Home » Recensione libri » Recensione: “Torna da me 1° libro della duologia “Come back to me”. ” di Mila Gray

Recensione: “Torna da me 1° libro della duologia “Come back to me”. ” di Mila Gray

Trama rosa

Un’auto militare ferma sotto casa alle sette del mattino. Non può significare nulla di buono, soprattutto se sia tuo fratello che l’amore della tua vita sono soldati impegnati in una rischiosa missione in Afghanistan. Quando Jenna Kingsley, diciott’anni appena compiuti, occhi verdissimi e un viso tutto lentiggini, apre la porta al cappellano dei Marine in alta uniforme, il mondo le crolla addosso in un istante. Mentre il cuore batte a mille, il suo pensiero vola all’estate appena trascorsa. Quella in cui lei e Kit, migliore amico di suo fratello Ridley, sono caduti l’una nelle braccia dell’altro. Sono anni che Jenna stravede segretamente per Kit, bello e sexy da togliere il fiato, e proprio adesso che lui ha scoperto di ricambiarla, l’idea di perderlo è insopportabile. E pazienza se il padre, l’inflessibile Colonnello Kingsley, non fa mistero dell’odio che, per motivi mai davvero chiariti, nutre per il ragazzo. Mentre Jenna si prepara a ricevere la tragica notizia dalle labbra del cappellano, un’unica, atroce domanda le martella in testa: chi dei due è morto? Suo fratello Riley oppure Kit?

Recensione rosa

Ne sono perdutamente innamorata, senza “se” e senza “ma”, nessun dubbio o riserva, perché è uno dei libri più incantevoli che abbia mai letto.
Questo romanzo inizia nel bel mezzo di una scena importante, in modo diretto e senza preamboli: ha inizio mentre Jessa affronta impotente una terribile notizia, quella della morte in guerra di un ragazzo che lei conosce fin troppo bene. Si tratta di suo fratello Riley? Oppure del suo fidanzato Kit? La scrittrice è un pochino crudele e ci lascia in sospeso senza darci la risposta tanto attesa, balzando indietro nel tempo per raccontarci com’è iniziata la storia di Jessa e Kit.
Una delle storie d’amore più dolci e intense che io abbia mai assaporato tra le pagine di un libro.
Kit ha 21 anni, è un bellissimo Marine, un ragazzo tenero, premuroso e sensibile in un modo che non saprei quasi descrivere. Uno di quei personaggi immaginari che meriterebbero di diventare creature in carne e ossa per il solo fatto di essere così speciali. Ed è per questo che Jessa da anni ha un’infatuazione per lui e ben presto scopre che la sua cotta è perfettamente ricambiata, nonostante sia il migliore amico di suo fratello Riley, anch’egli arruolato nello stesso corpo militare.
Mila Gray, con questo romanzo ci ha fatto un dono prezioso. Due teneri punti di vista che si alternano con le loro deliziose insicurezze, con la loro voglia di scoprirsi a poco a poco e viversi intensamente. Nonostante il tempo a disposizione sia ridotto al minimo perché la guerra non risparmia nessuno e nonostante l’irascibile Colonnello Kingsley (padre di Jessa e Riley) renda la vita di tutti un inferno, con le sue regole tremendamente rigide e il suo odio inspiegabile verso il povero Kit. Ma nessun ostacolo ha importanza, quando due ragazzi sono così persi l’uno per l’altra.
In questa storia non c’è arroganza, non c’è strafottenza, non c’è superficialità. Ogni momento che condividono è di una semplicità che scalda il cuore e ti permette di rivivere assieme a loro ogni emozione rubata di nascosto agli occhi del mondo intero, come fosse un tesoro prezioso, perché lo è. Questa storia d’amore e di sacrifici è pura dolcezza e perfezione.
Jessa e Kit hanno preso il mio cuore e l’hanno trasformato in un burattino nelle loro mani e io gliel’ho lasciato fare. Perché quando sono insieme, si crea una bolla speciale e impenetrabile che lascia tutto il resto fuori. Ed è stato magnifico.
Ho fatto il tifo per loro in un modo che mai avrei creduto possibile, per il sogno di Jessa di diventare un’attrice grazie all’appoggio di Kit e per il loro bisogno di amarsi alla luce del sole perché è ingiusto che un sentimento simile debba essere tenuto nascosto.
E poi ho continuato a farlo quando, con le lacrime agli occhi, ho assistito a quella partenza sfibrante e a quelle mail così piene d’amore da far venire un groppo in gola. Fino alla fatidica notizia, la stessa che mi aveva lasciato in bilico su un burrone all’inizio del libro e che è riuscita comunque a devastarmi col suo impatto doloroso, mentre la disperazione di tutti mi ha lacerato il petto prima che le cose andassero finalmente per il verso giusto.

«Ho attraversato l’inferno
e tu sei l’unica ragione per cui ne sono uscito vivo.»

Credo che nessuna di voi dovrebbe lasciarsi scappare un libro come questo.
Perché la sua bellezza è dolce e amara allo stesso tempo.
Perché ti fa volare le farfalle nello stomaco.
Perché ti fa sorridere e commuovere con la stessa bruciante intensità.
Perché calamita tutta l’aria che respiri e in certi momenti sembra che non voglia restituirtela più.

Fiamme-Sensualità-hot NUOVE

Recensione a cura di:

Nikky

Editing a cura di:

Pandora

Acquistabile qui

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]
Un’auto militare ferma sotto casa alle sette del mattino. Non può significare nulla di buono, soprattutto se sia tuo fratello che l’amore della tua vita sono soldati impegnati in una rischiosa missione in Afghanistan. Quando Jenna Kingsley, diciott’anni appena compiuti, occhi verdissimi e un viso tutto lentiggini, apre la porta al cappellano dei Marine in alta uniforme, il mondo le crolla addosso in un istante. Mentre il cuore batte a mille, il suo pensiero vola all’estate appena trascorsa. Quella in cui lei e Kit, migliore amico di suo fratello Ridley, sono caduti l’una nelle braccia dell’altro. Sono anni che Jenna…

Score

Voto Nikky 5

Voto Utenti : Puoi essere il primo !

Veronica.Lady Shanna

Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento