Home / Recensione libri / Made in Italy / Recensione: “Il sonno eterno degli spiriti” di Simone Martino

Recensione: “Il sonno eterno degli spiriti” di Simone Martino

Trama verde

Palermo, fine Ottocento – inizio Novecento. Anna, la protagonista, vive in una famiglia umile ed è la terza di sei figli, spesso a digiuno a causa del vizio del papà di giocarsi a carte la paga guadagnata col lavoro al porto. E’ una donna sensibile, la cui vita si svolge più nell’interno del suo caldo animo, che in una mondanità a lei estranea. Tanto che affida a un prezioso diario, regalatole dai genitori per il compleanno, la rendicontazione degli smottamenti del cuore. A 28 anni è ancora ‘zitella’, come si dice in paese, soprattutto perché povera e mancante di dote; così, quando nella casa dell’Ufficiale Lombardo si libera un posto da cameriera, la madre si precipita per proporla. Anna viene assunta e qui ha modo di conoscere il dottor Alfredo Salafia, amico dei Lombardo, che sta per diventare celebre in tutto il mondo grazie alle sue particolarissime tecniche d’imbalsamazione. Fra i due nasce un’amicizia che si trasforma ben presto in amore. Purtroppo tale sentimento non riesce a coronarsi, poiché la famiglia di Anna si oppone all’unione. Nel mentre, la signora Maria Lombardo resta incinta, una ventata di gioia riempie la casa: nasce la piccola Rosalia, e Anna viene ‘promossa’ da cameriera a Dama di Compagnia; la sua esistenza, dopo tanto tempo, torna a essere serena. Purtroppo però, altri eventi negativi incombono.

Recensione verde

Una piccola perla per tutti gli amanti dei romance storici all’italiana, in grado di aprire un collegamento temporale diretto con la Palermo degli inizi del ‘900. Leggendo questo racconto si possono assaporare usi e costumi dell’epoca, senza dimenticare le tradizioni del periodo.
Le vicende sono tratte da una storia vera, quindi chiunque abbia sentito parlare della piccola Rosalia Lombardo, la bambina rinvenuta mummificata nelle catacombe dei cappuccini di Palermo, può avere l’occasione di approfondire la storia delle persone che l’hanno circondata in vita.
Verso la conclusione, il racconto vi regalerà una piacevole digressione dal modello “diario”, tornando ai giorni nostri.
Non mi sono piaciute alcune scelte grafiche, come ad esempio le pagine contenenti fiori stilizzati tra un capitolo e l’altro, mentre ho apprezzato la scelta di raccontare la storia mediante le pagine di un diario.
Un’altra pecca è che è un romanzo veramente molto breve: un centinaio di pagine, escludendo le fotografie, il prologo, e l’elenco con la descrizione storica dei personaggi realmente vissuti alla fine. Non lo nascondo, avrei preferito che la storia venisse sviluppata con meno fretta, sondando anche altri aspetti della vita della protagonista e dei suoi cari, invece che una semplice “toccata e fuga”.

Fiamme-Sensualità-Nulla NUOVA

Violenza-Nulla

Recensione a cura di:

Pandora

Editing a cura di:

Fiordiluna

Acquistabile qui

Veronica.Lady Shanna

Veronica.Lady Shanna
Admin Founder Romanticamente Fantasy Sito. Mi piace leggere e grazie a quest'amore ho conosciuto tante splendide persone. Adoro quasi tutti i generi di libri... e anche per quelli che non sono i miei preferiti di solito tendo a non giudicarli prima di averli letti questo per avere una mia opinione personale e non lasciarmi influenzare da quanto sento in giro come commenti e recensioni. Infatti, tendo a prendere quest'ultimi come linee guida non come verità assolute...

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione: “The Viking Chronicles 2 – L’ascesa” di Andretta Baldanza

AUTORE: Andretta Baldanza EDITORE: Delos Digital GENERE: fantasy ...