Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione serie TV: Outlander 3×06 – A. Malcom –

Recensione serie TV: Outlander 3×06 – A. Malcom –

 

Recensione di questa puntata: è stata bella. Fine

Scherzo, è veramente difficile recensire una puntata che fondamentalmente non ha fatti rilevanti da raccontare, ma è fatta di emozioni e sensazioni, riuscire a renderla a parole non è uno scherzo.

La possiamo definire come un pranzo al ristorante dove abbiamo la portata principale e il contorno.

Partiamo da quest’ultimo, che mi sembra più semplice da descrivere. Scopriamo che Jamie non è un morigerato tipografo, perché in realtà dietro alla facciata di rispettabilità che si è costruito, contrabbanda liquori con l’aiuto di una maitresse di un bordello, con la quale sembra avere un rapporto molto stretto (che ci sia qualcos’altro sotto?).

Vediamo l’incontro di Claire con Fergus, che qui troviamo adulto (scelta per me azzeccatissima dell’attore, in quanto somiglia moltissimo al ragazzino che lo interpretava nelle stagioni precedenti), scena molto bella e commovente in quanto per Claire era come un figlio e il sentimento è evidentemente ricambiato, lo vediamo benissimo nella faccia stupita del ragazzo e di come si precipita ad abbracciarla.

Abbiamo esilaranti scene di vita quotidiana in un bordello: la colazione di Claire con le prostitute e i loro consigli sul come non rimanere incinta, o su come far finire velocemente un amplesso, sono davvero impagabili.

Ritroviamo anche Ian, il figlio di Jenny, incontro tenero, ma imbarazzante. Il ragazzo entra nella stanza e pensa che Claire sia una prostituta, mentre lei spiega di essere la moglie di Jamie e pertanto sua zia.

Facciamo anche la conoscenza di altre figure, la cui apparizione per me è stata così insignificante al punto di non ricordarmi né i nomi, né il perché siano stati mostrati. Ricordo perfettamente però tale Willoughby (vero nome Yi Tien Cho), un cinese amico/socio di Jamie che già ci fa assaporare futuri guai con la sua sola presenza.

E poi arriviamo alla portata principale: finalmente i nostri protagonisti dopo circa 20 anni si ritrovano, la scena riparte esattamente dalla fine della scorsa puntata. Jamie riprende i sensi ed è incredulo di trovarsi di fronte Claire, ma dopo qualche attimo di smarrimento e confusione, si rende conto che è tutto vero, lei è lì, ed è reale.

Parlano molto, ognuno racconta all’altro della vita vissuta mentre erano separati, Claire gli mostra le foto di Brianna, la commozione di Jamie nel vedere sua figlia e il suo rimpianto per non averla potuta crescere, sono quasi palpabili. D’altro canto lui rivela di avere un figlio,Willie, ma che è stato costretto a lasciare per non farlo crescere come un bastardo.

Questa parte è stata lunghissima. In fondo pur essendo sposati, come chiariscono subito, in realtà non si conoscono, nelle loro interazioni avvertiamo,più che vedere, tutta la loro insicurezza, la paura, la consapevolezza di essere invecchiati, di non essere più fisicamente attraenti come quando si erano conosciuti. Lo vediamo nell’atteggiamento di Claire, quando si spoglia e cerca di coprirsi con le mani, nelle quasi scuse di Jamie quando per vedere le fotografie di sua figlia, deve mettere gli occhiali.

Sembra quasi di essere tornati indietro nel tempo alla prima stagione, alla loro prima notte di nozze, oggi come allora, prima di passare all’atto materiale, parlano, ridono, cenano, cercano in qualche modo di conoscersi, due persone che si sono amate immensamente e che ancora si amano, ma che la lontananza ha reso due estranei.

Anche quando finalmente fanno l’amore (in una stanza del bordello, gestito dalla donna vista a inizio puntata), abbiamo un parallelismo con la prima notte di nozze, allora Jamie era vergine, perciò impacciato e senza avere la più pallida idea di cosa fare.Oggi più o meno è la stessa cosa, la testata data per sbaglio, i capelli tirati, il cadersi addosso per tempi mal calcolati, insomma, se qualcuna di noi avesse una notte così, la prima cosa che direbbe sarebbe: ok è stato bello, ma questa cosa non si ripeterà!

Ma con loro tutto questo è stato giusto, bello, tenero, il naturale evolversi delle cose.

E con tutta questa tenerezza, ci eravamo dimenticati di quale serie tv stavamo parlando, infatti una volta che Jamie si allontana per seguire i suoi affari, Claire si ritrova faccia a faccia con un uomo che cerca Jamie per chissà quale ragione, ma una cosa è chiara: di sicuro non è per fargli un saluto!

Insomma puntatona!

Jamie e Claire di nuovo insieme e addirittura nello stesso secolo.

Restiamo in attesa di vedere come si evolverà la loro storia, che sono sicura ci travolgerà come ha sempre fatto.

Standing-ovation per Outlander che dopo 3 anni riesce ancora a sorprenderci, a farci ridere e piangere e … con questo concludo e come al solito … ciao Sassenachs alla prossima!


Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS