Home / Recensioni MM / Recensione: “Ti copro io” di Max Walker (serie The Guardian #1)

Recensione: “Ti copro io” di Max Walker (serie The Guardian #1)

Care Fenici, oggi Lucia ci parla di “Ti copro io” di Max Walker 

«Non sono più lo stesso ragazzino di una volta, Adrian. Sono un uomo cresciuto e so quello che voglio.»

Tristan Cole ha commesso un errore. Pensava di poter vivere il proprio “per sempre felici e contenti” con il suo migliore amico e ben presto partner nell’FBI, ma ha sottovalutato quale impatto la vergogna possa avere su una persona. Anni dopo, Tristan si ritrova di nuovo nei guai quando un incidente stradale permette al trafficante di droga che lui stava inseguendo di sfuggirgli tra le dita. «Posso darmi a te in modi che ho solo sognato.» Adrian Hawk ha passato tutta la vita a scappare. Essere cresciuto all’ombra di un padre estremamente religioso lo ha portato a dover seppellire i propri sentimenti verso gli altri uomini nel profondo della sua anima. La vergogna per la sua stessa passione ha fatto sì che allontanasse Tristan, l’uomo che tra tutti avrebbe potuto farlo sentire davvero completo. «Ti copro io.» Tristan e Adrian si ritrovano insieme a dover fermare un cartello della droga prima che i suoi uomini riescano a compiere un atto terroristico sul suolo americano. Il tempo è essenziale: quando i vecchi sentimenti cominciano a riemergere, entrambi devono affrontare il loro passato prima che diventi una distrazione. Riusciranno a combattere e vincere contro le loro cicatrici, o il cuore costerà loro più di quanto avrebbero mai potuto immaginare?

«Penso di aver saputo che mi piacevi fin dal primo giorno in cui ci siamo conosciuti. Me lo ricordo come se fosse ieri, amico. Eravamo stati assegnati come compagni di stanza a caso, da qualche computer. Stavo già sistemando la casa quando tu sei entrato, sorridendo come se fossi in cima al mondo. Ma ho capito subito che non eri troppo sicuro di te o presuntuoso come il resto dei miei amici… eri un po’ timido all’inizio, in realtà, sei arrossito così tante volte che ho perso il conto. Poi, quella sera siamo usciti e ci siamo ubriacati, e tu ti sei trasformato in uno dei tizi più divertenti che io avessi mai conosciuto. Siamo rimasti svegli fino alle sei della mattina dopo. Me lo ricordo perché stava sorgendo il sole mentre parlavamo di come tu pensavi che Disney World fosse un’enorme truffa dei piani alti. È stata quella notte che mi sono reso conto che stavi facendo nascere dei sentimenti molto confusi dentro di me.»

Tristan si passò una mano tra i capelli. «Anche io mi ricordo di quella notte. Pensavo che non fosse assolutamente possibile che ti piacessero gli uomini, quindi ho provato a costruire un muro. Ci ho provato con tutto me stesso, cazzo, perché sapevo che eri pericoloso. Ma tu ti eri già fatto strada oltre qualsiasi barriera io avessi potuto costruire.»

Tristan e Adrian erano amici, coinquilini, colleghi, insieme facevano ogni cosa, ma durante la festa che stanno dando per essere riusciti ad entrare come reclute all’FBI si ritrovano leggermente ubriachi e con le difese abbassate. Ed ecco che per entrambi c’è un momento di sbandamento, Tristan è gay e da sempre prova sentimenti profondi per il suo collega e amico, ma Adrian proviene da una famiglia molto religiosa ed è stato allevato da un padre estremamente severo, eppure per un attimo entrambi si lasciano andare dandosi un bacio mozzafiato. Per Tristan l’avverarsi di un sogno, per Adrian la sensazione di essere su un baratro che lo porterà all’inferno e perciò la decisione di andarsene subito, lasciare l’appartamento, troncare un amicizia sincera e chiedere il trasferimento il più lontano possibile senza mai voltarsi indietro. Ora dopo anni, Tristan è ancora solo con la sua nuova ossessione, catturare Francisco King il capo di un cartello spietato e sfuggente che ora sta anche pensando ad un attacco terroristico. Ma l’uomo sembra essere riuscito ancora una volta a sfuggirgli e tutti gli indizi portano in Brasile. Per questo Tristan è mandato in missione con un uomo che là ha dei contatti che potrebbero aiutare, un agente che arriva da New York, Adrian Hawk l’uomo che ancora occupa i suoi sogni e con cui non ha più parlato da anni.

