Home » Recensione libri » Recensione :”Tulle, scorpioni e fantasmi ” e di Sara Ottavia Carolei (I misteri di Amelia Montefiori Vol. 1)

Recensione :”Tulle, scorpioni e fantasmi ” e di Sara Ottavia Carolei (I misteri di Amelia Montefiori Vol. 1)

 

Con un fantasma in cerca di giustizia, troppi segreti nascosti e nessuno disposto a dire la verità, un’attrazione impossibile può rivelarsi il più pericoloso degli ostacoli. O la più irresistibile salvezza?

Amelia Montefiori, vivace esperta di antichità e discendente di una stirpe di streghe, condivide un bell’appartamento a Milano con il gatto Indiana. La sua vita scorre tra valutazioni di oggetti, rituali di magia, party di case d’asta, visite alla libreria di zia Melissa, chiacchiere con il migliore amico Jeff, lezioni di yoga, viaggi avventurosi e la relazione altalenante con l’archeologo Christophe. A stravolgere gli equilibri di Amelia ci penseranno l’incontro con l’enigmatico criminologo Enrico Limardi e la sua richiesta di aiuto per un’indagine che riguarda una facoltosa famiglia milanese e… un fantasma! Mentre l’attrazione impossibile tra lei ed Enrico diventerà sempre più tangibile, il rapido sviluppo degli eventi spingerà la protagonista a usare i propri poteri per risolvere il caso.Tra mille peripezie, apparizioni soprannaturali, batticuore, scontri, rivelazioni, pericoli e magie, Amelia vestirà per la prima volta i panni dell’investigatrice infaticabile del mistero. Li scoprirà così congeniali da non volerli abbandonare mai più.

 

 

Un sorpresa entusiasmante questo bel paranormal che, primo di una serie che mi aspetto sempre più avvincente, trascina il lettore nel mondo del paranormale e della magia, e che non ha assolutamente deluso le mie aspettative.

Amelia è un’esperta di antichità richiestissima sul campo, abile nello scovare il pezzo più interessante, è una cacciatrice di rarità con una speciale predilezione per tutto quello che è legato alla magia, al mistero e al paranormale.

Conosciutissima nell’ambiente, viene contattata tramite il suo fidanzato archeologo Cristophe, da Enrico Limardi, un criminologo con un’agenzia di investigazioni alle prese con un caso di apparizioni.

Amelia è una strega da generazioni, ed è particolarmente dotata nel “sentire” e “vedere” i fantasmi perciò, quando metterà piede a casa della ricca famiglia milanese che ha contattato Enrico, intuirà immediatamente la presenza di un’entità inquieta, un fantasma che sta tentando in tutti i modi di palesarsi e di lanciare un avvertimento a qualcuno in particolare.

La vicenda sarà ulteriormente complicata perché Amelia, che ha con il suo archeologo un rapporto altalenante e distaccato, sarà irresistibilmente attratta da Enrico con il quale stabilirà sin da subito una comunione di spirito e un legame misterioso ed avvincente, perché anche l’uomo ha una doppia vita e dovrà venire a patti con le sue capacità e intuizioni.

Storia di grande tensione narrativa, riesce a tenere un ritmo serrato e un’atmosfera misteriosa e ipnotica, capace di portare il lettore a immedesimarsi profondamente nella mente di Amelia, che è una donna con due personalità apparentemente in contrasto: pragmatica e istintiva, avventurosa ma prudente.

La comunicazione che si stabilirà tra lei e il fantasma, farà salire l’adrenalina e le indagini che scaturiranno dall’esperienza, condurranno i due in un vicolo senza uscita dal quale nessuno vorrà tornare indietro senza essere andato fino in fondo alla ricerca della verità.

Bella l’ambientazione e la descrizione della città di Milano, nella quale i due protagonisti si muovono. Intreccio giallo molto ben costruito e dai risvolti cupi e appassionanti.

Senz’altro una delle migliori letture incontrate nell’ultimo periodo. Consigliatissimo!

 

 

 

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Emanuela

Emanuela

Lascia un Commento