Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie TV: The Magicians Stagione 1

Recensione Serie TV: The Magicians Stagione 1

“La magia nasce dal dolore non dall’amore” (cit. Elliot)

Gentili lettori, se vi aspettate una serie piena d’amore e di cose “pucciose” come gli unicorni arcobaleno avete sbagliato serie. In the Magicians il tempo è un illusione e le minacce sono dietro ogni angolo, la magia è pericolosa e va controllata, ragione per cui nasce Brakebills, college prestigioso per maghi. La scuola segue regole proprie, sia per il tempo che per lo spazio e i suoi studenti sono strani, ma strani forte. Innanzitutto i corsi durano tre anni, ma degli studenti del terzo ne restano solo 4 e non sono particolarmente amichevoli. Gli altri sono scomparsi in circostanze misteriose e nessuno sa cosa gli sia accaduto. Come ogni college americano ci sono le confraternite: quella più alla moda è la confraternita dei fisici dove incontriamo Eliot e Margo, i tipi più fighi e simpatici della serie. Sembrano tremendamente superficiali, e lo sono, ma se siete loro amici cercheranno sempre di aiutarvi. Il preside, chiamato Decano, è un uomo che nasconde parecchi segreti ma vuole addestrare i suoi studenti, perché c’è un nemico che minaccia tutta la magia: la Bestia, o uomo falena (al posto della faccia ha un mucchio di falene che vorticano).

Ora veniamo alla vicenda.

Il filo conduttore di tutta la storia è Fillory, luogo fantastico di una serie di libri fantasy, in cui tre ragazzini, i Chatwin, attraverso gli orologi, finiscono dal nostro mondo, devastato dalla guerra, a Fillory, luogo abitato da strane creature e da dei. Quentin, ragazzo fortemente problematico e psicotico, prende farmaci per evitare la depressione, la sua migliore amica è Julia, ragazza benestante, intelligente, curiosa e brillante che lo sprona a uscire dal suo mondo fantastico. Dopo un’accesa discussione i due finiscono, prendendo strade diverse tipo un ascensore, nella stessa aula per fare un esame assolutamente assurdo per entrare al College di Brakebills. Julia non lo passa, e le vengono tolti i ricordi, anche se lei, usando il vecchio trucco del dolore, riesce a mantenerli e torna alla sua vita. Quentin, invece, passa l’esame e viene accolto nella scuola. Conosciamo subito i suoi compagni: Penny è un sensitivo ma è anche un viaggiatore (viaggia tra i mondi), ma è di un’antipatia che non avete idea. Anche se non che Quentin sia meglio eh! Kady è una spia e intanto va a letto con Penny. Alice, la biondina nella foto, è una secchiona, figlia di maghi e per questo non accolta al meglio, diciamo che ha perennemente una scopa infilata su per il fondoschiena, ma conoscendola meglio… no resta così, si scioglie giusto un po’ ma niente di che, il suo scopo è quello di scoprire perché il fratello sia morto. Quentin viene subito preso sotto l’ala protettiva di Eliot e Margo, che ormai avrete intuito essere i miei preferiti.

Julia, dopo essere stata scartata dalla scuola, è ossessionata dalla magia tanto da finire in un covo clandestino di maghi gestito da Marina, la più grande stronza di New York (cit. Marina), a cui Kady fa riferimento, rubando per lei incantesimi e materiali.

Ogni episodio è molto bello con scene molto divertenti, tipo nel terzo episodio, ci sono due libri che copulano… quando si dice che la lettura prolifica.

Dio che battuta penosa, perdonatemi!

Sempre nel terzo scopriamo la verità sulla morte di Charlie, il fratello di Alice, che avendo usato troppa magia per aiutare un’amica, come risultato ha ottenuto di essere inglobato dalla stessa, trasformandosi in puro potere senza coscienza. Alice e Quentin provano a riportarlo nel mondo dei vivi, con risultati pessimi. Alice, dopo essere stata salvata da Quentin fa le valige e torna a casa sua. Ma non disperate, torna.

Tra il quarto e il quinto episodio vediamo Quentin che matura e intuisce che, per quanto la magia lo abbia salvato da una vita triste e solitaria, non può tutto. Difatti nulla può salvare il padre morente di cancro e ne fa le spese un tenero cagnolino di 150 anni.

