Home / Adult / Recensione: “Una piccola bugia” di K.A. Tucker – Dieci piccoli respiri Vol. 2

Recensione: “Una piccola bugia” di K.A. Tucker – Dieci piccoli respiri Vol. 2

Trama

Kacey Clearly ha solo vent’anni quando la sua vita va in pezzi. Un terribile incidente automobilistico le porta via i genitori, il fidanzato e la sua migliore amica. Dopo quattro anni trascorsi a casa degli zii nel Michigan, Kacey decide di fuggire via per sempre. Una notte lei e sua sorella Livie prendono un autobus per Miami e lì, nonostante le difficoltà economiche, possono finalmente ricominciare a progettare una nuova vita. Kacey però non è ancora pronta a lasciarsi alle spalle il passato e stringere nuove amicizie, neppure se a chiederglielo è l’affascinante vicino, Trent Emerson, un enigmatico ragazzo dagli ipnotici occhi blu. Eppure Trent è deciso a far breccia nel suo cuore, e presto Kacey dovrà smettere di chiudersi a riccio e arrendersi al suo amore…

Recensione

“Vado via.
Vado via dalle voci, dalle urla, dalla delusione.
Vado via dai miei inganni, dai miei errori, dai miei rimpianti.
Vado via da tutto quello che dovrei essere
e da tutto quello che non posso essere.
Perché è tutto quanto una bugia”

In “Dieci piccoli respiri” (il primo libro di questa trilogia) abbiamo capito che Livie è molto matura per la sua età e dopo la tragica morte dei suoi genitori è dovuta crescere ancora più in fretta… Ora Livie è diciottenne, si appresta ad andare al college a Princeton per studiare pediatria oncologica, ma prima dell’inizio delle lezioni, obbligata sia da sua sorella Kacey che dal suo psichiatra Stayer, è costretta ad uscire per festeggiare…Il giorno dopo i suoi ricordi sono molto sfocati, ha un tatuaggio sulla schiena e in camera sua si trova un ragazzo praticamente nudo, Ashton.
Ashton a differenza di Livie ricorda tutto della sera appena trascorsa, ma fortunatamente per lei, Ashton le chiede di non farne parola con nessuno. Livie conosce, Connor, il migliore amico di Ashton, pur essendo amici sono molto diversi; Connor è serio, è maturo, è il tipico ragazzo che si può presentare ai genitori, Ashton invece è il bad boy con molti segreti, nessuno dei suoi amici compreso Connor conosce molto della sua vita…
Mentre continuiamo nella lettura ci rendiamo conto che l’attrazione tra Livie e Ashton è forte, anche se lui continua a dire a Livie che per il suo bene è meglio che frequenti Connor. Livie è confusa e noi lettrici con lei, nascono mille dubbi sul perché i gesti di Ashton dicano una cosa mentre le sue parole dicono l’opposto.

“So che non dovrei chiederglielo, ma lo faccio comunque. «Quello che hai scritto sul biglietto. Perché?».
Distoglie lo sguardo per un momento e vedo la sua espressione indurirsi. Quando incrocia i miei occhi, c’è rassegnazione nei suoi. «Perché non sei una da una notte e via, Irlandese». Sporgendosi per darmi un bacio sulla mandibola, sussurra: «Sei la mia ragazza per sempre».
Le sue mani scivolano via da me e lui si gira. Con il cuore che mi batte forte in gola, resto lì a guardarlo mentre va con tutta calma al tavolo a prendere il giubbotto. E poi esce dal locale.”

Ashton è un personaggio duplice, nasconde molto più di quello che fa vedere, di primo acchito pensiamo sia il tipico ragazzo da una sera e via, non vuole legami un bad boys, ma oltre la patina c’è molto, ma molto di più, non aggiungo altro per non togliervi la bellezza di questo libro. Quando inizia ad aprirsi e a raccontare la sua storia a Livie capiamo quello che ha passato e il nostro cuore si spezza per lui, è davvero struggente… Finché Ashton non inizia a raccontare, possiamo fare mille supposizioni, ma la verità è ben lontana e quando finalmente tutti i pezzi vanno al loro posto, tutti i rifiuti, i vari commenti le mezze frasi hanno un senso e lo amiamo ancora di più.
Livie è una ragazza, come ho già detto all’inizio, troppo matura per la sua età. È passata dall’essere bambina a donna nell’arco di una notte, ha bruciato troppe tappe della sua adolescenza, per questo sua sorella e il mitico (si per me è un mito) dottor Stayer, la spronano per vivere la sua vita, per esaudire i suoi desideri e non quelli degli altri, si perché Livie si è sacrificata troppo, per sua sorella e anche per suo padre, le sue ultime parole infatti sono state:

“«Questa è la mia piccola Livie. Rendimi orgoglioso».
Dice la stessa cosa ogni sera.
E stasera, proprio come ogni altra sera, gli scocco un sorriso tutto denti mentre rispondo:
«Ti renderò sempre orgoglioso, papà». Lo guardo andarsene, chiudendo piano la porta dietro di sé.”

E Livie davvero fa di tutto per rendere orgoglioso suo padre, perdendo di vista anche i suoi desideri, i suoi sogni… quando incontra Ashton (e anche grazie all’aiuto del dottore) le sue certezze (o finte certezze) iniziano a cedere, si rende conto che forse non è così forte per fare la pediatra oncologica e che quello che vuole studiare non è davvero il suo sogno, mette in dubbio tutto…
Sia Livie che Ashton devono fare un lungo viaggio per capire chi sono e cosa vogliono.
Sicuramente per Livie, Connor è il ragazzo giusto è serio, è dolce, è il bravo ragazzo, mentre Ashton è il suo opposto, ma Livie ha bisogno di una persona che non le dia solo sicurezza ma che la faccia mettere in discussione, ha bisogno di vivere la 100% e Ashton non le rende la cosa facile, la fa uscire fuori di testa le fa mettere in discussione chi è e cosa vuole.

“«La vita ha un buffo modo di sottoporti le sue prove.
Ti lancia palle curve che ti fanno fare, pensare e sentire cose in aperto conflitto con quanto avevi programmato
e non ti permettono di agire in termini di bianco e nero». ”

La scrittrice ha scritto davvero una bella storia, non solo una storia d’amore ma anche di crescita, fa riflettere i nostri personaggi ma fa riflettere anche noi mentre leggiamo… per questo consiglio vivamente questo libro vi farà emozionare.

Fiamme Sensualità hot

Recensione a cura di: Claudia

Editing a cura di: Tayla

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “Verso l’inverno” di Lily Archer serie Prigioniera dei Fae #2

  Titolo: Verso l’inverno Serie :Prigioniera dei Fae ...