Ritrovarsi dopo anni, crea ad entrambi grande imbarazzo, Tristan è ancora molto arrabbiato per il comportamento di Adrian, se è disposto a capire che la sua educazione non gli permette di contemplare un simile rapporto fra due uomini, non può però perdonargli di aver gettato via la loro amicizia senza tentare di rimediare a quell’unico attimo di debolezza. Dopo essersi protetti l’un con l’altro per anni nella polizia e aver sempre lavorato bene insieme, la sua fuga ha distrutto l’animo di Tristan che ora non sa se riuscirà di nuovo a lavorare con lui, senza prima avere una spiegazione per il suo comportamento. E non è il solo ad aver bisogno di un confronto, anche per Adrian questa missione è la possibilità finalmente di fare chiarezza nel suo animo tormentato. Sono tante le cose che sono accadute nella sua vita, alcune gli hanno permesso di guardare a fondo dentro di sé e provare un grande rimpianto per una scelta che forse è stata troppo precipitosa. La figura di suo padre che da sempre ha governato la sua vita, col passare del tempo, è stata ridimensionata ed ha perso gran parte del potere che aveva. Ora Adrian per la prima volta nella sua vita lo vede per l’uomo meschino e senza cuore che era, ma ancora non è sicuro di ciò che davvero prova nei confronti di Tristan, e questa volta è deciso a non farlo più soffrire per colpa sua. Per questo, è fortemente deciso ad aspettare la fine della missione per avere finalmente la possibilità di fare quel discorso che tutti è due aspettano da anni, convinto che altrimenti i loro sentimenti possano danneggiare il loro raziocinio e li renda dei bersagli.

Nonostante vi sia una storia d’amore questo è un libro dal taglio molto poliziesco, ci sono inseguimenti adrenalinici fra le favelas, sicari pronti ad uccidere, agguati e affascinanti agenti sotto copertura, e molto spesso i nostri due protagonisti si troveranno in guai seri. Una trama piena di azione si contrappone alle continue introspezioni dei protagonisti, che all’insaputa l’uno dell’altro continuano a rimandare una spiegazione, timorosi di fare un passo falso e di dare speranze che potrebbero essere deluse. È un continuo tira e molla, si avvicinano e poi si allontanano, uno timoroso di essere ferito nuovamente e di dare ancora fiducia ad un uomo che lo ha profondamente deluso, mentre l’altro cerca il coraggio di afferrare quello che stupidamente si è fatto sfuggire, e di lasciarsi alle spalle tutti i preconcetti inculcati da un educazione repressiva e omofoba.

Narrato con un POV alternato fra i due protagonisti è un libro che si legge con piacere, anche se alle volte avrei preferito meno introspezione e più coraggio, ma nonostante questo la coppia riesce a convincere e ad entrare nel cuore del lettore. Anche i personaggi secondari riescono ad intrigare come la sensuale Isis, e Connor il fratello di Adrian che mi ha molto incuriosito, compare solo un attimo ma sarà il protagonista del secondo libro della serie.

Le scene di sesso, davvero ben scritte, bisogna attendere ma sono poi così bollenti e passionali che ripagano dell’attesa, e in questo caso più di altri, un momento della vita estremamente importante, specialmente per Adrian che in questo si lascia alle spalle il suo passato. Un primo capitolo che ho trovato molto interessante per una serie che continuerò sicuramente a seguire, e ancora una volta non posso che esprimere i miei complimenti alla Quixote per la cura messa nel proporci, come sempre, una traduzione impeccabile.

#1  Ti copro io

#2  First Down (inedito)

#3  Eagle Grip (inedito)

#4  Fire Flow (inedito)

 

 

Romanticamente Fantasy

Avatar
x

Check Also

Recensione in anteprima: “Cambio di Linea – Serie Harrisburg Railers #1” di R.J. Scott e V.L. Locey

Buongiorno fenicette, oggi Lucia ci racconta in anteprima ...