Si preparano gli Hunger Games della magia, in cui gli studenti si sfidano per conquistare il favore di mentori più anziani in grado di aiutarli nel percorso di studio futuro, Quentin a Alice legano molto, mentre Penny cerca di controllare il suo potere di viaggiatore, finendo, per sbaglio, con una proiezione astrale, in una cella dove si trova una ragazza scomparsa del terzo anno, incatenata e torturata dalla Bestia. Chiede consiglio a Quentin e capisce di essere finito a Fillory.

Intanto Julia viene cacciata da Marina, perché a differenza sua, ha un cuore e lo usa per salvare Quentin da una prigione mentale in cui lo avevano spedito loro stessi (episodio n. 4 divertentissimo!). La poveraccia ci prova in tutti i modi a trovare un altro rifugio, o covo, di streghe in grado di soddisfare il suo bisogno ossessivo di altra magia, ma Marina le fa terra bruciata intorno, cancellando addirittura la memoria di lei, al suo ragazzo. Julia trova un alleato nella madre di Kady che, malgrado abbia abbandonato la figlia, vuole salvarla dalle grinfie di Marina, ma dopo un incantesimo andato storto, muore in modo orrendo, tanto da spingere Julia a cercare riposo mentale in una comunità.

Dopo la morte della madre, Kady viene scoperta e, prima di farsi togliere i ricordi, scappa rendendo Penny molto triste, (poverino!), solo che ciò lo porta a essere ancora più antipatico.

Quentin e Alice, mentre sono in ritiro per addestramento in Antartide, si trasformano in volpi e copulano sotto l’Aurora Boreale, ma tornati in forma umana Alice fa la ritrosa: è proprio una che flirta e poi non la dà. (che persona orrenda!) 😉

L’ottavo episodio è fondamentale per mettere a posto alcuni tasselli del puzzle. Difatti Mike, bel ragazzo biondo, nuova conquista di Eliot (ogni serie ha la sua coppia gay, e che coppia!), in realtà è posseduto dalla Bestia, e lo scopriamo a spese di un tenero coniglietto innocente. Mike cerca di uccidere Quentin, ma Penny si mette in mezzo e finisce all’ospedale pugnalato. Fortunatamente Mike viene ingabbiato in una cella dove non è possibile usare i poteri magici. Dal principio nega di aver pugnalato Penny, ma poi il Decano chiede l’aiuto di Eliza, una specialista che ha supporto Quentin nei primi episodi, che scopriamo essere Jane Chatwin, una delle protagoniste della storia di Fillory, che spesso ha aiutato Quentin in sogno. Jane ha uno scontro verbale acceso con Mike, alias Bestia, che riesce a ucciderla e a scappare dalla cella, ma viene bloccato dal Decano e ucciso da Eliot. Penny si salva grazie all’aiuto di Quentin, e la cosa gli rode da morire.

Ma l’uccisione di Jane è grave, tanto grave che anche il Decano ammette di fronte a Quentin che sono spacciati: “moriremo tutti in modo orrendo, e tutto questo non sarà servito a niente”. Ma c’è un lato positivo, Alice torna a fare sesso con Quentin, quindi non tutto è perduto!

Quentin, Alice e Penny vogliono trovare un modo per andare a Fillory e liberarsi della Bestia una volta per tutte e decidono quindi di andare nella residenza londinese di Povler, autore dei libri su Fillory. Eliot, sull’orlo del baratro dopo la morte dell’amante, li aiuta ad andarci, obbligandoli a portarlo con loro, quindi i 4 arrivano alla residenza, ormai diventata museo. Per Quentin è un sogno che si avvera, e, eludendo la guida, riescono a entrare nello studio dell’autore e scoprono una serie di informazioni inquietanti, tra cui la morte di alcuni bambini affidati a lui, durante la guerra, morti in circostanze misteriose. Cala la notte e la guida, arrabbiatissima, li trova e cerca di portarli fuori, ma purtroppo gli viene tagliata la testa. La casa sembra tornare nel passato tanto da mostrare Povler e sua sorella Prudence, alle prese con i bambini. Scopriamo una vera casa degli orrori, tra bambini torturati, avvelenati e purtroppo anche violentati. Povler era un pedofilo che amava fotografare e violentare Martin Chatwin. Jane non sospettava nulla, ma su richiesta del fratello, era riuscita a procurarsi una chiave che apriva le porte di Fillory, dato che Martin non riusciva più a entrarci.

