Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie TV – Superman & Lois Episodio 15

Recensione Serie TV – Superman & Lois Episodio 15

Progetto grafico a cura di Francesca Poggi

 

 

Ed eccoci qui al finale di stagione.

 

Ed eccoci qui al finale di stagione.

Devo fare una confessione. Non sono un’amante delle serie tv sui supereroi. Il più delle volte mi annoiano. Motivo per cui ero abbastanza scettica quando ho iniziato a vedere Superman & Lois.

Questa serie mi ha fatta ricredere. Penso che gli sceneggiatori e i registi abbiano fatto un buon lavoro, riuscendo a trovare un’ottima combinazione di eventi ed emozioni che cattura l’attenzione dello spettatore. O almeno, ha catturato la mia.

L’episodio inizia con Superman che torna da Lois, frustrato per non essere riuscito a trovare il figlio.

Intanto, la famiglia Cushing cambia idea e decide di restare a Smallville; quella è casa loro e ha bisogno e del loro aiuto.

Come ho ribadito nelle recensioni degli ultimi episodi, l’evoluzione di Lana e Kyle è stata una piacevole sorpresa. Alla fine hanno deciso di non tirarsi indietro e hanno capito che la soluzione non fosse fuggire, ma restare e combattere per loro stessi e per Smallville.

Da questo momento in poi vediamo la situazione degenerare lentamente ma inesorabilmente. Agli abitanti di Smallville non resta altro che scappare dalla città attaccata dai Kryptoniani.

La cosa più inquietante dell’episodio è stata vedere il generale Zod impossessarsi del corpo di Jordan e combattere contro Superman, incapace di fare del male al figlio.

Come dico dall’inizio della serie, ciò che mi ha conquistata è stata la rappresentazione delle sensazioni umane, le emozioni, i sentimenti, i legami familiari e come questi siano più potenti dei poteri alieni del nostro supereroe.

In molti episodi è stato l’amore per la famiglia che ha funto da deus ex machina salvando la situazione ed evitando che tutto finisse in catastrofe. Anche nell’ultimo episodio è andata così. La forza dell’amore e il profondo senso della famiglia hanno dato a tutti i personaggi la forza per non arrendersi e continuare a combattere. Sapere di non essere soli e di essere amati: sono questi i valori che alla fine hanno trionfato.

«Volevo solo una famiglia, Kal» è l’ultima frase di Zeta-Rho. Mentirei se dicessi di non essere stata toccata dalla potenza e dall’intensità di queste parole che hanno fatto emergere tutta la solitudine, il dolore e la malinconia dell’antagonista che da sempre era stato mosso dalla ricerca di un posto nell’universo, di qualcuno da amare e da cui essere riamato a sua volta per non sentirsi più solo.

 

La fine di quest’episodio lascia gli spettatori con un colpo di scena che crea grandi aspettative per la seconda stagione.

Sono sicura che ne vedremo delle belle!

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Francesca

Lascia un Commento