Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie Tv – Hawkeye – 01×01-02

Recensione Serie Tv – Hawkeye – 01×01-02

 

“Mai incontrare i propri eroi”

 

Bentornate Fenici!

 

Oggi diamo il via all’ultima serie dell’anno che riguarda la fase quattro dell’MCU, dove vedremo cosa è successo al nostro arciere e conosceremo dei nuovi personaggi.

La storia si colloca due anni dopo Endgame, quindi nel 2025, con un Clint che ormai ha appeso arco e frecce al chiodo, vuole godersi la famiglia e il suo meritato riposo, insomma un Clint in pensione.

L’episodio ha inizio con un flashback; nel 2012 incontriamo una piccola Kate che vive in un attico con i suoi genitori, è coinvolta nell’assalto di New York da parte dei Chitauri nel primo film degli Avengers e rimane affascinata da questo vendicatore che lotta solo con arco e frecce contro avversari con poteri e più grossi di lui.

Kate perde il padre e il suo obiettivo è quello di proteggere le persone che ama, così diventa più forte cimentandosi in varie discipline sportive tra cui: scherma, judo e tiro con l’arco. Tornando ai giorni nostri, Kate viene espulsa dalla scuola per una scommessa fatta con gli altri e che lei ha vinto.

Nel frattempo Clint è a New York con i figli e sta vedendo il musical su Rogers.

In tutta onestà non sapevo se ridere o piangere, oppure fare come ha fatto il nostro arciere che ha spento il suo apparecchio acustico per non sentire le cavolate cantante in quella… cosa.

E sì, Clint è sordo proprio come nei fumetti e sì, quel musical era davvero penoso anche se a detta della figlia Lyla, chi interpretava suo padre era un gran figo.

La puntata come in tutte le serie Marvel è introduttiva e ci fa conoscere la nuova vita di ogni personaggio.

Kate dimostra di sapere il fatto suo, non sopporta il nuovo compagno della madre. A dire il vero nemmeno a me piace molto, ho la sensazione che nasconda qualcosa.

I due si incontrano per via del costume di Ronin  (personaggio che Clint ha creato in Endgame) che deve essere distrutto così come la sua spada retrattile di cui non si sa che fine ha fatto.

Oltre ai nuovi personaggi, vedremo come Clint passerà il suo “mantello” alla ragazza, Lucky il golden retriever detto “Pizza dog” salvato dalla giovane dalle grinfie degli uomini della Mafia in tuta. Eh, sì, esistono e ho riso come una scema per una buona decina di minuti. Nel secondo episodio intitolato “Nascondino”, riprendiamo la narrazione da Clint che scopre la nuova Vigilante con la metà dei suoi anni, con un temperamento da pazza e incosciente, ma che sa davvero combattere bene. Kate finalmente vede il suo eroe di una vita e ne resta ammaliata, per lei è Ispirazione. Presto comprende che Clint rispetto agli altri Avengers preferisce passare inosservato.

Altra scena divertente è quando Clint ha dovuto cimentarsi in un gioco di ruolo, basato su finti combattimenti per recuperare il costume di Ronin e ha dovuto farsi uccidere per finta.  “Ho affrontato Thanos” questa battuta è stata la ciliegina sulla torta, data la situazione era surreale.

I riferimenti a Natasha ci sono, lui ha nostalgia, si chiede se avrebbe potuto fare di più. Quando usa una delle sue tattiche per farsi catturare dalla mafia in tuta ha ricordato molto la scena del primo film degli Avengers in cui Nat veniva interrogata dai russi mentre era legata su una sedia.

Non voglio dirvi altro, sta a voi scoprire quello che accadrà e vi avviso: la seconda puntata finisce con un cliffhanger.

Considerazioni

Allora, allora. Allora.

La vostra Mal deve essere sincera, di tutte le serie Marvel questa era quella che aspettavo di meno. Non fraintendetemi, ma Occhio di Falco non mi ha mai ispirato.  Sì lo so, sono una “Kattivah perzona”. Io amavo parecchio gli X men da piccola, gli Avengers sono venuti molto tempo dopo e il mio solo arciere è di smeraldo e si chiama Oliver Queen.

Ritornando a noi, sono rimasta piacevolmente colpita dalla serie per l’ambientazione urbana, finalmente niente poteri, ma qualcosa di più reale, certo se ci sarà altro saranno mutanti?

L’atmosfera natalizia, le canzoni di Natale, questi filtri nella fotografia e i costumi di scena viola, ricordano molto i fumetti da cui è tratta la serie.

Troviamo un Clint ormai stanco, che vuole solo godersi la famiglia e non essere più implicato in nulla, mai avrei pensato che un costume e una spada lo smuovessero. Una Kate logorroica, ma con un caratterino niente male, vive però nell’ombra dell’eroe Hawkeye e deve uscire da lì per trovare una sua dimensione.

Per ora tutto carino, ma non ho molto da dire, dato che sono episodi introduttivi e attendo tutti i vari personaggi trapelati dai Tweet in rete.Beh, uno è già stato fatto vedere a fine del secondo episodio, Maya Lopez.

Se le voci che ho sentito sono vere potremo avere Kingpin, interpretato da Vincent D’Onofrio e forse qualche altra sorpresa.

Brava Marvel, mi hai tenuta attenta e non mi hai annoiata.

Non ho altro da dirvi, solo che ci vediamo alla prossima volta.

Un saluto dalla vostra Mal

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

Francesca

Lascia un Commento