Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: The Vampire Diaries – Finale di serie

Recensione Serie Tv: The Vampire Diaries – Finale di serie

 

It’s Karaoke time!! E chi se lo aspettava che Kai sapesse anche cantare?! È proprio vero: villains come lui ce ne sono uno su un milione e siamo super contenti di averlo potuto rivedere prima della chiusura definitiva della serie. Peccato che sparisca velocemente. Infatti, facciamo a malapena a goderci un poco della sua compagnia e della sua superba capacità di rimescolare le carte in tavola che già dobbiamo dirgli addio. Un vero peccato. Non potevamo sperare in una redenzione, in effetti. Alla fine ha letteralmente sterminato tutta la sua famiglia, quindi sarebbe stato chiedere troppo e per la stessa ragione non ci sorprende vederlo impegnato nella ricerca delle gemelle succhia-magia, nonché sue nipotine, con una grossa ascia d’epoca. Il caro vecchio Kai non si smentisce mai. E noi lo amiamo proprio per questo. Ad ogni modo non se ne va in sordina (e come potrebbe mai), la cara Bonnie si rivela infatti assai diabolica. Onestamente speravo che Kai sarebbe riuscito a scamparla e magari a costruirsi una nuova storia (ovviamente sempre diabolica), magari lontano da Mystic Falls, purtroppo la streghetta Bennet aveva programmi diversi. Ed ecco che Kai ci lascia, rinchiuso in un universo solitario, a cantare per sempre la stessa orrida canzone. Se non è questo l’inferno…

E a proposito di Inferno, finalmente assistiamo alla fine di Cade. Com’è già capitato, una fine non all’altezza del personaggio. Possiamo giustificarlo dicendo che, in fondo, anche Cade non era all’altezza per essere definito “il padrone dell’Inferno”. Personalmente, una volta scoperto che Bonnie ha un potere similare a quello di Cade, avrei preferito che fosse stata lei a sconfiggere questo ostacolo. Una possibilità mancata di vedere la Bennett vincere contro qualcuno davvero! Peccato. In compenso, torna alla grande il mio amato Duo-Bonster!!! Non c’è nulla da fare, Damon e Bonnie sono un duo insuperabile. Non si può non emozionarsi, quando Bonnie interviene per salvare la vita del suo grande amico. A mio parere uno dei momenti più belli e carichi di sentimento di tutta a serie. Mi ripeterò, ma è un vero peccato che non sia stata Bonnie, e proprio in questa occasione, a uccidere Cade. Sarebbe stato assolutamente perfetto.

Una nuova sorpresa, in queste puntate finali, è poi proprio il caro Damon che improvvisamente sembra acquisire, per intercessione divina, tutta quella saggezza che non ha mai avuto in otto stagioni e nella quale avevamo proprio smesso di sperare in quest’ultima. Stefan, invece, insieme alla mortalità ha conquistato anche una spiccata stupidità, ma lui è sempre stato votato al suicidio….e non aggiungo altro. Se non altro, ha un barlume di lucidità quando finalmente smette di fare la vittima sacrificale e chiede a Caroline, (di nuovo….ma che siamo a Beatiful?), di sposarlo.

Tornando alla fine di Kai: pensavate che il botto fosse il karaoke infernale? Ma figuriamoci!!! Il nostro mostriciattolo ci lancia una rivelazione mica da ridere: una certa scommessona stretta all’Inferno tra lui, Cade e qualcuno che non ci saremmo mai immaginati! Qualcuno che, se Cade fosse stato sconfitto dai nostri fratelli dei miracoli, avrebbe ereditato l’Inferno intero.

Indovina indovinello chi sarà questo monello? Ma non può che essere lei e solo lei: la diabolica e impareggiabile Katerina Petrova!!!!

Proprio lei. E torna con un piano diabolico….purtroppo per nulla originale: distruggere con le fiamme infernali Mystic Falls e vendicarsi per tutto ciò che ha subito. Voglio giustificare questa mancanza di originalità con i tempi stretti degli ultimi due episodi e in fondo va anche bene così, perché in realtà i tempi stretti hanno richiesto un piccolo escamotage che però ha portato con sé una grande ed emozionante opportunità. Ci voleva qualcuno che azionasse la campana ma certo il tonto primo amore di Elena e il padre, (che ci porta a chiedere chissà da chi avrà mai preso Donovan!! Ovviamente sono sarcastica), non la azionerebbero mai quindi quale migliore scelta che non riportare in “vita”, se così vogliamo definirla, il resto della famiglia Donovan?

Tutto comincia con il ritorno della madre eletta dell’anno, Madame Donovan, che compare durante la piccola “crisi da rivelazione di Kai” e durante la costruzione della trappola per la Petrova: il matrimonio di Stefan. Personalmente ho trovato questa idea, che Kathrine non avrebbe potuto resistere a intromettersi, un poco stupida (infatti, e perdonatemi, l’ha proposto Damon… una piccola ricaduta, tranquilli!!) e infatti non funziona. Almeno così finalmente questi due poveracci riescono a convolare a nozze. Ovviamente, in pieno stile Mystic Falls, non possono essere delle nozze tranquille e tra esplosioni e morti scenografiche viene rivelato il vero piano della Petrova e da chi questo sarà realizzato: Vicky Donovan rediviva.

Da questo momento in poi cominciano i fiumi di lacrime. Inutile dire che i Salvatore & Co trovano il modo per salvare la loro adorata città e così la Petrova ha vita breve, persino minore di quella di Kai. I richiami alla prima stagione si sprecano e dopo Vicky assistiamo alla carrellata di tutti i personaggi che abbiamo tanto amato e che ci hanno appassionato per otto stagioni intere. Fin dal primo episodio i personaggi, come noi, salutano chi è rimasto e chi finalmente affronterà un nuovo futuro…tutto umano.

Questa poi è la genialità di questo finale di stagione davvero superlativo. Il ritorno della normalità… per quasi tutti….o di qualcosa che ci si avvicina. Uno di loro ci lascerà, e non vi dico chi è, lo vedrete, ma posso dire serenamente che è stata la scelta più giusta e che non poteva finire diversamente. Approvo appieno questa morte e non poteva avvenire in modo migliore.

Emozionante anche il ritorno di Elena che, contrariamente a quelle che erano le mie paure, non ha rubato spazio a tutto il resto. Un finale giusto, equo e carico di sentimento. In questa ultima puntata ho sentito di nuovo, per la prima volta dopo tanto tempo (e troppi episodi) ciò che ho sentito durante le prime puntate e che mi avevano fatto innamorare di questa serie. E non potrò che essere sempre grata per questo.

Piccola chicca finale, ho apprezzato anche il fatto che si sia deciso di dare una piccola speranza per uno di questi personaggi, che potremo rivedere presto in The Originals. Era un filone che prima o poi avrebbe dovuto essere affrontato e che non chiude nel cassetto uno dei personaggi senz’altro più riusciti della serie.

Concludendo, un addio degno di essere vissuto.

 

Qui potete trovare la lista degli episodi precedenti con le relative recensioni:

 http://www.romanticamentefantasy.it/serie-tv-the-vampire-diaries-lista-episodi-recensioni/

Recensione a cura di

Editing a cura di

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Recensione Serie Tv: Council of dads – 1×01 – “Pilot”

Ciao a tutti, amanti delle serie TV! E’ ...