Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione serie TV – What if? – 1×08

Recensione serie TV – What if? – 1×08

Progetto grafico a cura di Vita Firenze

 

“E se… Ultron avesse vinto?”

 

Bentornate Fenici!

In questo episodio viene presentato lo scenario apocalittico che Ultron voleva in Avengers: Age of Ultron: un’apocalisse iniziata con il lancio di tutte le testate nucleari, causando una strage mondiale. Gli unici due sopravvissuti sono Nat e Clint che combattono senza sosta contro i droni senzienti di Ultron.

Da notare il fatto che Clint qui ha un braccio bionico e un mantello che lo rende invisibile ai robot.

In questa realtà, Visione si unisce a Ultron creando la più potente macchina intelligente, uccide tutti gli Avengers e ogni forma di vita portando la sua “pace” sulla terra. Ucciderà anche Thanos e si impossessa delle Gemme dell’Infinito, diventando così invincibile.

Iniziano a cadere i mondi nelle varie galassie: da Asgard, a Sovereign, a Sakaar, a Ego, a Xandar, dove Captain Marvel tenta di fermarlo, ma invano.

Ora è un vincitore senza più guerra.

Ultron-Visione si accorge di essere osservato da Uatu, il quale pensava fosse impossibile essere visto, soprattutto da quella cosa.

Nel mentre, Clint e Nat si recano negli archivi del KGB per cercare una soluzione al problema. Questa si rivela essere nient’altro che Arnim Zola, la cui memoria si trova su un  computer in una base dell’HYDRA, in Siberia. È la stessa base che vediamo in Captain America: Civil War, dove Steve e Bucky cercano Zemo e gli altri super soldati.

Il programma contenente la memoria di Zola viene scaricato su una freccia USB da Clint e Nat. Il piano prevede che suddetta freccia venga “piantata” in una delle Sentinelle di Ultron affinché mandi in tilt la mente alveare. I due Avengers rimasti si battono contro l’esercito di robot e la freccia va a segno, tuttavia Zola non riesce a raggiungere Ultron perché non è nel loro universo.

Vediamo Nat usare lo scudo del Guardiano Rosso, copia di quello di Steve, una vera chicca!

Clint si sacrifica per salvare Nat e la scena è identica a quella di Avengers: Endgame, ma a parti invertite. Lì è Nat che si sacrifica al posto di Clint su Vormir per avere la Gemma dell’Anima.

Intanto Ultron e Uatu se le danno di santa ragione e… Caspita! Il nostro piccoletto dalla testa pelata è un combattente niente male, ma dovrà scappare per riorganizzarsi e sconfiggere Ultron.

Il modo per sconfiggere un essere del genere esiste, e Uatu chiederà aiuto al Supreme Doctor Strange che avevamo visto in precedenza e che ora si trovava prigioniero nel suo mondo distrutto, di cui è rimasto solo un cristallo.

«Ho bisogno di aiuto» dice l’Osservatore. Penso proprio che vedremo i Guardiani del Multiverso in azione.

Considerazioni

Cavolo! Cavolo! Cavolo!

Come vi avevo preannunciato, la serie ha alti e bassi. Tutte le serie li hanno, altrimenti che gusto c’è? Non è sempre tutto rose e fiori, no? Ecco, questo episodio è stato… WOW! Sarà che io amo tutto ciò che è mistico, spaziale, esseri che sembrano imbattibili ma hanno sempre un punto debole.

Oggi abbiamo avuto la prova che Uatu ha le palle e presto vedremo i Guardiani del Multiverso che daranno tante mazzate a Ultron-Visione.

Quest’ultimo è assai inquietante. Meno male che in Avengers: Age of Ultron gli Avengers rubano la culla dove c’è il corpo organico di Visione e Ultron non si sia mai unito a lui, avremmo visto un essere invincibile.

E poi i vari riferimenti ai film, gli easter egg, i cambi di universi e realtà mentre Ultron e Uatu se le davano di santa ragione… Bello! Bello! Bello!

Non ho altro da dirvi se non… Vedetelo! Amo questa serie e tutto ciò che ci sta dicendo sui prossimi film del multiverso.

Alla prossima!

Un saluto dalla vostra Mal.

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Francesca

Lascia un Commento