Home » Senza categoria » Recensione: “Shelter”, film del 2007

Recensione: “Shelter”, film del 2007

Titolo originale: Shelter
Lingua originale: Inglese
Paese di produzione: USA
Anno: 2007
Durata: 88 min
Genere: drammatico, sentimentale
Regia e sceneggiatura: Jonah Markowitz

CONSIGLIATO A PARTIRE DAI 16 ANNI

Trama

Il giovane surfista californiano Zach (Trevor Wright) è stato costretto a rinunciare al suo sogno di entrare in una scuola d’arte per dedicarsi alla sua famiglia, soprattutto al suo nipotino Cody (Jackosn Wurth), figlio della sorella Jeanne (Tina Holmes). Quando Shaun (Brad Rowe), fratello maggiore del suo miglior amico Gabe (Ross Thomas), ritorna a casa, fra lui e Zach nasce subito un’amicizia intima. Shaun spinge Zach a prendere il controllo della propria vita per meglio imporsi sia rispetto alla famiglia sia nel campo dell’arte. Zach viene anche colpito positivamente dal forte legame che Shaun ha saputo instaurare con Cody.

Tuttavia, col passare del tempo e a causa della sua relazione omosessuale con Shaun, Zach entra in conflitto con la sua famiglia, in parte anche con l’amico Gabe e persino con la sua stessa identità. Inoltre, avendo saputo della relazione, Jeanne decide di proteggere Cody dalla coppia omosessuale e obbliga suo fratello Zach a scegliere fra il nipotino e l’amante. Zach allora rompe temporaneamente con Shaun, ma sarà anche grazie alla complicità ed ai consigli della sua ex-ragazza Tori (Katie Walder) che Zach riprenderà con Shaun.

Così, quando Jeanne decide di affidare al fratello il piccolo Cody per un certo periodo, per poter andare a vivere col suo nuovo ragazzo che non sopporta i bambini né Cody, Zach, spalleggiato dal compagno, saprà imporsi alla sorella ribaltando la situazione ed obbligando quest’ultima a scegliere se continuare ad occuparsi del figlio oppure affidarlo a lui in coppia con Shaun.

Recensione

Bellissimo, romantico e per nulla melodrammatico. Un film che mi sento di consigliare di cuore.

Il film racconta la storia di Zach, un ragazzo per bene con un forte senso della famiglia. Infatti è lui a tenere ancora insieme quello che ancora rimane della sua.

Con l’arrivo di Shaun, fratello del suo migliore amico, Zach comincia a mettere in dubbio i suoi sentimenti. Mette fine al fidanzamento con la sua storica ragazza del liceo e comincia una relazione con Shaun. Tuttavia, col passare del tempo e a causa della sua relazione omosessuale, Zach entra in conflitto con la sua famiglia e persino con la sua stessa identità. Inoltre, avendo saputo della relazione, la sorella decide di proteggere Cody, suo figlio, dalla coppia omosessuale e obbliga suo fratello Zach a scegliere fra il nipotino e l’amante.

RFS - ShelterShelter tratta un tema non facile, la riscoperta della propria sessualità e il coming out, ma lo fa con molto rispetto e delicatezza.

Colonna sonora avvincente con alcune canzoni di cantanti e gruppi LGBT. Una fotografia semplice ma che funziona molto bene, con in sottofondo l’Oceano Pacifico.

Che bellissima scoperta questo film. Leggendo la trama non ero resa conto delle similitudini con un libro molto amato da molte lettori di libri MM. Provate a indovinare, o meglio guardate il film perché non ne rimarrete affatto delusi.

La visione di Shelter vi lascerà con il cuore pieno di gioia, come rivedere dei vecchi amici e avere la certezza che le cose sono andate come dovrebbero essere.

Fiamme Sensualità Medio

FrancineSenna

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS

Lascia un Commento