Home » Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip » Recensione serie Tv: Supergirl S4e04 “Ahimsa”

Recensione serie Tv: Supergirl S4e04 “Ahimsa”

Supergirl S4e04 “Ahimsa”

Supergirl S4e04 "Ahimsa"

Progetto grafico a cura di TessV

Salve gente

L’episodio si divide in due storie parallele, che solo verso il termine della puntata, si fondono per avere una soluzione finale.

Mentre J’onn è alla ricerca di Fiona, incontra il suo ragazzo Manchester Black che si dimostra un buon alleato. Alex deve far fronte ai vari agenti che tradiscono, disertano, la DEO, mentre sia Lena sia Brainy lavorano per purificare l’atmosfera terrestre dalla kryptonite. Seguedo il suo istinto, Alex ha trasgredito agli ordini del Presidente, che per punizione, manda un Colonello per sovraintendente alle  operazioni future. Di male in peggio aggiungerei!

Intanto, Agent Liberty sembra pronto a qualsiasi cosa pur di andare avanti con i suoi scopi dopo la morte dei fratelli. Il clone di Kara, dopo essere stata protetta dalla kryptonite, ricomincia l’addestramento.

Questa settimana Supergirl torna con un episodio ricco di contenuti, più a livello emotivo che d’azione. Tutto sommato mi è piaciuto più del precedente e finalmente vediamo la conclusione  della storia dei fratelli Graves.

Il personaggio di J’onn deve affrontare un conflitto interiore. Si sente in colpa per non aver ascoltato Supergirl e per non essere riuscito a mantenere la promessa che aveva fatto a suo padre, per questo motivo, J’onn non riesce ad utilizzare al meglio i suoi poteri per trovare l’amica Fiona. Come sempre, trova conforto in Alex che allo stesso tempo sta affrontando i propri sensi di colpa derivanti dalle grandi responsabilità di direttrice. Brainy sperimenta con il pianto sentimenti come rabbia e frustrazione, Lena riesce ad aiutarlo facendogli capire queste emozioni umane.

Sul fronte Guardian c’è poco da dire. James, nonostante potesse essere chiamato di nuovo in causa, torna ad indossare i panni del Guardiano ma, come Nia Nal prevedeva, i risvolti non sono dei migliori.

L’immagine dell’uomo viene utilizzata per scopi negativi, in contrasto con le sue azioni. Ho visto tutto questo come una forzatura. La figura di Guardian deve trovare la sua giusta collocazione.

StaffRFS

StaffRFS