Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: Prodigal son – 1×18 – “Scheherazade”

Recensione Serie Tv: Prodigal son – 1×18 – “Scheherazade”

Prodigal

Progetto grafico a cura di Eve

Recensione con spoiler

Che puntata spettacolare.

Non so davvero da dove cominciare. Una parte di me vorrebbe spoilerare tutto mentre l’altra vorrebbe dirvi semplicemente guardatela, guardatela e sì, riguardatela.

Da dove comincio?

  • Da Malcom che porta Eve a “conoscere” Martin?
  • Dal ritorno di Jessica nell’alta società?
  • Dal suo nuovo flirt?
  • Da Gil geloso?
  • Da Martin in crisi da mancanza di attenzioni?
  • Dalle nuove rivelazioni sulla ragazza nel baule?

Ebbene sì, in questo magnifico episodio c’è di tutto e di più, forse troppo in effetti, ma ehi, possiamo solo ringraziare e godercela.

Come nella recensione della puntata precedente, mettiamo una linea di demarcazione.

Se volete guardarla e rimanere sorpresi da tutto quello che succede fermatevi qui, andare oltre di certo vi rovinerebbe il sapore dolcemente piccante dell’adrenalina che cresce con il trascorrere dei minuti.

Se invece la vostra curiosità ha la meglio proseguite pure la lettura. Cercherò di dirvi più che posso rivelandovi il meno possibile.

Procediamo con ordine:

  • Sappiamo che Malcom fa strani sogni, ma quello che da l’avvio alla puntata è talmente lucido che sembra tutto reale. Un indizio? Parla con Sophie, la sorella di Eve, e lei gli ordina di portare la ragazza a conoscere il chirurgo. L’incontro è assolutamente spettacolare.
  • Jessica va a un party di beneficenza. Il galà “Una serata al balletto” è organizzato da Nicolas Endicott.
  • Nicolas, dopo aver salvato Jessica da una spocchiosa impicciona, inizia a farle una corte discreta invitandola a pranzo. Tenete d’occhio l’omuncolo, nel finale ci sarà una rivelazione proprio su di lui.
  • Gil vede Nicolas e Jessica insieme e gli sfugge una simpatica quanto inopportuna domanda all’apparenza innocente. Viene subito difeso da Jessica, ma la richiesta rivela, insieme alla sua espressione, che qualcosa gli rode. Geloso?
  • Martin è in crisi, l’incontro/scontro con Eve lo ha lasciato turbato. L’indifferenza per un narcisista equivale a una condanna a morte perché lo priva del controllo sulla realtà e sugli altri. Ammettetelo, quante volte avreste voluto prendere a schiaffi il suo insolente faccione barbuto? Beh, godetevi la scena.
  • Oltretutto vede sul giornale la foto di Jessica insieme a Nicolas e ha un travaso di bile che si somma al suo cruccio più grande: Sophie. Contrariamente a quanto ipotizzato in tutti gli episodi precedenti, lui non l’ha uccisa. L’ha lasciata andare dopo che lei gli ha raccontato una storia in cui è coinvolta e dove il cattivo è, se possibile, peggiore di lui. Per lo meno questo è quello che Martin sostiene.

Passiamo al caso su cui è incentrato l’episodio. Il primo ballerino del Manhattan City Ballet,  Javier Suarez, appena arrivato da Cuba, viene ucciso dal suo vecchio mentore, Ivan Castillo, perché lo ha riconosciuto e teme che lo denunci alle autorità che ne pretenderebbero il rimpatrio.

Sono sincera, l’omicidio passa assolutamente in secondo piano rispetto a tutto quello che succede nei vari intrecci di fondo che infittiscono le maglie della rete in cui siamo state intrappolate, aggiungendo un nuovo filo che incolla sempre di più alla poltrona e alimenta la curiosità per l’episodio successivo. Sempre che siano così magnanimi da permetterci di vederlo. Stay tuned!

Serena Oro

Avatar

Lascia un Commento

x

Check Also

Recensione serie TV: Dead Still – 1×02 – “Development”

Dopo un pilot veramente ben fatto, divertente e ...