Home » Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip » Recensione Serie Tv: Virgin River Stagione 1

Recensione Serie Tv: Virgin River Stagione 1

 

Un freddo weekend dicembrino, una cioccolata calda, un plaid e possibilmente un fuoco scoppiettante che riscalda la stanza: questa è l’ambientazione ideale per guardare l’adattamento che Netflix ha fatto del romanzo di Robyn Carr.

L’infermiera specializzata Mel giunge a Virgin River con un contratto di lavoro di un anno e una “baita shabby” che la aspettano, ma già dai primi minuti scopriamo che la situazione non è esattamente come descritta dal sindaco, la vivace e impicciona Hope. La baita è una catapecchia e il medico locale, Doc per gli amici, non vuole saperne di avere un aiuto.

 

 

Fortunatamente, gran parte degli abitanti di questa piccola città si dimostra aperta e disponibile con lei, aiutandola il più possibile ad ambientarsi.

Ammetto che guardando i primi episodi l’unica cosa a cui riuscivo a pensare era l’adorabile Hart of Dixie, perchè il contesto è molto simile, ma mi sono resa conto molto presto che parliamo di un prodotto completamente diverso (nonostante il fatto che l’attore che qui interpreta Doc, sia il dottor Breeland di HoD).

Dietro all’arrivo di Mel c’è un mistero, che ci viene svelato con piccoli e coinvolgenti flashback accuratamente distribuiti nei dieci episodi, in modo da darci una piacevole continuità senza farla pesare troppo sulla storia; una storia che, purtroppo, in assenza del commovente passato dell’infermiera tende ad essere abbastanza priva di interesse.

Non aiuta nemmeno il fascinoso co-protagonista, Jack, interpretato dal dottor “non sono Derek” di Grey’s Anatomy, che anche in questa serie dimentica come si fa a recitare e a dare espressività al suo volto, convinto che i suoi occhioni azzurri bastino a risolvere il problema: i momenti in cui ha dei flash del suo passato nei marines sono semplicemente imbarazzanti.

A compensare le sue facce da salmone morente ci sono i comprimari e soprattutto la brava protagonista, che insieme ai paesaggi mozzafiato rendono questa serie godibile e rilassante.

 

 

Virgin River è un’ottima compagnia per un fine settimana pigro e senza pretese.

Non è medical, non è romance e non è drama. È tutto e niente e probabilmente va benissimo così perchè ci consente di trascorrere il tempo seguendo una storia semplice e ben scritta che ci regala ore di tranquillità assoluta.

Eve

Eve

Lascia un Commento

x

Check Also

Ricordi: Once Upon a Time – Settima stagione

Ciao Fenici, oggi vi parlo di una serie ...