Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie Tv: Manifest 1×12 – “Vanishing Point”

Recensione Serie Tv: Manifest 1×12 – “Vanishing Point”

Vanishing Point

Progetto grafico a cura di AstreaLux

Vanishing Point inizia con Ben che parcheggia e si affretta verso casa, la quale è piena di poliziotti.

All’interno, un detective sta interrogando Grace sulle possibili cause della scomparsa del figlio, ma vedendo Ben, sposta la sua attenzione su di lui.

Nel frattempo, Michaela cerca di far confessare Autumn. L’interrogatorio viene però interrotto da una chiamata di Olive, in cui dice alla zia che la polizia pensa che dietro ci sia suo padre Ben e le chiede di andare subito a casa. Mick ammanetta Autumn e la porta con sé.

Con l’aiuto di Jared, la famiglia Stone riesce a liberarsi dei poliziotti. Ben e Michaela rivelano a Grace tutto ciò che sanno sul volo: il Maggiore e le chiamate. Ma sono la sola a ricordarsi che Ben ci aveva già provato e Grace lo aveva preso per pazzo?

Ben si ricorda che i disegni di Cal rappresentano eventi che devono avvenire e corre a guardarli in cerca di indizi su dove sia andato. Pagina dopo pagina Ben, Grace e Mick si rendono conto che ogni foglio rappresenta un punto di una mappa; decidono quindi di dividersi, Ben e Grace andranno alla ricerca del figlio, mentre Michaela cercherà di ottenere delle risposte da Autumn.

Ben e Grace con la foto di Cal, non riescono ad ottenere alcuna risposta esauriente, decidono quindi di rimettersi in viaggio, si accorgono però di essere seguiti.

Nel frattempo, Michaela chiede ad Autumn di aiutarli, ma è bloccata dal fatto che il Maggiore possa avere informazioni su sua figlia. Scopriamo che il disegno rubato rappresenta lei con la bimba e che sul retro si trova la posizione finale di Cal. Con una chiamata, Autumn riesce a depistare gli agenti governativi.

Ben e Grace ormai liberi dagli inseguitori, si recano sul posto indicato nel disegno e trovano il bambino sano e salvo. Cal però si rifiuta di andarsene, asserendo che deve aspettare qualcuno e il padre capisce che sta rispondendo a una Chiamata. Infatti, pochi istanti dopo compare l’uomo misterioso, che però appena varcata la soglia sviene.

Ma chi è lo sconosciuto?

Nel frattempo, arriva Mick che riconosce l’uomo dalle sue visioni. Una volta ripresosi, Zeke informa Ben e Michaela che stava facendo un’escursione e si era riparato in una grotta a causa di una bufera di neve, dalle sue parole, scopriamo che è rimasto lì per due settimane, ma… dell’anno precedente.

Il volo 828 quindi non è l’unico episodio di viaggio nel tempo.

Che sia la conferma delle supposizioni del Capitano Daly? Quinti è possibile che in futuro rivedremo lui e Fiona?

Finalmente ci viene svelata l’identità del Maggiore, il quale si sta ufficialmente trasferendo a New York. Quali saranno i suoi piani per i passeggeri?

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS