Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione serie Tv: “Petra”

Recensione serie Tv: “Petra”

Petra

Progetto grafico a cura di Maria Grazia

Regia di Maria Sole Tognazzi con Paola Cortellesi

Subito dopo aver visto il trailer, questa nuova serie tv aveva stimolato la mia curiosità, così ho cercato in tutti i modi di poter avere il televisore libero per poterla vedere.

Ho fatto bene, poiché la prima puntata mi è piaciuta tantissimo; sin dalla sigla si ha l’impressione di uno stile nordico, semplice e pulito, senza tutti quei fronzoli che siamo abituati a vedere, in genere, nelle serie italiane.

L’argomento trattato, ossia la violenza sessuale, è forte e contemporaneo e viene esposto con il dovuto rispetto. Ben evidenziati, sono anche, i preconcetti sulle vittime e gli atteggiamenti snobisti che vengono tenuti a seconda della classe sociale di appartenenza.

Gli attori sono tutti molto bravi, anche quelli con un ruolo minore, la loro espressività ha dato carattere alla storia senza bisogno di usare tante parole.

Della Cortellesi che dire, grandissima, l’ho sempre vista in parti comiche, ma questo cambio di ruolo mi è piaciuto tantissimo.

Il personaggio di Petra sfiora l’essere asociale, man mano che la storia si svolge sotto i nostri occhi, riusciamo e cogliere i perché della sua trasformazione.

Antonio Monte, vice ispettore che indaga sul contrabbando, viene assegnato insieme a Petra al caso del violentatore seriale. Andrea Pennacchi ci presenta un personaggio ben inquadrato ma, allo stesso tempo, riesce a ritrarre un uomo con molte fragilità e in crisi dopo la morte della moglie.

Questi due personaggi così diversi tra loro, impareranno un po’ alla volta a conoscersi e a lavorare bene insieme, apprenderanno le debolezze dell’altro e si aiuteranno a vicenda.

Anche la regia mi ha piacevolmente colpita, e sapere che c’è una donna (Maria Sole Tognazzi) dietro la macchina da presa è una cosa che mi ha colpito favorevolmente.

Per concludere il mio sproloquio, non mi resta che augurarvi una buona visione con la speranza che piaccia anche a voi.

Buona visione.

 

DarkSide

DarkSide

Lascia un Commento