Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie Tv: The Flash 6×07 “The Last Temptation of Barry Allen, Pt. 1 & Pt. 2”.

Recensione Serie Tv: The Flash 6×07 “The Last Temptation of Barry Allen, Pt. 1 & Pt. 2”.

Temptation

Sinossi dell’episodio 7:

La Crisi, e la conseguente morte di Barry Allen, è ormai alle porte. Il Dr. Ramsey Rosso infetta The Flash attraverso la trasfusione per aiutare Ralph. Nel frattempo al The Citizen Iris indaga su una tremenda cospirazione.

Sinossi dell’episodio 8:

Iris e Cisco combattono per aiutare Barry, infettato dal mostruoso Bloodwork, a riprendere il controllo di se stesso prima di perdere per sempre l’influenza di Ramsey. Nel frattempo il resto del Team Flash combatte per rivendicare il controllo di Central City dal crescente esercito di Bloodwork. Importante sarà l’aiuto di Allegra per evitare che l’epidemia si diffonda in città. Tornato normale, come il resto degli abitanti, Barry attende l’arrivo delle Crisi insieme alla sua famiglia.

La pressione in questo settimo episodio è alle stelle, proprio perché Ramsey mostra e porta Barry a quella tentazione di mettere se stesso prima di tutto, sapendo su cosa andare a premere pur di farlo crollare. Ho sempre pensato a quanta forza mentale, tra tutti gli eroi DC, ci dovesse essere per affrontare le situazioni; e senza nulla togliere agli altri, quella che ancora una volta dimostra Barry è la consapevolezza che seppur eroe, prima di tutto è un uomo e un ragazzo che vuole avere una vita tranquilla nonostante desideri aiutare gli altri.

Un’interpretazione eccellente da parte di Grant Gustin, che mostra quanto per il suo personaggio, sia una lotta interna difficile da vincere. Eppure tutti avremmo pensato che l’avrebbe scampata fin dall’inizio e invece… la sua momentanea sconfitta dimostra quanto queste crisi spaventino davvero Barry.

L’episodio si apre due giorni prima della presunta morte di Barry nelle Crisi e penso che siamo anche in ritardo nell’affrontare i sentimenti come rabbia, oscurità, dolore e ingiustizia per lui. Gli viene mostrata come sarebbe la sua vita, il negargli all’inizio di poter prendere in braccio la piccola Nora è stato fortemente doloroso. A rincuorare da un lato è il fatto che la forza della velocità cerca di aiutarlo, e nonostante tutto è comprensibile che Barry rinfacci quello che ha sempre dovuto perdere o a cui ha rinunciato. Eppure non sarebbe lui se non avesse fatto, o rinunciato, o combattuto per arrivare dov’è adesso.

Barry si risveglia e solo Iris capisce che qualcosa non va.

Eppure non è solo la prospettiva di Barry che si affronta… Anche Iris messa alle stretta da Allegra rivela alla fine alcuni dettagli su Barry e Flash. Ma non è questo ciò che porta Iris West nell’episodio. Tralasciando l’insistenza di Allegra sul fatto che viene tenuta all’oscuro, e ciò non mi fa apprezzare il suo personaggio neanche un po’, le donne del The Citizen scoprono un’interessante pista su cui indagare.

Nell’ottavo episodio, nell’ultima parte di questa interessante oscurità di Flash, tutto viene accantonato per concentrarsi su quanto sta accadendo in città. I laboratori vengono messi sotto protezione; un’idea fantastica di Cisco, ma se riuscisse a non oscurare i contatti con il mondo oltre la barriera protettiva, sarebbe magnifico. Comunque, alzata la barriera, Ramsey cerca di attirare il team fuori, e la solita Iris ci casca. Cisco ci prova a sconfiggere l’uomo pur sapendo che liberare Flash non lo salverà del tutto; eppure Iris ci spera sempre, e siccome il suo punto forte è capire se Barry è davvero Barry, ci prende in pieno. Almeno su questo! No, a parte gli scherzi, questi due episodi mi sono piaciuti molto, più la prima parte perché era una rappresentazione del dolore e della sofferenza, seppur mentale, di Barry.

Insomma, tutto un’infezione per arrivare all’Acceleratore di particelle, con Allegra che salva la situazione. Per quanto ci provino a inserire la ragazza nel team, oltre che al giornale, non mi entusiasma proprio.

Altra cosa che non capisco, è il ping-pong che si gioca con Caitlin e Frost durante gli episodi, e a dirla tutta, Frost riesce anche a stimolare Allegra a far del suo meglio. Con una conversazione gli autori riportano Caitlin per le Crisi e seppur felice, sono… Beh, non lo so come mi sento. Delusa, felice, amareggiata… oramai non riesco a pensare a qualcosa di concreto sul fronte Caitlin, è solo un enorme casino!

Le Crisi sono arrivate, che succederà?

Intanto Nash Wells è stato portato all’interno della grotta…

 

 

DarkSide

DarkSide

Lascia un Commento