Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Whiskey Cavalier 1×02 “La lista ceca”

Recensione Serie Tv: Whiskey Cavalier 1×02 “La lista ceca”

 

 

 

-Quartier generale Fenici, rapporto sulla missione-

 

Bentrovati, cari telefilm addicted. In questo secondo episodio impariamo a conoscere meglio le capacità dei comprimari, gli agenti della squadra che si trovano sulle retrovie, e vediamo per la prima volta la sede operativa: un bar che non aprirà mai al pubblico.

In apertura possiamo subito godere dei modi gentili ed accattivanti del tenero Will, quando conquista la proprietaria dell’appartamento di Vienna in cui sono appostati osannandone lo strudel fatto in casa. Lo sguardo spazientito di Frankie lascia intendere subito quale sarà il leitmotiv dell’avventura.

 

 

Una volta rimasti soli preparano l’attrezzatura per la missione, facendo un utile recap: il bersaglio è un uomo d’affari greco, ufficialmente magnate delle spedizioni, in realtà contrabbandiere, che annota meticolosamente in un registro tutte le transazioni fatte. Un vero e proprio elenco di tutti i criminali più ricercati al mondo.

La narrazione passa repentinamente dalla commedia all’azione quando attaccano le auto dell’uomo e la sua scorta, e questi viene ucciso da un commando di sconosciuti.

 

 

La sua morte rende necessaria un’incursione all’obitorio perché il caveau in cui è custodito il registro si può aprire unicamente tramite la scansione della retina; a complicare ulteriormente la situazione, scopriamo che è necessaria anche la presenza dell’ex moglie.

La squadra decide di usare “la trappola del miele” e Will viene inviato a sedurre la vedova.

La sensibilità di Whiskey Cavalier torna ad allietare le scene, ed è molto bello vedere un agente segreto che infrange qualsiasi cliché dimostrandosi genuinamente goffo e gentile, mentre dagli auricolari Frankie continua a metterne in dubbio l’attitudine. Per fare la spia bisogna essere più duri di così.

L’atteggiamento dolce e un po’ dimesso di Will fa breccia nel cuore di Karen, la vedova, e anche quando si trova costretto a rivelare le sue vere intenzioni, lei gli resta accanto facendoci intuire che tra i due potrebbe davvero nascere qualcosa.

 

 

Riorganizzata la squadra si dirigono insieme alla banca, dove vengono nuovamente aggrediti dal gruppo di mercenari e costretti a prendere il registro che Karen brucia rivelando di essere lei in realtà il mandante dell’omicidio del marito.

Will e Frankie sono richiusi nel caveau, e dopo aver danneggiato una tubatura al fine di mandare in corto circuito la serratura, riescono a salvarsi dall’annegamento all’ultimo istante. Catturano velocemente la vedova, che con la sua memoria fotografica potrà facilmente fornire al Governo le informazioni contenute nel registro, e la missione si conclude.

 

-Appunti sulla missione-

Bene Fenici, ho intenzionalmente omesso dal riassunto le parti dell’episodio in cui viene approfondita la psicologia dei personaggi, perché è un discorso che vorrei gestire a parte.

Alla squadra viene affidato un referente, che scopriamo essere l’ormai ex migliore amico di Will, Ray, quello che gli ha gentilmente “rubato” la fidanzata. Fidanzata non pervenuta, tra le altre cose, quindi mi chiedo se dopo tutta la bagarre non si siano anche lasciati.

Comunque, mentre Ray ha un atteggiamento leggero e goliardico che ci fa chiaramente intendere che non reputa di aver ferito l’amico, o che comunque non gli interessa, la squadra fa da scudo al nostro protagonista proteggendolo dall’uomo che l’ha tradito. Will con il suo carattere bonario e gentile non riesce a esprimere il suo dolore all’ex amico, se non con qualche parola meno cortese del normale, e per questo gli altri gli coprono le spalle.

Proprio le continue provocazioni di Ray, intenzionali o meno che siano, portano finalmente Will a rivelare i suoi sentimenti in modo deciso quando affronta Karen dopo averle salvato la vita:

K: Perchè lo hai fatto?

W: Perchè devi dirmi cosa c’era scritto nel registro. O credevi che fuggissi con te? Karen, mi dirai quello che ho bisogno di sapere, o ti lascerò in una fossa così profonda che non ti troverà mai nessuno.

Frankie assiste allo scambio tra i due, e mentre in precedenza aveva confidato a Will di invidiare il suo grande cuore, adesso sembra rendersi conto del fatto che qualcuno deve proteggerlo da Ray.

Nel parcheggio, il referente della squadra accende l’auto e si accorge immediatamente che i freni non funzionano. Urta lentamente una colonna e Frankie si avvicina al finestrino:

Quello che hai fatto a Will è imperdonabile, ma lui è troppo buono per dirtelo.

L’episodio mantiene egregiamente le promesse fatte nel pilot: azione e commedia perfettamente bilanciate, una squadra unita senza tante paranoie e personaggi con un carattere molto ben definito, ma in evoluzione.

Continuate così!

-Passo e chiudo-

 

 

 

 

Romanticamente Fantasy

Avatar
x

Check Also

I want a new drug

Recensione Serie TV: Grey’s Anatomy 15×22 “Head over High Heels”

Progetto grafico a cura di TessV Dopo la ...