Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Riverdale 3×09 “Chapter forty – four: NO EXIT”

Recensione Serie Tv: Riverdale 3×09 “Chapter forty – four: NO EXIT”

NO EXIT

Progetto grafico a cura di TessV

Il finale della prima parte della terza stagione, avvenuto prima della pausa invernale, ci aveva mostrato Riverdale in quarantena e i suoi abitanti segregati all’interno, con qualche eccezione fatta per chi è rimasto fuori che ha dovuto aspettare che venissero riaperte le ‘porte’ della città. Questa nuova puntata fa un salto temporale e ci porta già al momento in cui la quarantena è finita e tutti hanno ripreso la loro vita; tutti tranne Archie, che è ancora in fuga insieme a Vegas. Fuga che viene temporaneamente fermata da un orso grizzly che attacca il Paladino Rosso, che a sua volta è costretto a chiamare i soccorsi. Mentre li aspetta e cerca di fermare l’emorragia ci mostra quelle che sono le sue allucinazioni, che lo riportano a giocare a D&D con diverse persone, alcune delle quali morte.

I Serpents, nel frattempo, fanno i conti con il fatto che nessuno voglia assumerli per lavorare e si cercano soluzioni alternative, una delle quali costringe Fangs a spacciare per conto della banda di Hiram. Oltre al giovane, anche Tony e Cheryl cercano un modo creativo per passare il tempo: rubare. Quando tutto questo viene allo scoperto, anche a causa del fatto che è stato sottratto un oggetto di valore ai Lodge, Jughead dovrà fare una dura scelta per far rispettare le regole: cacciare chi ha disobbedito. Ma prima della conclusione della puntata vediamo come il re dei Serpents cerchi di dare una seconda possibilità a Fangs, mentre gli altri si apprestano a lavorare per Veronica.

Betty, dopo la fuga dalle Sorelle, cerca in tutti i modi di incastrare in tribunale Hiriam, ma non tutto va a gonfie vele. Le sorelle, una volta uscite di prigione, vengono trovate morte, mentre i ragazzi che erano imprigionati sono stati mandati alla fattoria.

La pausa invernale è finita e ci ha riportato Riverdale, ma se devo essere sincera non ho sentito molto la sua mancanza. La prima parte della stagione non mi ha affatto entusiasmata, ma spero che questa seconda sia molto migliore anche se le premesse…potrebbero farmi già ricredere.

Tralasciando il fatto che questa serie sta arrivando ai limiti dell’assurdo, tanto che sono arrivata a domandarmi: cosa cavolo stavo guardando. Aldilà di questo, non tutto è perduto, almeno per ora.

Mi sono piaciute molto le scene tra Cheryl e Tony, che sono una delle mie coppie preferite, anche se mi è dispiaciuto un sacco che abbiano dovuto lasciare i Serpents; Jughead è stato abbastanza duro in questa puntata, ma credo che, come già si è visto, ritornerà sui suoi passi e sistemerà anche le cose per la sua banda e i suoi amici.

Il finale è la parte che mi è piaciuta di più in assoluto, ho apprezzato in particolar modo le scene di Veronica e Reggie, che spero diventino la nuova coppia ufficiale, visto che si sono avvicinati molto durante il periodo di assenza di Archie, che beh…sta persistendo e potrebbe essere permanente, visto il finale, che vorrei non spoilerare. Quindi dirò solamente che da una parte è inaspettato, ma da un’altra non lo è per niente.

Nelle prossime puntate spero che la situazione si evolva in modo migliore e chissà, oltre che a smascherare Hiriam, magari anche le vicende della fattoria verranno portate allo scoperto.

 

 

Snow White

Avatar
x

Check Also

I want a new drug

Recensione Serie TV: Grey’s Anatomy 15×22 “Head over High Heels”

Progetto grafico a cura di TessV Dopo la ...