Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione serie TV: Legacies -2×15- “Life Was So Much Easier When I Only Cared About Myself”

Recensione serie TV: Legacies -2×15- “Life Was So Much Easier When I Only Cared About Myself”

Legacies seconda stagione

Bentornati appassionati di Legacies. Nello scorso episodio Josie, pervasa da potere nero, aveva abbandonato la scuola, lasciando la sua famiglia e i suoi amici nel panico più totale. La terapia adoperata per salvaguardare lo status mentale dei ragazzi non aveva fatto altro che riportare a galla vecchie patologie, acuendo lo stato di malessere, mettendo in evidenza la realtà della situazione esistente. Ognuno dei nostri eroi fa così i conti con la propria situazione e decisioni estreme vengono prese.

Il preside Saltzman, in preda allo sconforto, fa di tutto per ritrovare sua figlia, se non che, in piena riunione scolastica, Josie l’oscura riappare, per condividere con sua sorella, con toni raccapriccianti, proprio il giorno del loro compleanno. Sostenuta da un’alleanza con il Necromante, la strega ha un piano ben preciso: anticipare la fusione. La strega ha di fatto scoperto che la scelta del 22° compleanno viene associata alla piena consapevolezza di entrambi i gemelli, della scelta che stanno per fare; non è quindi legata a un obbligo mistico. Lizzie ovviamente si rifiuta, ma la sorella la pone davanti al fatto compiuto: o lei accetta di sottoporsi al rituale, oppure la scuola verrà spazzata via.

Il preside non ha altra scelta, fino a che non troverà un modo di far tornare in se sua figlia, dovrà rinchiuderla in una scatola artefatto per salvaguardare lei e i suoi studenti. Ma Hope non è di questa opinione, rinchiude quindi lui là dentro, con un piano in mente.

Nel frattempo, Raf è soggetto a strane reminescenze. Landon, che in questo episodio ritorna a essere molto più attivo, cerca di stare vicino al suo amico/fratello. Nello stesso tempo però, viene rivestito di un compito oneroso da Hope; non scenderò nei dettagli per non farvi perdere la sorpresa. Ma ben altri saranno i colpi di scena in questo episodio, che vedranno Alicia associata al Negromante e, guarda un po’, una freccia d’oro. Pensavate che fosse sparita, vero? E invece no!

È ora di tirare le somme. Molti nodi vengono al pettine, una volta per tutte direi. Le decisioni prese porteranno i nostri eroi sul baratro, una volta di più. Colpi di scena e cambi d’alleanza sono all’ordine del giorno. Sicuramente un episodio in cui rimarrete con il fiato sospeso dall’inizio alla fine. Nessuno dei protagonisti è emerso in particolare con la sua recitazione, ma si sono mossi tutti come in un coro, mantenendo l’alto livello di qualità alla quale ci hanno abituato. Di grande effetto la scena tra Lizzie e MG, non vi dirò ovviamente quale, non voglio in nessun modo rovinarvi la sorpresa. Diciamo che Hope e Landon, perdono un po’ il centro della scena, spostando l’attenzione sulle gemelle. Devo dire che questo cattivo del momento, Il Negromante, non mi esalta più di tanto. Lo trovo un nemico di second’ordine, un po’ grottesco e non molto convincente. Non ha sicuramente i toni lirici di Malivor. Comunque nella sua caratterizzazione ha un suo perché. La povera Josie, in ogni caso, mi sembra sempre più confusa, del tipo sono cattiva ma ogni tanto ci ripenso; ha tutto quel potere, ma non ha ben chiaro come usarlo. La costante è sempre quella: sono arrabbiata con la mia famiglia e quindi metto il broncio. L’arrabbiatura di un adolescente comune, però, non rischia di causare tutte queste deflagrazioni. E una volta di più dirò: poveri noi! Meno male che c’è il buon preside che tenta di tutelare i “comuni mortali”.

Ora non ci resta altro che attendere lo svolgimento degli eventi. Mettetevi comode, fenicette, è in arrivo un episodio da urlo.

A presto!

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Fulvia Elia

Fulvia Elia

Lascia un Commento