Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie Tv: The Magicians 4×05 – “Escape from the Happy Place”

Recensione Serie Tv: The Magicians 4×05 – “Escape from the Happy Place”

Escape from the Happy Place

Progetto grafico a cura di Marina Alesse

Dopo la tristezza della precedente puntata finalmente spicchiamo il volo con un episodio denso di sentimento, sorprese e un pizzico di umorismo!

Iniziamo con una domanda. Sapendo che una persona è malvagia e potrebbe fare del male se liberata, e voi avete potere di scelta, lo uccidereste? È più o meno quello che sceglie di fare Alice con Cristopher Povler, l’uomo che abusò di Martin (1 stagione) facendolo diventare l’uomo falena. Costui, rinchiuso come lei nella Biblioteca si offre di aiutarla a recuperare i libri che parlavano di lei e degli amici, impedendo ai bibliotecari di rintracciarli. In cambio Alice deve portarlo con sé nell’evasione e usare una delle fontane per spedirlo in un posto felice, dove di sicuro proverà a molestare qualche bambino. Invece miss perfettina lo rinchiude nella fontana dei veleni condannandolo a morte certa. Quindi per una volta Alice mette da parte i moralismi e fa la cosa giusta. Però il tempo è agli sgoccioli e a Quentin, stando al suo libro, resta meno di una settimana.

Margo torna a Fillory come regnante avvisando Fen e il popolo della morte del precedente sovrano Eliot, ma non si abbandona alla tristezza preferendo ingabbiare le emozioni e comandare il regno anche perché esso è colpito da una nuova sciagura: gli animali parlanti non parlano più!

Julia viene contattata dalla dea Iris che le consegna un intruglio per intrappolare il Mostro nuovamente nel castello, ma se il piano non dovesse funzionare sarà la stessa Julia a farne le spese.

E fino a qui tutto nella norma ma la parte bella viene nel luogo felice, una dimensione all’interno del Mostro dove vivono altri mostri che si è mangiato e i due ragazzi di cui aveva posseduto il corpo, tra i quali il nostro Eliot. Quindi non solo è ancora vivo ma ha una possibilità di riprendere momentaneamente il controllo del proprio corpo, ma per farlo deve trovare la porta nascosta nel suo ricordo più triste. Così comincia il viale dei ricordi: dai più spassosi (es. eiaculazioni precoci) ai più dolorosi giungendo finalmente al più triste. Uno degli episodi della terza stagione ci aveva mostrato Eliot e Quentin in un passato a Fillory durato una cinquantina d’anni, oltre ad avere avuto un figlio Quentin si era innamorato di Eliot, ricambiato. Tornati alla realtà l’amico si era dichiarato dicendosi pronto a stare insieme ma Eliot, impaurito, si era rifiutato. Ecco, questo è il ricordo più doloroso di Eliot, che gli permette di trovare la porta e riprendere il controllo del suo corpo, anche se per poco.

Alice riesce a raggiungere Quentin e ad avvertirlo e a mettere a punto il piano per utilizzare l’intruglio divino per intrappolare il Mostro, ma nel momento decisivo il vero Eliot sbuca fuori convincendo Quentin della sua non morte. Subito l’amico si mette in mezzo prendendosi addosso l’intruglio ed evitandolo al Mostro, che torna padrone del corpo. Iris, allora, appare cercando di vendicarsi su Julia ma viene uccisa dal Mostro, che resosi conto della trappola sta per uccidere Quentin, ma Alice li salva tutti asserendo che era tutto un piano per uccidere Iris, al che il Mostro ne resta contento.

Come ultima scena Quentin manda via Alice, non riuscendo a perdonarla per il suo tradimento.

Ah … non è finita, anche Penny subisce una trappola, ma non si sa chi ci sia dietro, come finirà?

Episodio splendido grazie al nostro caro vecchio amico Eliot che devo ammettere mi mancava un sacco! Dai che riusciamo a salvarlo!

Alla prossima!

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS

StaffRFS