Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: Walker -1×01-

Recensione: Walker -1×01-

Eccoci Fenici con il pilot di Walker, annunciato Reboot di Walker Texas Ranger, che la nostra Wicked Wolf ha recensito per noi.  QUI il trailer.

Walker-S1

Progetto grafico di Maria Grazia

Cause the eyes of a ranger are upon you,
Any wrong you do, he’s gonna see
When you’re in Texas, look behind you,
Cause that’s where the rangers gonna be.

E invece no! Niente calci rotanti, nessun ranger asceso a semidio, non ci sono mezzosangue indiani con i capelli e la barba rossa… manca pure Trivette, quindi prima di addentrarci in questa recensione mettiamo in chiaro una cosa: del Walker Texas Ranger originario c’è solo il nome.

Forse emergeranno similitudini più avanti, ma al momento l’unica caratteristica di questo reboot è non somigliare minimamente all’originale; tipo quando chiami tuo figlio come il bisnonno morto.

No aspettate, ci sono anche i cappelli da cowboy e i pick-up! Immagino abbiano un’Ikea bella grande da quelle parti, altrimenti non mi spiego l’uso smodato di questi trucks.Walker-1x1-Imm.1

La moglie di Cordell Walker è una santa donna (interpretata dalla consorte di Jared Padaleki, Genevieve) che viene uccisa nei primi minuti della première; il contesto non è molto chiaro, suppongo andrà a delinearsi col tempo, comunque quel che sappiamo al momento è che stava portando viveri e acqua al di là del confine, dove è stata braccata e colpita a morte con un colpo d’arma da fuoco. Nel corso dell’episodio emergono altri piccoli indizi che ci spiegano perché Walker non sia affatto convinto dell’esito delle indagini, concluse con la confessione e l’arresto di un uomo.

Ci viene presentata la famiglia, composta dai figli Stella e August, il fratello Liam e i genitori Bonham e Abeline, ma sono i due adolescenti ad attirare maggiormente l’attenzione dello spettatore; in particolare la ragazza, che rappresenta lo stereotipo televisivo della figlia problematica, diventa in breve tempo molto difficile da digerire.

Poi diciamoci la verità: ti muore la moglie e te ne vai sotto copertura 10 mesi abbandonando la prole in lutto? Ringrazia che i tuoi figli non sono scappati di casa!

Conosciamo infine Micky Ramirez, un’agente della polizia di stato appena ammessa tra i ranger, che viene assegnata a Walker come nuova partner dopo che Larry è stato promosso.

Insieme sventano un traffico di droga, ma in questo pilot si parla principalmente d’altro e l’aspetto crime è fin troppo marginale.Walker-1x1-Imm.2

Come accennato in apertura, qui della serie originale non c’è praticamente nulla ma non è necessariamente un male; ci si chiede solo perché definirlo il reboot di qualcosa a cui non somiglia affatto. Non è grave, ma qualche domanda te la fai.

Un pilot interessante, fatto abbastanza bene, ma mi chiedo se non si sia ecceduto con la presenza della famiglia di Walker: è una serie procedurale o un drama? Voglio vedere inseguimenti e arresti, non adolescenti depressi, un ranger che sgomina bande criminali, non un papà che deve correre a scuola perché la figlia salta matematica.

La moglie gliela potevano uccidere comunque, eh, senza lasciarlo (e lasciarci) con tutto questo bagaglio di rotture di palle.

Nell’insieme, dopo 15 anni di Supernatural è strano vedere Jared costantemente alla luce del sole, e visto il largo uso che fa dell’immancabile cappello, mi auguro si tagli i capelli che sembrano sempre in disordine.

Qui il promo del prossimo episodio.

 

Click to rate this post!
[Total: 2 Average: 5]

Fulvia Elia

Fulvia Elia

Lascia un Commento