Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione serie Tv: This is us -4×06- “The Club”

Recensione serie Tv: This is us -4×06- “The Club”

This is us 4

Recensione con spoiler

Care Fenici, siamo quasi al giro di boa di questa straordinaria stagione, decisamente migliore della precedente; ogni puntata ci offre sempre nuovi spunti di riflessione e ci svela nuove sfaccettature su personaggi che invece pensavamo di conoscere bene.
La sorpresa per me in questa puntata è stato Randall; vi avevo detto che ultimamente mi stava calando l’interesse verso il suo personaggio, sicuramente anche per la curiosità crescente riguardo alla storyline di Kevin, invece il nostro consigliere ha decisamente riguadagnato terreno. Il campo di azione è quello del club del golf. Randall, per riconquistare i suoi colleghi del consiglio comunale, che aveva ‘’bidonato’’ più volte per i suoi problemi personali, si reca con loro a giocare a golf. Si dimostra un vero incapace, suscitando ilarità tra i presenti.
Come questa serie ci ha ormai abituato, i flashback del passato seguono due diverse linee temporali e, ovviamente, riguardano lo stesso club e lo stesso sport.
Nel passato più lontano si torna al periodo dopo la famosa cena- fiasco con i genitori di Rebecca, alla fine della quale il padre di lei dice a Jack che non sposerà mai la figlia. Per uno strano scherzo del destino, Jack si trova quasi costretto ad accompagnare Dave Malone al Club a giocare a golf e sarà un vero disastro; sentendosi completamente un pesce fuor d’acqua, non solo rifiuta il tentativo di Malone di fargli fare un colloquio di lavoro con un suo amico, ma beve troppo e alla fine il futuro suocero lo apostrofa malamente, sua figlia ha bisogno di avere al suo fianco una persona diversa. Per fortuna sappiamo che Jack l’ha spuntata e che renderà Rebecca molto felice.

 

L’altra linea temporale risale ai primi i tempi della scuola media di Randall; Jack nota quanto il figlio si stia avvicinando al suo insegnante di inglese: Mr. Lawrence e ingelositosi, quando lo vede interessarsi a Tiger Woods, giovane golfista emergente, lo porta al club per insegnargli a giocare. Pearson, dice a Jack di sentire la necessità di confrontarsi con una persona di colore, di avere un modello che abbia le sue stesse difficoltà ad affermarsi in una società di bianchi. Jack allora con tutta la tenerezza di cui Milo Ventimiglia è capace gli spiega che lui non vede ‘’ il suo colore ‘’ e quindi lo tratta come gli altri suoi figli. Poi quando Randall vorrebbe mollare, Jack fa in modo di farlo allenare ancora più duramente fino a che non diventa bravissimo.

Perché allora Randall nel presente ha finto di non saper giocare? Ovvio, perché ha imparato la lezione che tanti anni prima Jack gli aveva dato: per vincere veramente niente deve essere considerato una gara, sia nella vita sia nel golf. Fingendosi inetto, attira la compassione e la simpatia dei consiglieri, vincendo la sua vera partita.
Bravo Randall!
Oltre a questa che era la story-line principale vediamo Toby e Kate litigare e poi riappacificarsi, con lei che gli dimostra di avere poca fiducia nel mantenimento della sua forma fisica; non so come faccia Toby a sopportarla, dopo questa puntata è diventata lei la mia Pearson meno amata.

E il mio Kevin??
Dulcis in fundo…
In questa puntata è successo il fattaccio. Kevin è andato a letto con Cassidy. Bene direte! E invece no, lei è andata con Kevin perché, oltre a essere molto figo (10 secondi di sospiri per il fisico bollente di Justin), era amareggiata per il rifiuto dell’ex marito.
Non è sicuramente un buon presupposto. L’unica nota positiva è che lo zio Nicky sta meglio e la data della seduta in tribunale si avvicina, meno male, io sarei anche un po’ stanca di questo immobilismo del mio biondino preferito.

Ho amato questa puntata perché è riuscita a trasmettermi tutta l’amarezza di Jack quando ha compreso di non riuscire ad essere un modello per il figlio, questo per il colore della sua pelle e di non aver capito quanto Randall sentisse la sua diversità e le difficoltà che ne derivavano.
Nonostante la consapevolezza di tutto ciò non gli ha impedito di dare a Randall una grande lezione e quella lezione è servita all’uomo del presente per ottenere il suo scopo.
Questa è la prova di come Jack sia stato in fondo il vero modello di Randall e di come ci sia molto del padre in lui.
Bello, veramente molto bello!
Cosa ci riserverà la prossima puntata?
Aspettiamola insieme!

Fulvia Elia

Avatar
x

Check Also

The Luminaries 1x02

Recensione serie TV: The Luminaries -1×02- “The Place you return”

Dany: Care Fenici, mi arrendo, non ci capisco ...