Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie TV: Grey’s Anartomy 15×23 – “What I Did For Love (1)”

Recensione Serie TV: Grey’s Anartomy 15×23 – “What I Did For Love (1)”

Questa nuova puntata di Grey’s Anatomy inizia con Levi che fa ricoverare l’uomo che ha soccorso, che altro non è che Lucas Ripley, il capo dei pompieri di Seattle. L’uomo viene subito soccorso dai medici del Grey + Sloan Memorial Hospital e seguito successivamente da Maggie, con la quale instaurerà, quasi, un rapporto di amicizia, tanto che i due tra una cosa e l’altra si confidano e si scambiano consigli per le proprie relazioni.

Nel frattempo Jo, che è finalmente tornata a lavorare, commette un errore, illudendo la madre di Gus – il paziente con il gruppo sanguigno nullo -. Non appena si accorge dello sbaglio cerca di porvi rimedio, sconvolta, ma il turbinio di emozioni la porta ad avere una crisi di nervi. Oltre a Gus, un’altra bambina viene soccorsa e curata nella struttura ospedaliera, ma essendo sia lei che suo padre nel paese tramite un permesso, non possono usufruire dell’assicurazione medica e la piccola deve subire un intervento che l’uomo, con il suo tipo di lavoro, non può permettersi. Al fine di aiutare la piccola paziente, Meredith, Alex e Andrew escogitano un piano che però viene scoperto da Richard.

Ragazzi e ragazze, ho una domanda… ma quanto sta durando la gravidanza di Teddy?

La più lunga in tutta la storia di Grey’s Anatomy! A parte gli scherzi, credo che siamo oramai agli sgoccioli e che, prima della conclusione di questa stagione, la piccola Hunt si farà vedere.

Non so voi, ma io non vedo l’ora di vedere Tom insieme alla piccola. Vi giuro, mi sto innamorando di quell’uomo! Quanto è stato carino a trovare la casa perfetta per Teddy? E vogliamo parlare del fatto che abbia rinunciato al viaggio di lavoro che doveva fare, solo per stare al suo fianco in caso dovesse partorire?!

È proprio amore!

Spero che a nessuno venga in mente di distruggere questa coppia, perché non potrei sopportarlo.

Oltre a Tom, che si fa largo tra gli uomini perfetti del mondo, questo episodio è stato molto carino. Mi aspettavo fosse un po’ più ricco di suspense, visto il ricovero di Ripley, ma credo che il peggio o il meglio – a seconda dei punti di vista – della tensione, per questo caso, lo vedremmo in Station 19 e/o nel prossimo episodio. Ho trovato molto bello, comunque, il fatto che Lucas e Maggie abbiano instaurato una sorta di rapporto così amichevole: forse serviva sia a lei che a lui una persona che li capisse a fondo.

Molto emozionante anche il caso della bambina senza assicurazione. Non sono rimasta per niente stupita dal fatto che Meredith e Alex abbiano in qualche modo aggirato il sistema, per poterla aiutare. Alla fine di tutto ciò, c’è stata anche la dichiarazione di Andrew, che nonostante abbia fatto scappare Mer, è stata abbastanza toccante.

Ora, però, sono curiosa di vedere che piega prenderà il loro rapporto dopo questa “fuga”.

E ora parliamo di Jo. La sua situazione è una delle più toccanti, al momento, e con questo episodio tutto sta prendendo una piega diversa. È evidente che la poveretta sia sull’orlo di una crisi di nervi e credo che la maggior parte dei medici abbia capito che qualcosa non quadra e che bisogna fare qualcosa per aiutarla. Immagino che questo sia stato anche il sentimento che ha attraversato gli spettatori non appena l’hanno vista crollare fra le braccia della mamma di Gus e di Ben, in lacrime.

È stato davvero palpabile il suo dolore ed è impossibile negarlo. Spero davvero che Alex e gli altri le diano il supporto di cui ha bisogno.

Un’ ultimissima cosa veloce: Owen ha capito che tra Amelia e Link c’è qualcosa.

Non a caso ha pensato bene di fare ammenda – era anche ora! -, ma è evidente che non sia l’unica cosa che voglia dirle. Il che mi fa abbastanza arrabbiare.

Insomma, adesso che lei si è messa “il cuore in pace” o che comunque ha capito che forse la strada giusta è Atticus, lui potrebbe davvero frapporsi tra loro, prima del finale?! Vi prego, no! NO! FERMATELO! Non posso e non potrei sopportare un’altra specie di tragedia Owen-Amelia, non dopo quello che lei sta costruendo con Link!

Lucilla

Lucilla
x

Check Also

Recensione Serie tv: Le ragazze del centralino – Stagione 4

  Dopo quasi un anno di attesa, anche ...