Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie TV: The Magicians 3×02 Heroes and Morons

Recensione Serie TV: The Magicians 3×02 Heroes and Morons

Rieccoci con una nuova puntata della serie più esilarante dell’anno, per me almeno!

Ora, per chi non c’era ancora arrivato, The Magicians è un miscuglio di film, citazioni e altre serie tv, sulla scia di Scary Movie, ma meno volgare e molto più divertente. Qui tutto è esagerato, ma si passa da momenti di puro divertimento tanto da scompisciarsi a momenti drammatici di puro terrore, che dire … la adoro! Quindi ci sta che non tutti l’apprezzino.

Tornando all’episodio vi svelerò un paio di colpi di scena niente male.

La storia delle sette chiavi. Capitolo primo. C’era una volta in un regno molto lontano, la figlia di un valoroso cavaliere. Il cavaliere aveva sempre desiderato un figlio maschio, a cui insegnare a combattere con la spada. Nonostante amasse sua figlia e lei amasse suo padre, a volte lei si sentiva come un peso e una delusione per lui. Un giorno una strega rapì il cavaliere. La figlia implorò la strega di liberare suo padre, la strega disse no, ma avrebbe potuto salvarlo a patto che fosse riuscita a portare a termine un’impresa. <<Esistono sette chiavi>> disse la strega << trovale e libererai tuo padre dalla prigionia, il castello è ai confini del mondo>>. La strega disse alla ragazza che la prima chiave l’avrebbe trovata su un’isola molto lontana dal suo regno. La ragazza navigò e superò le Isole Remote, il viaggio era pericoloso, ma la destinazione lo era ancora di più, perché niente era come sembrava nell’Isola Successiva”.

Purtroppo il libro si ferma qui, nel senso che le pagine si riempiono di nuove storie solo recuperando di volta in volta la chiave. La prima parte non vi ricordava un po’ Lady Oscar?

Attenzione, oltre agli spoiler sono presenti scene macabre, che potrebbero oltraggiare gli animalisti o amanti dei gatti.

Avevamo lasciato Alice braccata dalla Lampreda, che finalmente ho capito cosa cavolo è: un parassita che può possedere le persone privandole del controllo del proprio corpo. (Se vi interessa la parte non magica vi consiglio la pagina di Wikipedia).

Questa povera e orrida creatura ha visto la sua famiglia sterminata da Alice/Neffim a scopo scientifico, ragione per cui le sta dando la caccia. Riuscite a darle torto??! Un modo per capire se si sta avvicinando è procurarsi un micio giovane, che dinanzi alla lampreda miagola all’impazzata. Mi sento in dovere di avvertirvi che i mici non fanno una bella fine, addirittura uno esplode … non è esattamente una bella scena.

Eliot parte per la sua impresa, su una nave fatta di alberi senzienti e quindi dotata di personalità (se ti azzardi a offenderla ti butta a mare), difeso da una guardia del corpo, accompagnato dalla moglie e dalla figlia.

Nel mondo delle fate il tempo scorre più velocemente, tanto che la figlia neonata del re, gli viene presentata poco più che adolescente. Il nome della ragazza è Fray, diminutivo di Fragile Umana … “simpatiche” queste fate no?! La ragazza viene inviata come spia della Regina delle Fate che è stata indotta a credere che il re stia partendo alla volta dell’Isola per riscuotere tasse.

Margo a Eliot: “la tua impresa è un atto eroico, dico sul serio. Ma cosa fa la differenza tra un eroe vivo e un imbecille morto? Una decisione stupida. Quindi quando si tratta di essere coraggiosi o essere furbi sai quale scegliere, ok?”

Eliot non reagisce benissimo alla presenza della figlia, o meglio, diciamo che cerca di non affezionarsi, a differenza di Fen che sembra rinata e rinsavita. Dopo un lungo viaggio i nostri eroi giungono sull’isola e dopo un incontro-scontro con il capo villaggio riescono a impossessarsi della prima chiave.

Intanto sulla Terra avvengono una serie di scoppi magici, che danno origine a qualche “stramberia” dalla creazione di un dinosauro erbivoro fino ad arrivare a un’orgia a Central Park, la causa di tutto questo sono le batterie magiche create da Mayacovski in previsione di tempi morti, proprio come questo.

Dopo essere fuggito dall’Antartide cerca e sposa una sua vecchia alunna, la quale dopo essersi divertita un mondo, lo trasforma in un orso usando una batteria.

La batteria viene recuperata da Quentin e compagnia bella per guarire Penny.

Alla fine dell’episodio, mentre sono apparse altre scritte nel libro delle sette chiavi Quentin viene attaccato e posseduto dalla Lampreda.

Episodio come sempre meraviglioso se non fosse per il gatto esploso …

Danny, amante dei gatti

A questo Link trovate la recensione della prima puntata della terza stagione

 

 

Recensione a cura di:

Editing a cura di:

 

 

Gaia

Avatar
x

Check Also

I want a new drug

Recensione Serie TV: Grey’s Anatomy 15×22 “Head over High Heels”

Progetto grafico a cura di TessV Dopo la ...