Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: How to get away with murder – 6×10 – “We’re not getting away with it”

Recensione Serie Tv: How to get away with murder – 6×10 – “We’re not getting away with it”

Connor e Michaela sono stati accusati dell’omicidio di Asher. In centrale vengono interrogati, ma nessuno dei due vuole parlare. La ragazza sta per avere un crollo emotivo e decide di chiamare suo padre, il quale assume un avvocato molto in gamba: Kendra Strauss.

Nello stesso momento Oliver si dichiara colpevole e viene anch’egli portato in sala interrogatori, tuttavia riceverà supporto da Bonnie.

In un flashback di dieci ore prima, vediamo Asher andare a casa di Bonnie. Lì cerca di estorcerle con l’inganno una confessione sugli omicidi che hanno coinvolto il gruppo nel tempo, ma la donna capisce il suo gioco e non risponde alle domande come lui vorrebbe. Così il ragazzo prova lo stesso gioco con Frank. L’uomo lo accompagna al suo appartamento e in auto il ragazzo ne approfitta per rivolgergli domande mirate, ma è tutto inutile. Frank segue Asher fin dentro l’abitazione e, con una scusa, rovista all’interno del bagno. Cerca qualcosa e riesce a trovarlo.

Dopo di che Frank va via, fugando il dubbio che sia stato lui a uccidere il giovane avvocato. Asher, a quel punto, è furioso. Aveva in tasca il cellulare con il registratore acceso per poter fornire delle prove concrete, ma non ha registrato nulla di compromettente. In un impeto di rabbia lancia il cellulare contro il muro e lo rompe, tuttavia ha bisogno di telefonare. Decide, dunque, di andare da Gabriel per chiedergli aiuto, offrendogli persino un assegno bello grosso.

Durante il processo Oliver riceve l’assoluzione, ma Connor e Michaela no. Ai due viene offerto un accordo: se accusano Annalise di tutto, avranno l’immunità. Inizialmente confusi, i ragazzi decidono poi di accettare.

Intanto Annalise è in Messico e segue una donna per ore; quando giungono nei pressi dell’auto che dovrebbe portarla al sicuro, la Keating decide di tirarsi indietro, nascondendosi fra la folla. Non si sa se abbia avuto un ritorno di coscienza o un brutto presentimento, sta di fatto che pochi istanti dopo viene arrestata.

L’episodio precedente ci aveva lasciati con un colpo di scena non indifferente: l’arrivo di Wess al funerale di Annalise. Ovviamente non potevamo sapere subito di più e difatti l’argomento non è stato riaperto.

Come sempre, in questa serie ci sono tanti piccoli dettagli. Ciò che ha catturato la mia attenzione sono state le ripetute inquadrature alla nuca ferita di Asher, che perdeva sangue a causa della caduta.

Non ho ben capito come abbia fatto Frank a sapere che in bagno c’era qualcosa di nascosto, qualsiasi oggetto fosse. Sarà qualcosa che ha lasciato lui? Qualcosa di qualcun altro? O semplicemente non lo ricordo io?

Ho trovato molto tenero il rapporto che si è creato fra Connor e Michaela. Entrambi avevano paura di accettare l’accordo non sapendo se l’altro avrebbe fatto lo stesso. Perciò, prima di firmare, chiedono di estendere l’immunità anche all’altro indipendentemente dal consenso all’accordo di quest’ultimo.

Siamo ormai agli sgoccioli e piano piano tutti i nodi verranno al pettine. Com’è possibile che Wess non sia morto? E Annalise sarà morta davvero? Avevo dubbi anche su Asher, ma hanno mostrato la foto del suo cadavere e quindi, in teoria, è deceduto davvero. Dico “in teoria” perché in questa serie nulla è certo.

Serena Oro

Avatar

Lascia un Commento

x

Check Also

Finale

Recensione Serie Tv: The Last Kingdom 4×10 finale di stagione

Salve, fenici. Volontariamente nell’ultima recensione avevo tralasciato un ...