Home » Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip » Recensione Serie Tv: Riverdale – S4×E09 “Tangerine”

Recensione Serie Tv: Riverdale – S4×E09 “Tangerine”

The Ice Storm

 

Recensione con spoiler

 

 

Il testo scritto da Jug vince la competizione e DuPont gli conferisce il ruolo di nuovo ghostwriter per la collana Baxter Brothers, ma il ragazzo non sa se accettare la proposta. Così chiede aiuto a Charles perché vuole scoprire la verità riguardo al furto dell’opera da parte di DuPont ai danni del nonno. L’agente dell’FBI riesce a rintracciare nonno Forstythe.

FP mostra ad Archie alcune sue foto in veste di vigilante e gli chiede di smettere di mettersi in pericolo e di concentrarsi sul centro, ma il ragazzo non può lasciare Dodger a piede libero. Così lo sceriffo si offre di aiutarlo e insieme – FP con il giubbotto dei Serpents – ingaggiano una rissa contro un paio di tirapiedi di Dodger, uscendo vincitori.

Il sindaco, Hiram, revoca la licenza di vendita degli alcolici al locale di Veronica; la ragazza, che non vuole cedere ai suoi soprusi, organizza una grande serata prima che entri in vigore il divieto. Hiram, per continuare a metterle i bastoni fra le ruote, invita con un inganno la signora Shoshana Rutherford, reclutatrice della Columbia, per farla assistere allo spettacolo della figlia e vanificare la sua iscrizione al collage.

Alice racconta a Betty che Polly ha aggredito un’infermiera nel centro in cui si trova. La ragazza, nonostante abbia visionato un video dell’accaduto, non crede che sua sorella sia capace di una cosa del genere e va da lei. Polly si proclama innocente con forza: non ricorda nulla dell’accaduto, se non che si è ritrovata improvvisamente distesa sul letto e legata come fosse pazza. Betty ne parla con la madre e nello stesso momento squilla il telefono di casa. Alice risponde e un istante dopo pare soggiogata: prende un grosso coltello dal cassetto della cucina e tenta di aggredire Betty.

 

Betty schiocca le dita (?) e la donna torna in sé, lasciandole intendere che dietro a questi evidenti casi di ipnosi ci sia lo zampino della fattoria.

Cheryl organizza una riunione con la “famiglia”: il corpo imbalsamato di Jason alla sua destra e la bambola posseduta dallo spirito di Julian a sinistra. Ha riempito l’intera stanza di repellente per scarafaggi ed è pronta a morire soffocata da quel veleno, ma è un tranello. Una porta nascosta si apre e rivela la figura di sua madre, mentre Cheryl ha indosso una maschera anti-gas. Cheryl lega la donna a una sedia e l’accusa di averla sempre maltrattata e odiata. Alla fine deciderà di rinchiuderla nel bunker.

Jug parla con suo nonno il quale gli rivela che DuPont non ha rubato la sua idea, ma l’ha comprata. Poiché l’uomo ha venduto il progetto a pochi dollari rispetto al valore che ha guadagnato l’opera, con il tempo aveva cominciato a bere e a sfogarsi sulla famiglia. Jug racconta tutto a FP e gli chiede se sia intenzionato a rivederlo. Il padre acconsente, ma quando Jug torna alla roulotte del nonno, questi non c’è più. Sconsolato, il ragazzo torna nella sua camera del dormitorio e firma il contratto come ghostwriter. D’improvviso un biglietto viene inserito sotto la sua porta: qualcuno lo invita ad andare nella foresta. Jug si reca sul posto trovando Bret e gli altri compagni di classi in tonaca. I ragazzi lo accerchiano e Jug crede che vogliano ucciderlo, ma in realtà è un’iniziazione: Jug è stato scelto per entrare a far parte della società segreta Penna e Teschio.

Dopo lo scontro Archie ed FP sono al Pop’s quando all’improvviso entra un uomo mascherato che spara allo sceriffo. FP viene ricoverato in ospedale e Archie scopre che è stato Dodger a inviare il sicario. Così, pur avendo promesso allo sceriffo che non l’avrebbe più fatto, corre a vendicarsi. Archie affronta Dodger, il quale lascia la pistola per scontrarsi con lui a mani nude, e, ovviamente, il ragazzo vince.