Dopo varie peripezie, Quentin riesce a procurarsi la chiave, che è un bottone. Tornati a scuola, Penny nel toccare la chiave scompare e finisce a Nepuria, un luogo tra i mondi che funge da stazione metro, da cui per entrare in un mondo, si devono usare le fontane. Il Viaggiatore viene attaccato dalle guardie ma riesce a contattare Quentin infilandosi in un suo sogno, e che sogno!

Dopo un rituale magico erotico, che coinvolge un orgasmo simultaneo tra Alice e Quentin, Penny riesce a trovare la fontana di casa, ma prima riesce a mettere mano, grazie alla biblioteca di Nepuria, a un manuale sulle vicende di Martin Chatwin scoprendo che l’unico modo per uccidere la Bestia è forgiare un pugnale speciale. I ragazzi provano a fare degli incantesimi di previsione per affrontare la Bestia, ma tutti finiscono con la loro morte, tranne quello in cui vanno a Fillory. Decidono pertanto di andarci, ma hanno bisogno di imparare degli incantesimi da battaglia che, ovviamente, non sono affatto facili da memorizzare. Dato che Kady sapeva lanciarli, la cercano e lei spiega loro che l’unico modo per impararli velocemente è racchiudersi in uno spazio di calma indotto dalla meditazione. Non avendone il tempo trovano un incantesimo che annulla le emozioni, ma non possono usarlo per più di tre ore di fila, altrimenti le conseguenze emotive saranno disastrose come una notte di sesso estenuante tra Margo, Eliot e Quentin. Purtroppo Alice li vede e si vendica andando a letto con Penny. Beautiful tra i maghi!

Julia entra in un gruppo di terapia gestito da un mago e compie grossi miglioramenti, ma ben presto scopre che il gruppo vuole invocare una dea benevola per avere il potere di migliorare la vita delle persone; nello specifico tutti i membri hanno bisogno di un piccolo miracolo. La dea, durante un sogno, contatta Julia dicendole cosa procurarsi per invocarla. Kady, che fa parte del gruppo, aiuta Julia a trovare gli ingredienti.

Penny trasporta i ragazzi a Nepuria me vengono attaccati dai guardiani e Quentin finisce nella fontana e quindi ritorna a casa, gli altri scappano e vengono aiutati da Josh, uno studente del terzo anno, che li porta nel suo covo. Il ragazzo spiega al gruppo che si trova prigioniero a Nepuria perché sta aspettando i suoi compagni che sono dispersi a Fillory, dove erano andati tutti in massa grazie a Victoria, una viaggiatrice, per fare una vacanza di classe. Purtroppo Victoria e gli altri sono stati catturati ed è rimasto solo Josh, che vuole tornare a Fillory a salvarli.

Quentin, parlando con il Decano, scopre la vera identità di Jane Chatwin e il suo potere: modificare il tempo. Jane aveva cercato di trovare ogni soluzione possibile per uccidere la Bestia ma finiva sempre con la morte di Quentin e gli altri. Ogni volta cambiava qualcosa per vedere come andava a finire, dopo una trentina di prove andate male ha eliminato Julia dal gruppo di Breakbills, rendendola più forte. Dopo la morte di Jane non ci sono più possibilità di cambiare il tempo. Quentin, amareggiato, va da Julia a scusarsi e a raccontarle tutta la verità. Julia lo perdona e gli offre il suo aiuto per cercare Fillory e aiutare gli amici di Quentin, parlano anche del rituale per invocare la dea, rituale che ha funzionato alla grande dando a ognuno dei membri quello che più desiderava, ma la dea ha chiesto a Julia di cercare un grande potere. Dato che né Quentin né la sua amica sono viaggiatori, rubano una macchina del tempo nell’ufficio del Decano, attraversano il portale di Eliot che dà a Londra e, azionando la macchina, si ritrovano nel 1942. Grazie alle conoscenze di entrambi, seguono la Jane ragazzina attraverso uno dei portali per Fillory, et voilà! arrivano nel mondo fantastico. Anche Penny e gli altri passano il portale e non resta altro che ritrovarsi tutti.

