Home » Recensione libri » Recensione: “Uva noir (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 3″ di Gabriella Genisi

Recensione: “Uva noir (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 3″ di Gabriella Genisi

Titolo: Uva Noir
Serie: Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 3
Autore: Gabriella Genisi
Genere: Gialli
Editore: Marsilio
Pagine: 224

Data di pubblicazione: 4 giugno 2020

La circonferenza delle arance (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 1)
Giallo ciliegia (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 2)
Uva Noir (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 3)
Gioco pericoloso (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 4)
Spaghetti all’Assassina (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 5)
Mare nero (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 6)
Dopo tanta nebbia (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 7)
I quattro cantoni (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 8)

La terza indagine del commissario Lolita Lobosco

In una Bari sonnolenta e distratta, dove i tanti scandali scuotono il perbenismo della città, un bambino scompare, e qualche giorno dopo viene ritrovato senza vita nel giardino della villa di famiglia Le indagini di polizia si rivelano subito piuttosto complesse. Tra i sospettati c’è la mamma del bimbo, donna molto bella e inquieta, meglio conosciuta con il soprannome di Uva ‘gnura, Uva nera. Separata dal marito, un farmacista assai noto e rispettato, la donna risulta essere invischiata in affari loschi e frequentazioni malavitose. Ma il caso si ingarbuglia terribilmente, un vero rompicapo per Lolita Lobosco, Commissario in servizio alla Questura di Bari, sezione Omicidi. Finalmente innamorata, per giunta, Lolì si divide tra le investigazioni, i pericoli del mestiere e la variopinta vita privata, fatta di cenette al lume di candela, manicaretti afrodisiaci, amicizie non sempre innocenti e maldicenze a tutto spiano. Un nuovo avvincente giallo per la scaltra ed esuberante Lolì.

Ben trovate care Fenici. Quest’oggi passeggeremo per le strade di Bari, città affascinante e intrigante piena di calore, ma anche di grandi pericoli. Nella sua amata questura, la commissaria Lolì veglia sugli abitanti, affrontando casi pericolosi, commoventi e complicati, analizzando dati e prove e attraversando la morbosità della natura umana, capace di nascondere le più profonde colpe e i più inconfessabili peccati. Ma andiamo per ordine.

Si avvicina il compleanno della nostra commissaria e la sua vita, adesso come non mai, è piena di confusione. Lolita cerca di sganciarsi dalla relazione a metà che da un po’intercorre con Danilo, nettamente più giovane di lei, ma un po’ per l’insistenza del ragazzo, un po’ per la solitudine, i suoi solidi propositi se ne vanno sempre a farsi benedire. Ma la sua vita forse è a una svolta, con un nuovo amore all’orizzonte. Che sia quello giusto finalmente? Con un matrimonio fallito alle spalle, Lolita si sente molto sola e sente che il momento per rimettere radici è alfine giunto. Ma un bel giorno, a spezzare le nuove fantasie d’amore, accadono dei fatti spiacevoli. Davanti alla questura qualcuno ha scritto degli insulti molto ingiuriosi su di lei. Le parole la descrivono come una donna dalla dubbia moralità. Così sconvolta, tenta di capire chi possa essere il colpevole; chi la odia a tal punto da insultarla in quel modo? Tra una tempesta emotiva e l’altra, deve affrontare un tremendo caso di omicidio: un bambino viene trovato morto insieme al suo gattino davanti al cancello della sua abitazione. Un caso complesso, carico d’introspezione psicologica e sociale, che porterà la nostra protagonista a confrontarsi con uno dei lati oscuri della sua amata città.

Adoro i libri della Genisi, è ufficiale. Un linguaggio colorito e frizzante, che non lascia tempi morti nella narrazione e ti tiene sempre sulla corda, reinventandosi a ogni capitolo, questo è solo uno dei vari precetti che m’inchiodano alle pagine dei suoi romanzi. La trama è attuale e si basa su realtà conosciute, sicuramente interpretate a misura dell’autrice, ma a nostro malincuore assodate. La protagonista, dal linguaggio colorito e inusuale, è una vera donna del sud, procace e avvenente, con solidi principi e la passione per la buona cucina e per il suo mare meraviglioso. La questura, il suo regno, la sua casa, dove fedeli collaboratori, amici di lunga durata, l’aiutano, l’accompagnano e la custodiscono. Il commissario Lolì è una donna forte, anzi più che una donna è una femmina, una di quelle vere, che con fatica e tenacia porta avanti il suo ruolo in un mondo riservato ai soli uomini. Difficile per lei mantenere un basso profilo, come vorrebbero ai piani alti; lei che emana un’aura di pura sensualità al suo solo passaggio. La nostra commissaria sa il fatto suo e anche i malviventi lo sanno, con lei non c’è crimine che tenga.

Vi lascio alla lettura, care amiche. Buon divertimento.

Titolo: Uva Noir Serie: Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 3 Autore: Gabriella Genisi Genere: Gialli Editore: Marsilio Pagine: 224 Data di pubblicazione: 4 giugno 2020 La circonferenza delle arance (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 1) Giallo ciliegia (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 2) Uva Noir (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 3) Gioco pericoloso (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 4) Spaghetti all'Assassina (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 5) Mare nero (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 6) Dopo tanta nebbia (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 7) I quattro cantoni (Le indagini di Lolita Lobosco Vol. 8) La…

Score

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento