Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: The Rookie 2×04 “Warriors and Guardians”

Recensione Serie Tv: The Rookie 2×04 “Warriors and Guardians”

the rookie

Recensione con spoiler

Siete guardiani o guerrieri? Che ne dite Fenici?

È questa la domanda che domina il quarto episodio di The Rookie.

Una nuova stronza fotonica è in città… No scusate. C’è un nuovo agente istruttore, la detective Nyla Harper e, sin dal primo istante si mostra malissimo. Si presenta a Nolan con un inganno, lo sminuisce e lo prende in giro insinuando che la pistola e la divisa sono le uniche cose che possono farlo sentire potente, ora che non ha più una moglie e il figlio è cresciuto.

Ma come si fa?!? Come puoi guardare in faccia Nathan Fillion e dirgli le cattiverie?

Fin da subito gli agenti del distretto si domandano come mai una detective abbia scelto di fare un passo indietro nella carriera, chiedendo di fare l’istruttrice. La cosa sembra preoccupare molto anche il Sergente Gray, che ormai ha legato con lui e nutre rispetto per questa inusuale recluta “anziana”.

Nolan dal canto suo ce la mette tutta, tenta di essere cortese e condiscendente, ma la Harper ha chiaramente deciso di non portargli alcun rispetto: lo definisce Guardiano, una chioccia che si prende cura dei cittadini, finisce il turno e se ne va a casa; rimarcando la differenza con lei che invece è una guerriera che non si ferma mai e si getta a capofitto nell’azione. Il loro giro di pattuglia è frustrante, perché Nyla non fa nulla di quanto richiesto dalla centrale, ignora i crimini minori e si concentra unicamente su cose che possano, per l’appunto, darle l’azione che vuole.

Bradford e Chen sono molto preoccupati, seppur per motivi diversi: lui non tollera che un’istruttrice si comporti in modo così avventato, mettendo a rischio la propria recluta, mentre lei prova una genuina apprensione per l’amico. È proprio Tim a dire a Nolan di mandar loro un messaggio, nel caso la situazione si facesse pericolosa.

Sì, perché, non bastandole le normali azioni avventate, Harper impedisce anche a John di chiamare i rinforzi e di tenere aggiornata la centrale sui loro movimenti.

Alla fine dell’episodio, Nyla avrà il suo arresto importante, ma verrà duramente redarguita da Gray e obbligata a porre le sue scuse a Nolan.

Gli ultimi minuti ci spiegano finalmente (insomma io speravo fosse solo di passaggio) perché abbia scelto di ricoprire il ruolo di istruttrice in quello specifico distretto, vuole riavere la custodia della figlia, persa a causa dell’incarico precedente. Quando era sotto copertura, infatti, si assentava per mesi interi e questo, le ha ovviamente impedito di occuparsi della piccola con costanza; ora invece ha un lavoro stabile e con orari definiti.

Come un Guardiano.

Anche questa settimana ho visto una bella puntata, però questa nuova agente proprio non mi va giù. Non mi importa che abbia motivazioni profonde, l’amore per la figlia e via dicendo: è odiosa, prepotente e insopportabile!

Mannaggia agli autori che riescono a fare così bene i personaggi, tanto che lo spettatore li odia per davvero…

E Nolan non me lo dovete toccare!!!

 

DarkSide

DarkSide
x

Check Also

world on fire

Recensione Serie tv: World on Fire 1×06 – 1×07

    Eccoci arrivati alle due puntate finali ...