Home » Recensione libri » Recensione:”Il giglio e il leone” di Angela White

Recensione:”Il giglio e il leone” di Angela White

 

 

 

TITOLO: Il giglio e il leone #2
PAGINE: 257
PREZZO: €3,99 (eBook)
DATA DI PUBBLICAZIONE: 14 Maggio 2020

 

 

 

 

Per proteggerla deve averla

Terminati gli studi al Trinity College, la giovane e innocente Lily lascia l’Irlanda e torna da suo padre, un ricco avvocato di Boston. Il ritorno a casa, tuttavia, si rivela molto diverso da come Lily ha sognato, e la ragazza scopre che il padre è legato a uomini influenti e misteriosi. Tra questi, il taciturno Michael O’Rourke attrae Lily irresistibilmente, con il suo fascino rude e pericoloso, i tatuaggi che fregiano il suo corpo potente e l’atteggiamento scostante. Ma quando la situazione precipita, e Lily si scopre prigioniera in un labirinto di fumo e specchi, dove niente è ciò che sembra, solo il cuore potrà guidarla e solo Michael potrà proteggerla. In un unico modo: reclamandola come suo esclusivo possesso.

«Cosa vuoi farmi?» gli domanda in un soffio, senza sapere cosa aspettarsi. Senza essere preparata a quello che segue. Un bacio. Il modo che ha O’Rourke di baciarla. Lily può solo ricevere da quell’esperienza, lasciandosi attraversare come dal passaggio di un uragano. E quando Michael, alla fine, si ritrae, lei è spossata. Priva di forza come una sopravvissuta. «Cosa succede, colibrì? Mai stata baciata?» «Mai così.»

Romanzo CONTEMPORANEO e AUTONCLUSIVO ispirato all’amatissima favola “La Bella e la Bestia”

 

 

 

 

 

Fenici romantiche e fan di Angela White ne abbiamo? Se sì, allora non potete perdere questa sua nuova e fantastica love story che fa parte della Serie Beauty and Beast dove, due personaggi assolutamente affascinanti e ricchi di sfaccettature, sono i protagonisti di una storia originale e ricca di emozioni.

Lily, figlia di un noto avvocato irlandese, ritorna a Boston dopo aver trascorso molti anni in una scuola cattolica in Irlanda; è desiderosa di rivedere il suo Paddy e condividere con lui un po’ di quella serenità familiare che dalla morte della madre Claire è venuta a mancare.

Il padre non le ha mai fatto mancare nulla, ricoprendola d’oro, ma lei sa che lui non la vorrebbe a casa, preferendo che rimanesse in Irlanda. Grande sarà comunque la sorpresa, quando la sera del suo rientro, lui tornerà nella loro splendida casa in compagnia di tre uomini e l’accoglienza non sarà esattamente quella sperata.

Proprio in questa occasione Lily farà l’incontro decisivo per la sua salvezza. Mike, il guardaspalle dell’anziano Seamus Murray e del nipote Greg, è un uomo oscuro, dall’apparenza molto poco raccomandabile, ma che attirerà sin da subito la giovane donna come una falena alla fiamma.

A seguito di questo incontro, la situazione degenererà velocemente verso la tragedia e per Lily ciò potrebbe essere l’inizio della fine. Caduta in una rete più grande di lei, la giovane rischierà di rimanerne avviluppata e prigioniera, travolta da verità a lungo celate e da uomini crudeli, violenti e privi di pietà.

E’ molto difficile per me parlare di questo libro senza fare spoiler, ma posso certamente dire quanto io abbia apprezzato i sentimenti e le sensazioni che i due protagonisti trasmettono. Lily appare come una giovane donna inesperta e viziata, pronta a vibrare tra le braccia di un uomo rude e violento che la tiene in scacco; ma la tragedia che la colpisce come un uragano non la farà crollare. Lo strano legame che nascerà con quest’uomo duro e all’apparenza spietato sarà una piccola torcia nel buio più profondo della disperazione.

Mike è solo una montagna di muscoli buoni solo per combattere sul ring e centrare un bersaglio oppure un’anima affine alla sua? Chi è veramente quest’uomo con un passato triste alle spalle e un futuro insondabile di fronte a sé?

Complementare al successo della storia anche il parterre di personaggi che ruotano intorno alla coppia.

Dopo un inizio scioccante, la trama si snocciola vibrante fino a un finale al cardiopalma che non delude… insomma, un altro successo per la bravissima scrittrice assolutamente made in Italy!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento