Home » Recensione libri » Recensioni MM » Recensione: “Un compagno proibito” di Toni Griffin * I fratelli Holland #4

Recensione: “Un compagno proibito” di Toni Griffin * I fratelli Holland #4

 

♦ Traduzione a cura di Caterina Bolognesi

Mischief Corner Books LLC, acquistabile qui ♦

trama-rfs-verde

Il giorno in cui Patrick Holland aveva trovato il suo compagno sarebbe dovuto essere il più bello della sua vita, invece si era trasformato in un incubo grazie a una semplice telefonata. Il suo compagno non lo voleva. Gli si era spezzato il cuore ma, a sedici anni, era stato troppo giovane per poterci fare qualcosa. I seguenti dieci – lunghissimi – anni della sua vita li ha passati lontano dal suo compagno. Separati da forze che non riesce a comprendere e da una lunga lista di fraintendimenti, Patrick dubita che l’uomo che ama e odia allo stesso modo sarà mai suo.

Jake Richmond non si sarebbe mai aspettato di tornare a casa dall’università per scoprire che il più giovane dei fratelli Holland era il suo compagno. Pur sapendo che la notizia avrebbe potuto scioccare suo padre, ancora in lutto per la morte della compagna, Jake l’aveva condivisa con lui, ma l’uomo aveva reagito minacciando il suo compagno. Lui aveva fatto l’unica cosa che aveva ritenuto possibile per proteggere Patrick. I seguenti dieci anni non sono stati altro che una lunga tortura, mentre guardava il suo compagno crescere e diventare un giovane uomo.

Dicono che il tempo possa curare tutte le ferite, ma di quanto tempo stiamo parlando?

recensione-rfs-verde

Per un attimo, solo un attimo, avevo quasi creduto che, finalmente, almeno uno dei fratelli Holland riuscisse a trovare il proprio compagno predestinato, vivendo una tranquilla storia d’amore. Naturalmente non è stato così e dopo poche pagine, l’incontro tra Jake e Patrick, la loro scoperta e sorpresa di essere uniti da quel legame così profondo, si rivela un vero e proprio incubo. Eppure… leggere la loro storia così travagliata, mi ha messo di fronte al libro più intenso e bello di tutta la serie.

Tutto inizia per caso, Jake fa ritorno a casa durante una pausa dai suoi studi universitari e, andando a trovare il suo migliore amico Alex, futuro alfa del branco, scopre che il fratellino minore di quest’ultimo, il sedicenne Patrick, è il suo compagno. All’improvviso tra di loro scocca la scintilla che fa cambiare tutto, e il ragazzino per cui Jake ha sempre avuto un affetto particolare, si trasforma ai suoi occhi, diventando la persona più importante nella sua vita.
Peccato che suo padre non la veda proprio così, ma si riveli profondamente intollerante nei confronti dell’omosessualità del figlio e arrivi a minacciare la vita di Patrick, nel caso in cui dovesse scoprire che i due continuino a frequentarsi. All’interno del branco è uno tra i lupi più forti, ma è anche guidato da un odio e una rabbia profonda, che si uniscono alla sua sete di potere, che gli ha fatto sempre sognare di realizzare i propri sogni attraverso la vita del figlio.
Jake si rende conto di non essere in grado di proteggere Patrick dalla follia del padre e decide di troncare sul nascere qualsiasi rapporto che sarebbe potuto nascere tra di loro.

In parte posso anche arrivare a capire le sue motivazioni, ma davanti alla sofferenza che ha dovuto affrontare giorno per giorno Patrick, per non parlare di tutte le volte che Jake gli ha “sbattuto la porta in faccia”, beh devo dire che la voglia di pigliarlo per il collo c’era tutta.
La loro non è stata per niente una storia facile e quello che mi ha sorpreso veramente è che il racconto vada avanti per un arco temporale lungo, di anni, molto diverso dalle solite incomprensioni e complicanze che si risolvono nel giro di pochi mesi.

A Jake non piaceva l’aspetto che aveva in quelle foto, così magro e tormentato, ma teneva a quelle immagini tanto quanto le detestava. Erano le uniche fotografie che aveva del suo compagno.

Questa scelta ha donato sicuramente più intensità al personaggio di Patrick. L’ho trovato davvero stupendo, dapprima per la perseveranza con cui ha continuato a cercare Jake, provando a credere nella loro storia e poi al contrario, per la sua voglia di andare avanti, la sua forza e la rabbia, che lo spingono a non voler solo subire tutto questo, ma a voler cercare di essere amato e poter amare, per superare la delusione e il dolore causatogli da Jake.

Quello che devi sapere è quanto sto male ogni volta che ti vedo. Quello che devi sapere è quanto vorrei che tu lasciassi la città, così che il dolore potesse sparire. Quello che devi sapere è che sono stufo marcio di sentirmi rifiutato dalla persona che, in teoria, dovrebbe amarmi più di chiunque altro al mondo. E quello che devi sapere è che se non sarai tu ad amarmi in quel modo, allora fidati quando ti dico che troverò qualcun altro disposto a farlo.”

Nonostante tutto questo Patrick continua a dimostrare la massima lealtà nei confronti di Jake, a sentire il bisogno di proteggerlo, così come tutto quello che fa Jake, tutte le sue decisioni, hanno lo scopo di proteggere Patrick.
Una lealtà che però non gli impedisce di provare a punzecchiare Jake, per cercare di capire e interpretare i segnali un po’ confusi e contraddittori che gli arrivano da lui.
A proposito di punzecchiare, andrebbe fatto un monumento a Jaxx, uno dei migliori amici di Patrick che è un vero maestro nel tentare di far ingelosire e rendere la pariglia a Jake. Certe cose le sanno fare d’istinto solo i “veri” amici e lui è stato grandioso.

Com’è sempre accaduto in questa serie, nel racconto, sono molto presenti tutti i membri della famiglia Holland: i genitori di Patrick, i suoi fratelli e i rispettivi compagni. Sarà proprio per aiutare Marcus e Brian a risolvere un enigma, che Jake e Patrick si vedranno costretti a depositare l’ascia di guerra, per aiutare le persone che amano ad affrontare una svolta della loro vita davvero inaspettata.

Non posso svelare di più, ma voglio solo aggiungere che mi è piaciuto come l’autrice ha scelto di “gestire” e spiegare tutto quello che potrebbe accadere ai fratelli Holland e ai loro compagni in futuro, in fondo siamo pur sempre in una realtà paranormal romance.

Se avete amato i libri precedenti, sono sicura che leggere “Un compagno proibito” sarà per voi solo la classica ciliegina sulla torta e Jake e Patrick diventeranno una delle vostre coppie preferite.

Fiamme-Sensualità-hot NUOVE

 

Recensione Ayliss72

 

Editing a cura di Gioggi

 

 

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS