Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: Walker – 1×14

Recensione: Walker – 1×14

Walker torna con l’episodio “Mehar’s Jacket”… vediamo cosa ne pensa la nostra Wicked Wolf. Per un ripassino su quanto accaduto in precedenza, vi basta un click.

Walker-S1

Progetto grafico di Maria Grazia

Ahi ahi Fenici… ma se Walker si dimette da ranger, mi spiegate il senso di questa serie?

La scorsa settimana abbiamo perso l’unico personaggio degno di essere guardato, ma invece di celebrare la sua perdita e fare un salto di qualità, ci troviamo davanti un lentissimo episodio carico di lutto e sensi di colpa.

Perché uno guarda Walker per vedere la gente che piange, mica per i pestaggi!

Walker - episodio 14

Sono tutti tristi, quindi Geri arriva con un sottobicchiere sul quale Hoyt aveva scritto il suo testamento:

“Oh ragà c’ho un terreno in culo ai lupi venite a prendere le mie robe che son morto”.

Quindi Cordell parte con lei e i figli per una gita fuori porta in cui andare a recuperare le quattro carabattole del suo migliore amico e, prima che mi diciate che sono cattiva, mi sembra ovvio che non ci fosse niente da prendere, visto che era appena uscito di galera e viveva con la famiglia Walker.

Comunque arrivano al terreno dove trovano quattro cavalli e un lama.

TIPICO HOYT.

No, non fa ridere.

Stella piange miseria perché il suo fidanzatino pazzo ha preso in ostaggio la sua famiglia e lo zio simpatico è morto per causa sua, Walker fa lo stesso dando la colpa al suo lavoro, August ciondola consapevole di non avere una storyline e Geri passa il tempo a dire che non è colpa di nessuno se non della gente cattiva.

Nel mondo dei Ranger che ancora hanno un lavoro, Micki aiuta nientemeno che il capo a ritrovare un veterano scomparso. Interessante. ← sarcasmo

Liam sta guarendo e non sa se concorrere come procuratore, e i vecchi Walker trombano nel fienile.

 Il lama era un alpaca, femmina e incinta, che partorisce per strada.

Chiamano il piccolo “Hoyt” perché è normalissimo chiamare un animale da fattoria come il tuo amico morto.

Walker - episodio 14

Solo la visione del giovane alpaca mi ha impedito di esprimere acidamente il mio disprezzo per questo episodio. O forse l’abitudine, visto che fanno tutti schifo, ma la presenza del cucciolo tenerino ha abbattuto fortemente l’impatto negativo.

A questo punto mi chiedo se non sarebbe utile mettere animaletti qua e là nelle inquadrature, per farci dimenticare la trama inesistente, la recitazione livello scuola dell’obbligo e l’assenza di Chuck Norris.

E per l’amor di dio, non chiamate gli animali come i vostri amici morti!

Click to rate this post!
[Total: 2 Average: 5]

StaffRFS

Lascia un Commento