Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: The Walking Dead – 10×17

Recensione: The Walking Dead – 10×17

The Walking Dead ritorna con l’episodio numero 17 dal titolo “Home sweet home”. Dove eravamo rimasti? Qui per chi non se lo ricordasse e ora leggiamo cosa ne pensa Wicked Wolf.

The Walking Dead

Progetto grafico a cura di Francesca Poggi

Partiamo da due presupposti fondamentali, Fenici: amo The Walking Dead e non sopporto Maggie, quindi quando la mia serie preferita riprende e mi ritrovo sullo schermo un personaggio che mi urta, faccio fatica a essere felice.

Ma hey, i vaganti sono tornati, quindi godiamoci il momento!

The Walking Dead - 10x17

Come sempre, i tempi e le distanze sembrano avere vita propria, quindi dando per assodato che gli eventi si svolgono immediatamente dopo la sconfitta di Beta, non ho idea di dove sia la gente. Zero, livelli sonda su Marte.

Daryl e Kelly si uniscono a Maggie, Elijah e TizioCheSembraDestinatoAMorire (Cole) per raggiungere il loro gruppo. Ovviamente non sarebbe The Walking Dead se i personaggi non dovessero attraversare una foresta random in direzione “parti intime canine” seguendo il sole, le foglie e credo anche un piccione, ritrovandosi, mappa alla mano, davanti a un deposito di container.

Nel bosco.

È il luogo più sicuro dove passare la notte, quindi lo ripuliscono dai vaganti e riposano, per poi rimettersi in marcia la mattina seguente.

Raggiunto l’edificio in cui avevano trovato rifugio il piccolo Hershel e un gruppo imprecisato di adulti che doveva cercare di tenerlo in vita, stile Bambino d’Oro (ogni riferimento a infanti asiatici e Eddie Murphy è puramente casuale), scoprono che è stato dato alle fiamme da…

Suspense.

I Mietitori.

Che palle, eh?

Maggie e i suoi nemici d’importazione, perché non ci bastavano i nostri!

A questo punto la ricerca di Hershel si fa frenetica e quando Daryl e Maggie trovano alcuni membri del gruppo vengono attaccati da un cecchino.

Sì, l’ho detto, nel bosco coi morti che camminano c’è un cecchino travestito da siepe, che pur di non dire chi, dove, cosa, quando e perché si fa esplodere una volta circondato; scopriamo solo che tale Pope è in fissa con Maggie, non so se per motivi sessuali o omicidi, ma personalmente conoscendola opto per la seconda.

Finalmente il gruppo trova il piccolo, adorabile, simpaticissimo Hershel che è la copia di suo padre grazie a un casting superlativo, e tutti insieme arrivano ad Alexandria, dove persone molto più veloci di loro si stanno adoperando per riparare ai danni causati dai Sussurratori.

The Walking Dead - 10x17

Impossibile non menzionare l’elefante nella stanza, ossia i due incontri, a inizio e fine episodio, tra Maggie e Negan; per quanto mi riguarda rappresentano appieno il grande errore che è stato imprigionarlo anziché ucciderlo, oppure, andando indietro, fargli uccidere Glenn. Sia chiaro, adoro Negan e faccio volentieri a meno di Maggie, ma è oggettivo che la loro coesistenza mi sembra davvero impossibile: lei non potrà mai dimenticare l’uomo che ha ucciso suo marito e lui non potrà mai fare ammenda in sua presenza.

Non mi piace questo ritorno forzato all’arco “All out War”, che, rispettosamente parlando, consideravo bello che sepolto e penso che questa nuova minaccia sia proprio ciò che chiuderà per sempre il capitolo dei Salvatori e la Vedova.

Certo non nego che avrei preferito ci fosse una pausa tra un nemico e l’altro, qualcosa che consentisse alle comunità di ricostruire, ma a quanto pare abbiamo i cecchini appostati tra gli alberi e un tizio (buono) che va in giro con una maschera di ferro palesemente di silicone.

Un buon episodio introduttivo, che fa sentire a casa i fan storici della serie.

Click to rate this post!
[Total: 1 Average: 5]

Serena Oro

Serena Oro
Lilian Gold

Lascia un Commento