Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie Tv: The Last Kingdom 4×01

Recensione Serie Tv: The Last Kingdom 4×01

the last kingdom

Progetto grafico a cura di Barbara

Ci siamo finalmente, dopo più di un anno di attesa, torna una delle serie storiche più belle che io abbia mai visto: “The Last Kingdom”.

Una serie televisiva britannica partita un po’ in sordina, ma che nelle stagioni successive ha avuto una grande crescita e che da domenica 26 Aprile è di nuovo disponibile su Netflix (non in italiano).

I fan si stanno già chiedendo se ci sarà un seguito e sebbene sia troppo presto per dirlo (come ben sappiamo tutto dipende dallo share) certo è, che con il termine della serie antagonista “Viking” le probabilità sono certamente maggiori.

Se ben ricordate, al termine della terza stagione, grazie al generoso gesto di Re Alfred, Uhtred viene sollevato da ogni obbligo verso i reggenti. L’uomo, ormai libero di vivere la sua vita si impegna a cercare di riconquistare Bamburgh, sua città di origine, dalla quale si è allontanato a causa di uno zio infame colpevole dell’assassinio del fratello e del tentato omicidio del figlio, e che ora è in lotta con gli Scozzesi intenzionati a espugnarne la fortezza.

Lasciando la città per intraprendere il suo lungo viaggio verso casa, Uhtred saluta con una silente ma intensa occhiata Aethelflaed, figlia di Re Alfred e sposa del malvagio Aethelred (re di Mercia), che segretamente è innamorata del nostro valoroso (e affascinate) protagonista.

Personalmente, ho amato Toby Regbo (l’attore che impersona Aethelred), sia in “Reign” che in “I Medici”, ma credetemi, nelle vesti di questo personaggio lo odio con tutta me stessa, tanto da augurargli il peggio.

E ora parliamo di questa prima puntata della quarta stagione, che si è rivelata davvero interessante dal punto di vista femminile.

Sono passati diversi mesi (se non anni) dal termine degli avvenimenti precedenti e con le prime inquadrature siamo catapultati nel nido d’amore di due amanti. Le immagini all’inizio sono scure ma tra mugolii sempre più intensi, finalmente da alcune inquadrature se ne scorgono le identità: si tratta di Uhtred e Aethelflaed!

Finalmente! Il ragazzo se lo merita davvero un pochino d’amore, spero solo che anche questa storia non sia destinata a finire malamente come le precedenti.

Purtroppo, i due sentono un rumore e timorosi di essere scoperti da Aethelred, si interrompono. Il giovane guerriero, armato unicamente della propria spada, va a controllare e scopre che un fedele servitore della principessa è venuto a richiamare la donna a casa per proteggerla dalle ire del marito.

Mentre Aethelflaed si avvia verso la reggia del fratello per fare visita alla madre, Uhtred ascolta gli aggiornamenti degli uomini mandati a pattugliare la sua città nativa. La situazione è tale da indurlo a formare una squadra di guerrieri (tra cui troviamo fratello Beocca e sorella Hild) e insieme a loro di recarsi a Wincester, per offrire a re Edward i suoi servizi in cambio di uomini per andare a espugnare Bamburgh. Il suo obiettivo è quello di unire i regni inglesi sotto un’unica nazione, ma il giovane sovrano non acconsente ad aiutarlo lasciando Uhtred nello sconforto.

Grazie a uno spirito indomito e una mente brillante il nostro guerriero escogita un nuovo piano: rapire il figlio primogenito dal convento in cui è recluso e convincerlo ad affiancarlo nella lotta. Il ragazzo all’inizio è reticente, ma alla fine accetta di liberarsi del saio.

 Puntata davvero bellissima, dai colori decisamente scuri perché svoltasi per la maggior parte in luoghi chiusi e bui; forse un pochino lenta, ma d’altra parte è comprensibile in quanto rappresenta la base per tutta la nuova stagione.

DarkSide

DarkSide

Lascia un Commento