Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione: The Mandalorian – 2×04

Recensione: The Mandalorian – 2×04

Pronti per il nuovo episodio di The Mandalorian intitolato  Chapter 12: “The Siege”? Scopriamo insieme cosa è successo questa volta a Baby Yoda e Mando, ma prima eccovi l’episodio precedente qui.

The Mandalorian

Progetto grafico di Francesca Poggi

Aurora: Bentornate, care Fenici! Oggi io e Federica Laura vi parleremo del quarto episodio della serie gioiellino The Mandalorian. Si comincia immediatamente con una scena tenera e simpatica, in cui il Bambino gioca al piccolo elettricista per cercare di sistemare la povera Razor Crest. Nulla da fare, nemmeno seguendo le indicazioni di Mando. Ormai i due vivono in simbiosi e, personalmente, sto male al pensiero che un giorno, forse, dovranno separarsi. Mando decide allora di fare tappa su Nevarro, lo ricorderete dalla prima stagione, e chi si rivede? L’unica, inimitabile, giunonica Miss Cara Dune, che nel frattempo è diventata sceriffo. Vi propongo un sondaggio: chi ha più muscoli tra lei e Mando? Via alle votazioni!

The Mandalorian – 2x04

Federica Laura: Credo che non ci sia un vincitore tra i due, poiché Cara Dune (Gina Carano) per chi non lo sapesse, è campionessa di MMA e lottatrice di Wrestling ed è sempre un piacere vederla. Bando alle ciance. Siamo su Nevarro e qui il nostro eroe, in cambio delle riparazioni alla “povera” Razor Crest, dovrà aiutare i suoi amici a distruggere l’unica base imperiale ancora in funzione che poi scopriremo non essere tale. Ma vogliamo parlare del “Baby Yoda”? E del rapporto che hanno i due? Hai ragione Aurora, io non oso immaginare quello che succederà quando dovranno separarsi o se accadrà qualcosa al piccolo. Ma quanto è “Papà Chioccia” Din Dijarin?

The Mandalorian – 2x04

Aurora: Un “Papà Chioccia” esemplare e che tutti vorremmo avere! Potrei aggiungere che è meglio non farli incavolare, Mando e Cara sono semplicemente due spacca-deretani meravigliosi. Poi, c’è da dire che il “Baby Yoda” non si smentisce mai: non si fa problemi a utilizzare la manina magica per rubare dei biscotti simil macarons a un ragazzino egoista che non vuole offrirglieli! Penso che questi intermezzi non siano solo fini a se stessi, ma facciano capire molto della sua personalità: un piccoletto consapevole del suo potere e a cui non piace sentirsi dire di no – eccetto che da Mando. Tornando alla trama, questa si infittisce sempre di più e, come ha anticipato la mia cara collega, la base militare imperiale da far saltare si rivela essere un laboratorio. Non solo, in questo luogo inquietante si scopre che sono stati fatti esperimenti mal riusciti utilizzando il sangue di un donatore: il piccolo! Aiuto!

The Mandalorian – 2x04

Federica Laura: Ok tenterò di restare calma ma… PORCA PALETTA! Filoni e Favreau stanno mettendo una pezza a quella porcata di Episodio IX. Come? Primo, non è una base ma un laboratorio di ricerca ed esperimenti. Secondo, usano soggetti umani come cavie da laboratorio usando il sangue di Force User (quindi il Bambino) e i risultati non sono quelli sperati. Terzo, per un millisecondo, nella console si vede un ologramma del progetto Base Star Killer (ep VI), e poi tenetevi saldi alle vostre sedie signore e signori, in una delle capsule c’è Snoke, una delle sue prime copie. Voglio ricordarvi che Snoke era un burattino di Palpatine, quindi non è mai esistito. Dio quanta carne al fuoco!

Aurora: I produttori sono degli assi a far sclerare la gente, bisogna ammetterlo! È evidente il tentativo di dare un senso a quello scandalo che è non solo Episodio IX ma tutta l’ultima trilogia – e mi voglio contenere per non scrivere un papiro con l’elenco di tutte le cose stupide e insensate che sono state infilate. Alla faccia degli easter eggs! Dopo aver scatenato l’inferno, come al solito, ed essere ritornati nella zona sicura, il nostro amato mercenario dal Beskar scintillante si rimette in viaggio col piccolo a bordo della Razor riparata, finalmente, a dovere. A questo proposito vorrei sottolineare che, all’inizio, quando l’astronave viene mandata in riparazione emerge un alieno meccanico dallo sguardo strano che lascia una sinistra sensazione… il sesto senso non delude mai: non è altro che una spia imperiale. Moff Gideon si è servito di lui per piazzare un congegno sulla Razor Crest per rintracciarla e catturare così il Donatore privilegiato. Mando è ignaro. Prevedo grandi danni…

La serie procede con grande dinamicità e con scene dal forte impatto. Niente è lasciato al caso e mano a mano si uniscono sempre più tasselli.

Federica Laura: Anch’io prevedo danni e lacrime. Per vostra curiosità vi informo che la regia di questo episodio era di Carl Weathers, e Moff Gideon, interpretato da Giancarlo Esposito, è inquietante. Piccola chicca: quelle che lui sta guardando con interesse sulla nave imperiale sono armature di Dark Commandos se non erro. Qualcuno che spara decentemente e non come gli Stormtroopers soliti.

Aurora: Sicuramente daranno del filo da torcere al Mandaloriano…

Questo, per oggi, è tutto! Io e Federica Laura vi salutiamo. Alla prossima e non mancate!

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Serena Oro

Serena Oro
Lilian Gold

Lascia un Commento