Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie Tv: Stargirl – 1×10 – “Brainwave Jr.”

Recensione Serie Tv: Stargirl – 1×10 – “Brainwave Jr.”

Brainwave

Progetto grafico a cura di Vita Firenze

Puntata notevole, se proviamo a dimenticare l’opposizione DC e Marvel riusciamo a gustarci questo, per ora piccolo, capolavoro di maestria nel dosare con il contagocce i fatti importanti.

Per chi volesse cimentarsi nello scrivere delle sceneggiature avrebbe veramente molto da imparare, chi invece vuole solo divertirsi, beh che dire, qui c’è molta carne sul fuoco.

Partiamo dalla fine della scorsa puntata che era solo un episodio di transito, un momento di pausa per farci assaporare quel che viene dopo.

Henry Sr. si è risvegliato, e Barbara scesa in cantina nel momento sbagliato ha visto la Staffa. E ripartiamo proprio da lei che non reagisce bene a questa novità. Anche se i fatti accaduti le vengono spiegati da un serio e sincero Pat e non da una pazza esaltata Courtney (sempre più odiosa) Barbara proprio non ne vuole sapere e, dopo averlo sbeffeggiato, caccia di casa il povero marito.

Sull’onda della rabbia il mattino seguente intima a Courtney di preparare i bagagli perché se ne andranno da Blue Valley il pomeriggio stesso. Cosa su cui Pat è pienamente d’accordo.

Ma quando lui la raggiunge in ufficio per dirglielo, arriva Jordan con genitori al seguito che le portano una torta come ringraziamento per la bella serata e parlano fra loro in norvegese.

Barbara, che è più sveglia di quanto potrebbe sembrare, prima li registra e poi ascolta la traduzione, così capisce che Pat non le stava mentendo.

Una chicca, fate attenzione alla mail che lei spedisce.

Dall’altro lato troviamo il cattivo Henry King Sr. che si è risvegliato, ma che ha dimenticato gli ultimi dieci anni della sua vita. Cosa che rende felice il figlio Henry Jr. perché per un po’ sembra una persona diversa, quasi umana azzarderei.  Peccato che il tutto duri veramente poco, ma questa è un’altra storia.

Henry Sr. ricorda solo la morte della moglie Merry e racconta al figlio che lei era la sorella di Starman e che quando loro hanno distrutto la Justice Society lei era in pericolo. All’apparenza l’ha uccisa Jordan ma…la sorpresa sconvolgente ci aspetta alla fine di questo incredibile episodio.

Quando Henry Jr. vede Jordan che porta via suo padre dall’ospedale, convinto che lo abbia rapito, va a chiedere aiuto a Courtney.

La Staffa che riesce a essere quasi più stupida di Courtney stessa, si fa imprigionare da Jordan. Così Courtney, la squadra e Henry Jr. al seguito scendono in una missione suicida nei sotterranei.

Qui, ovviamene succede di tutto. Gli occhiali di Beth smettono di funzionare e, siccome i sotterranei sono un dedalo di cunicoli, sono costretti a separarsi.

Courtney, Henry Jr. e Yolanda da una parte e Rich e Beth dall’altra. Questi ultimi trovano la cella dove è detenuto Solomon Grundy, l’assassino dei genitori di Rich, il quale ovviamente si fa prendere dalle smanie di vendetta, ma dimostra di essere decisamente poco sveglio. Per quanto la clessidra di suo padre lo renda forte, la cella è fatta per contenere la forza del supercattivo iperfortissimo. Risultato…il piccolo non riesce a fare nulla…per sua grande fortuna aggiungo.

Il vero combattimento succede con l’altra squadra. Malgrado abbiano cercato di entrare nella sala dove Henry Sr. è attaccato alla famosa macchina, senza farsi scoprire, Cindy,che è ancora rinchiusa in cella, si mette a sbraitare implorando il padre di lasciarla uscire e combattere. Ovviamente lui la ignora, ma manda i suoi fantocci contro i tre.

Come previsto da Yolanda, se non ci fosse lei a guardarle le spalle, Court “sono la superfiga, ma incapace e imbranata” si sarebbe fatta uccidere almeno una dozzina di volte.

Henry libera il padre, Yolanda la Staffa e tutti insieme scappano.

E qui mi fermo, il finale infatti è una vera perla che vi lascio gustare.

Che dire, se non fosse per Courtney che sarebbe da prendere a schiaffi un secondo sì e l’altro anche, -Barbara caspita ma che hai combinato? -E Rich che non ragiona o meglio fa ragionare sempre la sua rabbia, sarebbe una serie veramente spettacolare. Ci sono dei momenti infatti dove i cattivi sono decisamente mille volte meglio e più intelligenti dei buoni, quindi…voi da che parte state?

Serena Oro

Avatar
Lilian Gold

Lascia un Commento