V, che in precedenza aveva contattato la nonna materna dalla quale aveva ricevuto la ricetta per la preparazione del rum del padre, viene minacciata da Hiram di denuncia se userà la sua miscela, essendo stata da lui brevettata. A fine serata V scopre che la reclutatrice della Columbia non è rimasta sconvolta dal suo spettacolino sexy sul palcoscenico, anzi è interessata alla sua storia personale.

Betty va in carcere a trovare Evelyn, l’innamorata folle di Edgar, scoprendo che è stata lei a telefonare ad Alice e a Polly attivando il meccanismo dell’ipnosi. La parola chiave è “mandarino” ripetuta tre volte e Betty ha paura che possa trasformarsi anche lei in un mostro. Così chiede aiuto a Charles, il quale ripete la parola per permetterle di vivere una sorta di regressione a quando era piccola, precisamente all’instante in cui aveva ucciso il suo gatto. Betty ferma la piccola se stessa che stava per colpire l’animale con una pietra e le dice di andare a giocare; ritornata in sé, crede di aver sigillato la sua parte oscura attraverso la risoluzione di quel dramma (?).

Cheryl decide di porgere l’ultimo saluto a Jason. Invita Veronica, Archie, Betty e Jug al funerale del fratello e, insieme a Tony, dà fuoco al corpo di Jason, adagiato su un lettino galleggiante, per poi lasciarlo andare nel fiume.

L’episodio si conclude con Archie, Veronica e Betty che trovano il cadavere di Jug disteso nel bosco. Archie si volta verso Betty e dice: «Che cosa hai fatto, Betty?»

 

 

Perché quando si parla di Betty devo sempre usare i punti interrogativi che esprimono confusione? Invito tutti gli psicologi e psichiatri a buttare nel gabinetto la loro abilitazione all’ipnosi perché a quanto pare basta schioccare le dita per risvegliare il paziente dalla trance! Senza che, per altro, riporti danni per il repentino cambiamento di status mentale. Poi la regia mi dirà come Betty facesse a sapere che quel gesto l’avrebbe aiutata.

Quando Betty racconta la vicenda vissuta con Evelyn a Charles, l’uomo prova per la prima volta ripetere “mandarino” per tre volte – e qui mi viene da dire: ma veramente? Non c’era un’altra parola? Sul serio avete scelto “mandarino”? Mah… – e a Betty non accade nulla. Dunque, perché in un secondo momento quella magica parola le ha permesso di tornare indietro nel passato? Espediente a mio dire molto inutile. Soltanto per indurre lo spettatore a pensare: «Adesso Betty ha risolto tutto e non è più un pericolo». E invece no! Perché il finale induce, ovviamente, a credere che sia stata lei, di sicuro attivata dal mandarino, a colpire Jug.

La storia di Hiram e Veronica mi sta annoiando parecchio. Immagino che nessuno dei due riuscirà mai ad averla vinta, perciò ci vorrà qualcosa che li riavvicini. Forse l’accusa di tentato omicidio che verrà mossa contro Veronica? Poi mi chiedo, ma Hermosa dov’è finita? Ha fatto la sua comparsa per gettare scompiglio e poi è sparita. Un pessimo deus ex machina.

Avrei da ridire anche su Archie… Un ragazzo contro un uomo che riesce a batterlo nonostante abbia tirato fuori un coltello. Non solo, inizia a picchiarlo così tanto che per poco non lo uccide. Ho capito che Archie è fuori controllo per via della perdita del padre, ma ne sta combinando una dietro l’altra. Poi secondo quale legge Dodger deve finire in carcere per aver fatto del male a dei ragazzini e Archie non per aver pestato nella notte varie persone?

Interessante è l’apparizione di Frank, fratello del defunto padre di Archie. Staremo a vedere!

 

Eve

Eve

Lascia un Commento