Home » Recensione libri » Recensione: “Tre appuntamenti al buio – Serie: Dating by numbers #1” di Meghan Quinn

Recensione: “Tre appuntamenti al buio – Serie: Dating by numbers #1” di Meghan Quinn

Noely Clark è una conduttrice televisiva molto popolare a Malibu. La sua vita è praticamente perfetta, ma la ricerca dell’anima gemella è a un punto morto. La fortuna, fino a ora, non è stata dalla sua parte e Noely ha deciso di prendere in mano il suo destino iscrivendosi al programma di appuntamenti al buio promosso da una catena di ristoranti della città. Le regole sono semplicissime: dovrà fornire informazioni dettagliate su sé stessa in modo da creare un profilo che tenga segreti il suo nome o il suo aspetto. Gli appuntamenti avranno luogo in uno dei ristoranti della catena e, se andranno a buon fine, Noely potrà conoscere il nome dell’uomo dei suoi sogni. E se scegliere tra gli affascinanti sconosciuti si rivelasse più difficile del previsto?

Per questo libro l’autrice ha assolutamente azzeccato il titolo, in quanto vediamo trattato proprio il fenomeno degli “appuntamenti al buio”. La protagonista in questione, Noely, si ritroverà a usare un’applicazione per trovare l’anima gemella e incontrerà tre personaggi davvero affascinanti, molto diversi tra di loro, ma inspiegabilmente perfetti per lei. Questi uomini pieni di fascino la conquisteranno, però ognuno di loro non sembra trovarsi nel momento giusto della propria vita per impegnarsi seriamente con una donna. Il tutto si complica ancora di più quando, attraverso l’app, un account sconosciuto non si presenta come uno dei tre appuntamenti e, nel tentativo di riconquistarla, inizia a scriverle, imitando così uno dei film preferiti di lei: C’è posta per te.

Noely è una conduttrice televisiva con una personalità spumeggiante ed è piena di amici che condividono con lei molti momenti di una comicità unica. In tutto il libro la vediamo interagire con gli altri personaggi in una maniera molto aperta e disponibile, cosa che la rende molto attraente e affettuosa. La sua migliore amica Dylan è la persona con cui condivide tutto, e credo fermamente che sia l’amica che tutte le donne desiderano, ovvero senza peli sulla lingua, piena di passione e leggermente matta.
Tutti gli uomini misteriosi dell’app sono molto sicuri di loro stessi, ma ciascuno ha avuto in precedenza delle relazioni che li hanno particolarmente segnati e che, infatti, renderanno l’ipotetica relazione con Noely molto difficile. Condividerà interessi con tutti e, in particolar modo, chimica. Solamente uno riesce a smuovere qualcosa dentro di lei, tuttavia sarà anche colui che metterà momentaneamente fine alla loro relazione in un modo doloroso per la protagonista.
Tutti i personaggi risultano molto prestanti fisicamente, soprattutto gli uomini, anche se nel complesso l’autrice non ha saputo rendere la descrizione molto coinvolgente: le poche scene romantiche non hanno, per l’appunto, quel tocco in più che fa surriscaldare.

La narrazione è in prima persona e riguarda solo il punto di vista della protagonista, eccetto per i due capitoli finali in cui l’uomo prescelto ci offre il suo punto di vista sull’inizio della relazione tra i due.
Il libro è ambientato oggigiorno, a Malibù, e i personaggi sono circa sulla trentina.
La storia è molto coinvolgente, in particolar modo nei momenti di stress e ansia pre appuntamento, dove l’autrice riesce a esporci tutte le paranoie che normalmente accomunano tutte le donne, il tutto con un umorismo davvero esilarante.
Altri momenti notevoli sono quelli di imbarazzo della protagonista, i quali sembrano essere così comuni che, molto probabilmente, un paio sono capitati a qualsiasi lettrice del libro.
Molto apprezzato è anche il modo in cui l’ultimo capitolo faccia intendere l’esistenza di un seguito che racconterà la storia di uno dei due ragazzi scartati da Noely.

Un punto a sfavore del romanzo è che la protagonista, durante le sue paturnie mentali riguardo le relazioni, punti sempre a cosa vuole ricavare dall’esperienza degli appuntamenti, cioè trovare l’anima gemella e in futuro avere una famiglia.
Il fatto è talmente ripetitivo che, quando nel finale non viene mostrato il futuro da lei tanto desiderato, lascia il libro inconcluso riguardo a questa coppia.

Tutto il romanzo nel complesso è molto carino, scorrevole e soprattutto divertente, perché riesce a catturare l’attenzione del lettore nelle scene di preparazione della protagonista all’incontro con gli uomini, cosa non facile per un’autrice, dato che il fulcro delle storie romantiche si trova proprio nella chimica tra i personaggi principali.

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento