Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie TV: Supergirl 4×19 “American Dreamer”

Recensione Serie TV: Supergirl 4×19 “American Dreamer”

All About Eve
Progetto grafico a cura di TessV

Salve Fenici.

American Dreamer riprende dagli eventi della settimana scorsa, dove Lex Luthor era riuscito a realizzare il suo piano che prevedeva la Red Dauther in prima linea. National City non è più un luogo sicuro per coloro che credevano lo fosse e mentre Lockwood continua la sua crociata verso la cattura di tutti gli alieni nei limiti di legge, Kara trova il modo di infondere speranza grazie alla Sognatrice, che è l’unica a difendere le strade della città senza Supergirl. Intanto James scopre, grazie a Brainy, il metodo per controllare i suoi poteri e il motivo scatenante. Un tuffo nel doloroso passato per il fratello e la sorella Olsen, che si ritrovano più forti di prima.

Lena affronta la sua paura di donare fiducia agli altri con Kara, trovando così l’ultimo tassello che collega finalmente Lex alla base militare in Kasnia.

Lo scorso episodio non è stato per niente di mio gradimento, come spesso accade ultimamente. Davvero un livello basso per la serie, che nonostante tutto continua la sua voglia di migliorarsi. A differenza del precedente, questo è stato carino, sebbene alcuni punti siano stati ripetitivi a causa della mancanza di ispirazione (a questo punto voglio sperare che sia questo).

Su Dreamer nulla di nuovo, a parte qualche trucco in più nel combattere. L’interpretazione della ragazza lascia sempre a desiderare, ma dopo averlo ribadito più volte, mi sembra inutile proseguire il discorso. Kara versione reporter mi piace, e sono contenta di vedere questo suo lato emergere sempre di più grazie alle indagini contro Lex. Unica cosa che non riesco, o meglio voglio, capire è il motivo per cui la super eroina non abbia detto la verità a Lena.

Il finale su J’onn a Marte non capisco cosa c’entri, ma potrebbe essere un modo di collegare gli eventi successivi.

Correte a vedere il promo rilasciato come farò io tra pochi attimi… A presto!

StaffRFS

StaffRFS