Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie TV The Boys -2×04- “Nothing like it in the world”

Recensione Serie TV The Boys -2×04- “Nothing like it in the world”

Nothing like it in the world

Progetto grafico a cura di Maria Grazia

Quarto episodio di The Boys, Fenici, e io sto pensando a cosa dirvi. Mi sono resa conto che questa serie cambia completamente, se non viene bingata: è possibile? I primi tre episodi erano una pepsi ghiacciata in una torrida estate, ma questo è qualcosa di diverso, più lento forse.

Patriota si sente vessato, una vittima dei disastri che i super intorno a lui stanno combinando; inoltre ha su di sé il peso della pressione mediatica causata da Stormfront, che sembra volergli sottrarre il ruolo di leader dei Sette, sfruttando l’opinione pubblica.

L’episodio si concentra principalmente su di lui e sulla sua follia. Vorrebbe avere un sostegno emotivo, ma ha ucciso l’unica donna che lo ascoltava e ora si ritrova a parlare con lei tramite Doppleganger, un Super in grado di assumere l’aspetto di chiunque, ma questo non è sufficiente a fargli trovare pace.

Non ha bisogno di nessuno, e quando Doppleganger si trasforma in lui nella speranza di appagarlo, Patriota lo uccide, uccidendo in un certo senso anche se stesso.

La grandiosa performance di Antony Starr quasi ci fa dimenticare che anche i “buoni” fanno qualcosa in questo episodio, quindi ecco che seguiamo ML, Hughie e Starlight che vanno a parlare con una donna, vittima dell’aggressione di una Super negli anni ’70: Liberty le ha ucciso il fratello davanti agli occhi, e lei se la ricorda bene.

Un momento.

Liberty è Stormfront? Com’è possibile? Il composto V le ha rallentato l’invecchiamento?

Infine c’è Butcher, che finalmente è riuscito a scoprire dove vive la sua rediviva moglie e accorre da lei, convincendola a fuggire insieme. Il loro rapporto è immutato, nonostante sia passato un decennio da quando è stata stuprata da Patriota ed è scomparsa, ma purtroppo per lui ora Becca ha un figlio a cui pensare e sa perfettamente che suo marito cercherà di disfarsene. Decide quindi di restare nella struttura Vought per proteggere il bambino.

2x04 the boys rfs 2

È tremendo come tutto sembrasse andare a rilento, senza Patriota sullo schermo.

Un personaggio così potente, un attore così incredibile, finiscono con l’affossare l’intero cast, facendo passare in secondo piano anche le storyline più importanti, come l’omosessualità di Queen Maeve o la pazzia di Stormfront.

In qualche modo, prima o poi, dovranno togliere al Leader dei Sette questa sua aura di onnipotenza, e mi chiedo dove andrà a finire lo show senza di lui. Non voglio eccedere in elogi, sia mai, ma in giro si leggono paragoni tra Patriota e i Joker di Ledger e Phoenix e sinceramente non li trovo poi così eccessivi.

Una performance potente che purtroppo nell’economia di un episodio a settimana fa perdere di vista l’insieme.

Forse, e dico forse, hanno ragione i detrattori che volevano l’intera serie pubblicata subito.

 

Fulvia Elia

Fulvia Elia

Lascia un Commento