Marani è stato invitato alla selezionatissima caccia al cinghiale dei duchi Salvemini? E come mai Camelia, la splendida fidanzata del giovane Tomaso Salvemini, sembra subire poco opportunamente il fascino di Emanuele? E Flavia come può impedire che il suo mondo si capovolga?
Da quando quell’avventuriero è apparso nella vita sua vita, niente va più come dovrebbe e lei si trova coinvolta in un gioco delle coppie appassionante, divertente, ma anche intensamente drammatico.

 

Un incontro tra una giovane donna fuori dalla righe e un affascinante avventuriero senza morale, avvenuto sui tetti di una residenza signorile, sotto un cielo trapunto di stelle, è il principio di quest’avventura affascinante e sensuale.

Il libro è opera di un’autrice made in Italy che non conoscevo, con il dono di raccontarci con rara perizia, una storia davvero appassionante.

 

Emanuele è un giovane che vive di gioco d’azzardo: per sopravvivere deve sperare di vincere a carte contro ricchi nobili annoiati, in cerca del brivido del tavolo verde. Suo compare di ubriacature e di fughe precipitose, è un altro sfaccendato, ben peggiore di lui.

Emanuele non conosce i suoi natali, è stato cresciuto da un parente che gli ha insegnato tutto quello che sa. Una bella faccia lo sostiene nella conquista di donne ricche, in cerca di nuovi stimoli, e con le quali trascorre notti di fuoco.

 

Una sera, per fuggire dalla casa dell’amante di turno, si infila nella canna fumaria, e sul tetto incontra Flavia, una fanciulla bellissima e spigliata, intenta a posizionare il suo cannocchiale tra le tegole.

La storia si evolve rapidamente verso quella che diventerà una love story molto sofferta. I due si rincontreranno a casa del nobile Duca Gustavo Salvemini, durante la settimana della caccia. L’anziano gentiluomo ha perso al tavolo da gioco contro Emanuele metà del suo patrimonio ma, il suo atteggiamento sarà da subito improntato alla cortesia e al rispetto nei confronti del giovane, provocando le ire della moglie e dell’unico figlio Tommaso, di cui Flavia è da sempre innamorata.

Una donna infida e doppiogiochista si insinuerà nel ménage creando scompiglio e confusione, mentre un importante segreto, verrà svelato solo alla fine tenendo alto il ritmo narrativo.

Bella storia ricca di elementi, cari al romanzo d’appendice, con personaggi dalle personalità molto realistiche.

L’ambientazione italiana, nella Firenze di fine ottocento, aggiunge un tocco di originalità all’insieme.

Mi è piaciuto moltissimo.

 

 

 

 

 

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento