Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione serie TV: Supernatural 13×18 “Bring ‘em back alive”

Recensione serie TV: Supernatural 13×18 “Bring ‘em back alive”

“Ogni maledetta volta che ci avviciniamo va tutto in frantumi” (cit. Dean)
Finalmente un episodio divertente! Come fa un episodio di Supernatural a essere divertente? Facile, basta ricorrere al Diavolo. Ma vi rendete conto che senza sua eccellenza malefica gli episodi sono solo noiosi??? È triste se ci pensate. Comunque sia, per fortuna c’è lui!

Cosa succede in questo episodio? Eh, succedono un paio di cose importanti, come la morte di Asmodeus. Siiii!!!!! Finalmente crepa! Era ora, non ne potevo più di quel suo accento orrendo né del suo completo bianco inamidato che non si sporcava neanche con il sangue.
Ricapitoliamo per gradi.

Dean e Ketch sono entrati nell’altro mondo, ma non sanno dove cercare Jack e mammina triste, mentre l’ex Umanista procede cautamente, Dean avanza come se il mondo fosse suo, con il risultato di farsi sparare da un cacciatore di umani che lo ferisce gravemente, ci pensa Ketch a curarlo. I due assistono alla cattura di una donna incappucciata, che altri non è che Charlie. Sì, la famosa Charlie, l’amica ormai morta di Dean e Sam.
La ragazza viene trascinata via dagli angeli per essere interrogata, ma viene salvata dai nostri. Charlie è l’unico contatto che hanno per trovare gli altri. Ketch rimanda Dean indietro per chiamare rinforzi, mentre lui e Charlie procedono verso la Resistenza.

Nel Bunker Gabriele ritrova la sanità grazie a Sam e racconta a lui e a Cass la storia della sua non morte e di come poi sia stato catturato da Asmi, che lo ha usato per rafforzarsi. Purtroppo il cattivone idiota li trova, ma Gabriele lo uccide, evviva! Mannaggia a lui, il redivivo Arcangelo non vuole assolutamente fare squadra e se ne va poco prima dell’arrivo di Dean venuto in cerca di aiuto. Oramai senza Grazia possono fare ben poco.

Lucifero, in Paradiso, sta facendo cercare Jack, ancora non sa che non si trova sulla Terra, intanto prova a fare Dio, ma si arrende dopo un paio di minuti. Il malvagio diavoletto è molto irritato perché la gente non lo amerà mai, inoltre non ha idea di come creare nuovi angeli e se la cosa dovesse venire fuori sicuramente gli angeli lo caccerebbero.

Ma ora che Asmi non c’è più cosa gli impedisce di riprendersi gli Inferi? E Gabriele, rinsavirà per aiutare i Winchester? Di chi sarà la Grazia per aprire un nuovo portale?

Spero che il prossimo episodio ci dia qualche risposta. Intanto continuo il mio balletto della felicità per la morte di Asmi!

Romanticamente Fantasy

Romanticamente Fantasy
x

Check Also

Feather

Recensione Serie Tv: Light As A Feather – Prima Stagione –

Salve, Fenici!     Oggi vi parlerò di ...