Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie Tv: How to get away with murder – 6×14 – “Annalise Keating is dead”

Recensione Serie Tv: How to get away with murder – 6×14 – “Annalise Keating is dead”

Let's hurt him

Progetto grafico a cura di Eve

Primo giorno di processo. Annalise è molto turbata, indecisa anche sulle piccole cose. Vuole dare un’immagine di sé che appaia forte ma allo stesso tempo umana. Parrucca sì o parrucca no? Sa di avere troppe cose contro, però forse può contare sulla testimonianza di Hannah – in cambio del silenzio sul figlio nato dall’incesto.

In tribunale i problemi non tardano ad arrivare. Dopo neanche dieci secondi dall’inizio, l’avvocato avversario chiede l’esclusione di Tegan dal caso e, per avvalorare la sua accusa, porta alla sbarra un testimone decisamente inaspettato. Un personaggio che i vari protagonisti hanno cercato per tanto tempo. Esso rivela alcuni retroscena di Tegan e Annalise, senza neanche attendere l’ordine del giudice, acconsente a difendersi da sola.

La difesa della Keating è spietata: accusa tutti, non soltanto i ragazzi che hanno firmato per mentire contro di lei, ma anche l’FBI e la Governatrice stessa. Il suo pensiero principale resta lo stesso: all’America non piace lasciare potere a una donna nera. E quando avranno finito con lei, ci sarà un’altra donna o uomo di colore a essere schiacciato dal sistema razzista.

How to get away with murder – S6×E14 rfs 1

Connor e Michaela avranno un confronto dai toni alti con questo misterioso testimone, soprattutto quando egli sceglierà di cambiare la propria deposizione, accusandoli tacitamente di spergiuro. Difatti, i due ragazzi, pur di accusare Annalise, inventano false notizie come la relazione fra la Keating e Wess – il quale avrebbe dunque ucciso Sam per amore.

Intanto Hannah fa sapere ad Annalise che accetterà di aiutarla, ma soltanto se rispetterà un accordo che le chiede di firmare. L’avvocatessa è combattuta, tuttavia alla fine prende la sua decisione, decretando la fine morale di se stessa.

How to get away with murder – S6×E14 rfs 2

Adesso Annalise crede di avere in mano la carta vincente che la aiuterà a How to get away with murder, ma…

Quest’episodio è stato molto interessante, non soltanto per le vicende e i molteplici colpi di scena (a quelli siamo abituati), bensì per l’impostazione data dalla regia. Spesso siamo nella mente di Annalise, dove i pensieri si susseguono frenetici, passando da piccolezze come la scelta della parrucca o della mise da indossare, al farsi forza per non soccombere al nemico. Anche durante il processo ci vengono riportati i suoi pensieri, in contrasto con l’espressione fiera che mostra al pubblico.

Il volta faccia del testimone inaspettato mi ha lasciata un po’ confusa. Prima sembra non intenzionato a muoversi dalla sua posizione, poiché l’accordo con l’FBI proteggerà una persona cara, poi all’improvviso decide di mettere in pericolo anche se stesso. Mi è sembrato soltanto un espediente per creare un po’ di movimento nella puntata che, anche senza di esso, era già abbastanza carica di tensione.

L’episodio si chiude con l’ennesimo colpo di scena. Come andranno le cose, adesso? Siamo tutti pronti a conoscere il finale di quest’intricata serie tv.

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS

Lascia un Commento