Benvenuti a Fillory! Se vi aspettate una cosa tipo Narnia resterete incantati perché gli assomiglia un sacco. Il problema è che, Quentin e Julia, si trovano comunque indietro nel tempo, tanto da incontrare sia Jane ragazza che Martin. La prima cosa che fanno, con l’aiuto di Martin, è cercare il fabbricante di lame per averne una in grado di uccidere la Bestia, ma oltre al potere ci vogliono anni per forgiarla. Mentre ne stanno parlando, Martin scappa sentendo l’avvicinarsi dell’Orologiaia, la cattiva descritta nei libri. Sorpresa, la cattiva non è altro che Jane da grande, che riconosce subito Quentin e lo mette in guardia su Julia. Difatti qualcuno le ha messo un velo nella memoria in grado di nascondere qualcosa di tragico. Jane augura loro buona fortuna e li manda nella Fillory del 2016. Il Paese è caduto in miseria, ma i nostri amici si ritrovano tutti. Vanno dal forgiatore di lame per ritirare il pugnale del Leone, ma l’armaiolo chiede un pagamento piuttosto grosso: il matrimonio tra sua figlia e il supremo re di Fillory. Similmente a Narnia solo i terresti possono essere re e regine, sono quattro e, dopo una prova, scoprono che sarà Eliot il felice maritino. Quentin è delusissimo, ma Eliot anche peggio, dato che il matrimonio a Fillory è per sempre e non potrà tradire la moglie. Eliot accetta, capisce che è meglio così invece di torturarsi continuamente con l’alcool e le droghe.

Mentre Eliot passa la notte a “ingravidare la sua contadinotta vergine”, gli altri prendono strade diverse. Hanno scoperto, infatti, che il pugnale può essere usato solo da un maestro della magia e nessuno di loro lo è. Ragione per cui Quentin e Julia vanno a cercare Ember, mentre Alice, Penny, Josh e Margo vanno a liberare Victoria.

Così facciamo finalmente la conoscenza di Ember, fauno salsicciotto, puzzolente e sporcaccione, amante dei dolcetti. Scena pietosa, lasciatevelo dire. Questa caricatura di un dio, ammette che si sta nascondendo dalla Bestia dopo l’uccisione di Uber e che sta aspettando il paladino che sconfiggerà il nemico. Quentin si offre volontario e Ember gli dà l’arma per diventare più potente e impugnare il pugnale: il suo sperma, graziosamente dentro un barattolo gigante. Ember accorgendosi del velo che protegge i ricordi di Julia glielo toglie e la ragazza comincia a ricordare. Purtroppo, invece di invocare una dea benevola, Julia ha invocato un dio volpe ingannatore, che ha ucciso tutti i membri tranne Kady e Julia e ha assunto il volto di Richard, capo del gruppo. Kady riesce a fuggire, mentre Julia viene stuprata dal dio. Successivamente chiama Marina e le chiede di cancellarle il ricordo della violenza.

Intanto gli altri salvano Victoria e un altro signore che si rivela essere Povler, l’autore dei libri. Scopriamo che la Bestia è Martin e sta prosciugando la linfa vitale di Fillory bevendo dalla sorgente della magia da cui hanno avuto vita entrambi gli dei. Victoria e Josh scappano, mentre Quentin capisce di non essere lui il paladino e lascia l’onore ad Alice, che beve lo sperma e acquisisce la capacità di usare il pugnale.

“Fillory ha bisogno più di medicine che di magia” (cit. Margo)

I nostri eroi, armati e preparati, arrivano alla sorgente della magia che, citando le parole di Penny, è una “baracca di merda”. Effettivamente esteriormente assomiglia a una latrina. Al suo interno però, trovano lo studio di Povler, dove veniva abusato Martin, e poco dopo infatti, fa il suo ingresso anche lui. Subito sconfigge tutti, tagliando le mani a Penny e sbattendo gli altri contro la parete, ma prima di uccidere Quentin, Julia afferra la lama e la punta al collo della Bestia. Anche lei è potente dato che ha ancora in corpo lo sperma del dio stupratore, e gli propone un patto: lei gli darà il pugnale in cambio dell’uccisione del dio che l’ha violentata. E così si conclude la prima stagione di The Magicians.

Piaciuta? Io l’ho letteralmente adorata, è bellissima, ben poche serie mi sono piaciute così tanto. Quentin, malgrado sia l’eroe della storia, non lo è, anzi è veramente un ragazzo problematico e per nulla carino, ma decisamente più reale di molti altri. La storia, anche se magica, è violenta, divertente e anche erotica in certi punti, un misto tra American Pie e Narnia. Ve lo giuro è splendida!

Quindi cosa aspettate a farvi catturare dal mondo di Fillory? Alla prossima stagione!

 

Recensione a cura di:

Editing a cura di:

 

 

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS