Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie Tv: His dark materials – 1×03 – “The Spies”

Recensione Serie Tv: His dark materials – 1×03 – “The Spies”

The Spies

Recensione con spoiler

Fede: Ciao Fenici! Eccoci qui con voi a parlare della terza puntata di His Dark Materials. Ricordi Phedre, quando ti ho detto che la serie mi ha messo una gran voglia di rileggere il libro? Bene, lo sto facendo man mano che vanno avanti le puntate, tanto per rinfrescarmi la memoria e per fomentare il mio spirito critico [muahahah – risata malefica].

Ammetto che, tra queste prime puntate, la terza, finora, mi è piaciuta più di tutte. Ahimè, non per la fedeltà al libro.

Ma analizziamo l’episodio. Phedre, a te la parola!

Phedre: Eccomi, cara Fede! Se a te è solo piaciuta, posso dirti che io l’ho adorata, sia per ciò che riguarda gli avvenimenti accaduti sia, anzi soprattutto, per i risvolti umani e i rapporti di affetto che si stanno creando. Ho adorato Farder Coram e naturalmente Ma Costa, ma andiamo a vedere cosa è successo!

Avevamo lasciato Lyra in pericolo, la ritroviamo rapita da sconosciuti, che poi risulteranno essere degli Ingoiatori, in un furgone. Per fortuna i gyziani, in particolare Tony Costa e Benjamin, la salvano; la ragazza viene condotta sulla barca di Ma Costa. All’inizio crede di essere loro prigioniera, ma poi, parlando con Farder Coram e John Faa, capisce che loro vogliono proteggerla e che il loro obiettivo (salvare i bambini) coincide con il suo (trovare Roger).

John Faa parla a tutti i gyziani, convincendoli ad andare a Nord per salvare i piccoli e Lyra, vista da tutti con diffidenza, parla al consiglio con grande personalità e conquista la fiducia e la stima dei presenti.

Nel frattempo, la Coulter fa distruggere il Jordan College, delusa perché Lyra non era lì come pensava. Anche il Magisterium cerca la ragazza e lo fa tra i gyziani. Lyra, nascosta da Ma Costa, riesce a non farsi trovare. Inoltre, esasperata dal fatto che tutti sembrano conoscere dei segreti sulla sua nascita, chiede e ottiene la verità, proprio da Ma Costa. La donna le racconta che è figlia di Lord Asriel e, udite udite, di Marisa Coulter. I due, scoperti dal marito della donna, sono stati perseguitati e Lyra è stata affidata da Lord Asriel, per sfuggire alle ire del marito tradito, al Jordan College. Ma Costa conosce la storia perché per un breve tempo Lyra le era stata affidata affinché la proteggesse e le facesse da balia.

Ovviamente questa è una rivelazione troppo grande da digerire e infatti Lyra ne è molto turbata. Molto bello il momento tra lei e Ma Costa, in cui si percepisce la grande umanità di questa donna. In realtà continuo a adorare tutti i gyziani: amo il loro modo colorato di abbigliarsi, le loro reazioni sanguigne completamente opposte al perbenismo e all’apparenza affettata di Marisa e del suo entourage. Che dici Fede, ti ha conquistato finalmente la Ma Costa della serie?

Fede: Allora Phedre, prima di dirti la mia su Ma, faccio una piccola premessa. Riguardo a John Faa e Farder Coram, le scorse volte ho dimenticato di dirvi che Lyra fa la loro conoscenza direttamente al Ropi e lì, i due, raccontano alla bambina la storia della sua nascita; nel telefilm invece, è Ma Costa a parlare alla nostra protagonista. Ammetto che, contrariamente da come mi aspettavo, nonostante la poca fedeltà al romanzo, ho molto apprezzato questa scelta. Hanno mostrato il lato della gyziana più tenero, quello di una balia che, dopo tanti anni, finalmente riabbraccia la bambina che ha accudito e per la quale ha lottato. Diciamo che è stata anche una sorta di “rivalsa” per lei che, nonostante la perdita di Billy, è stata rincuorata dal riavvicinamento di Lyra. Questa donna gyziana, non mi ha ancora conquistata del tutto, ma inizio ad apprezzarla, soprattutto separandola completamente dal personaggio del romanzo.

Una cosa che proprio non mi è piaciuta è la reazione di Lyra alla scoperta della verità sulla sua nascita. Nella serie è quasi oltraggiata all’idea di Asriel e della Coulter come genitori; nel libro, invece, apprezza sempre maggiormente il personaggio del Lord e, anzi, tende sempre più a miticizzarlo e a renderlo un eroe, a differenza della madre che, ahimè, è demonizzata.

Phedre: In questo episodio succede inoltre un’altra cosa importantissima: Lyra inizia a capire come leggere l’aletiometro. Una notte Tony e Benjamin, disubbidendo a Farder Coram, vanno a casa di Marisa per cercare di scoprire il nascondiglio dei bambini, ma la donna li scopre e Benjamin muore.

Lyra chiede all’aletiometro cosa sia successo al ragazzo e ottiene come risposta che è deceduto.

Fede: Phedre? Ho un’altra piccola chicca sui daimon che, per fortuna, nella serie è stata resa abbastanza bene. Sai, mi sono appena resa conto che te ne dico una per ogni puntata. Mhmm… quasi quasi faccio una rubrica all’interno della recensione: “Le chicche di Fede: piccole curiosità utili sui nostri amici daimon”. Che ne pensi?

Ok, basta scemenze! Inizio a delirare! Dicevo: quando l’umano muore, come si è visto con Benjamin, il daimon scompare. Ma hai notato come? Diventa come una piccola e sottile polvere dorata… coincidenze? Vedrete! [tanto io lo so già!!! Prrr]

A proposito dei daimon, una cosa che proprio continua a non andarmi giù, è la loro quasi totale assenza, a parte Pan e pochi altri. E, riguardo il daimon della nostra protagonista, è troppo fisso in una forma specifica nel telefilm; nel romanzo, invece, è un continuo divenire, un continuo adattarsi a situazioni e persone che circondano lui e la sua umana. Sono parecchio dispiaciuta di questo. Mi rendo perfettamente conto che farlo mutare ogni due per tre sarebbe stato alquanto costoso, ma almeno in altre due forme? Oh, andiamo!!!

Anche nel telefilm, è Farder Coram a spiegare i primi rudimenti sull’uso dell’aletiometro alla bambina che, FINALMENTE, non sembra più tanto scema quando prova a usarlo!!! Mi ha quasi emozionata vedere Lyra che impara pian piano a leggere lo strumento. Anche se… insomma, non è proprio una bella cosa quella che “predice” per prima.

Phedre: Mi è piaciuta moltissimo la scena in cui Lyra parla con Farder Coram. Adoro quest’ultimo come personaggio e adoro l’attore che lo interpreta perché era il Lord Commander Mormont nella mia serie tv preferita (Game of Thrones).

Farder capisce che Lyra è speciale perché sa leggere lo strumento per cui sarebbero necessari anni di studi, così come è sicuro che la ragazzina debba andare con loro nel Nord e che è destinata a grandi cose.

Nel frattempo Marisa ha inviato delle mosche spia a cercare Lyra e sebbene lei e Farder Coram ne catturino una, l’altra riesce a tornare da Marisa per informarla sulla posizione della figlia.

Vediamo in questo episodio una Marisa completamente fuori di testa, non capisco se lo sia perché è preoccupata per Lyra, oppure perché è arrabbiata per averla persa.

Continuo a trovare l’attrice molto brava, mi ha trasmesso in questa puntata tutta la frustrazione del suo personaggio.

Discorso a parte per Lord Boreal, che continua a fare avanti e indietro tra i mondi alla ricerca di Grumman che sembra scomparso e di cui spera di avere notizie attraverso i suoi familiari.

 

Fede: Ehm… coff coff… Phedre? Hai presente quella foto che si vede nelle mani di Boreal? Quella in cui è raffigurato un ragazzino? Ecco, spero davvero che la serie arrivi a spiegarla!!! Io so cos’è e non vedo l’ora!!! [*sorriso a trentadueMILA denti di Fede*]

Phedre: La puntata termina con Lyra in viaggio con i gyziani verso il Nord e Marisa determinata a trovarla.

Una puntata come dicevo, promossa a pieni voti, che ci proietta verso le prossime che saranno sicuramente piene d’azione.

Non vedo l’ora e non capisco come sia possibile che gli ascolti siano calati, secondo me ora verrà il bello!

Fede: Personalmente, invece, trovo che la serie sia piuttosto lenta per il momento. Le puntate saranno poche, gli avvenimenti tanti, e inizio a temere che condenseranno tutto al punto da spiegarlo un po’… come dire… una schifezza. Ma, come sempre, spero di sbagliarmi.

Per quanto riguarda gl’indici d’ascolto, chissà, potrebbe essere il ritmo lento, o il malcontento dei fan del libro. Mi auguro vivamente che questo non scoraggi la produzione dal fare altre stagioni. È vero, non mi fa impazzire paragonata al libro, ma l’idea di poter vedere su schermo personaggi su cui ho solo fantasticato, mi piace da matti!

Staremo a vedere nelle prossime puntate che, stando alle anticipazioni, ci faranno finalmente entrare nel vivo del racconto. Non vedo l’ora!!!

Alla prossima!

 

DarkSide

DarkSide

Lascia un Commento

x

Check Also

Be the

Recensione Serie Tv: The Magicians – 5×12 – “The Balls”

Care Fenici, quello che sto per raccontarvi è ...