Home / Telefilm & Film: Recensioni, Anteprime ,Spoiler, Gossip / Recensione Serie TV: Game of Thrones 8×02 “The Rightful Queen”

Recensione Serie TV: Game of Thrones 8×02 “The Rightful Queen”

Quante cose in così poco tempo, Fenici!

Jaime è a Winterfell, e giustamente Daenerys gli chiede perchè mai dovrebbe lasciarlo in vita, visto il tradimento inferto a suo padre; l’ex Leone Dorato si difende in modo umile, ma molto dignitoso, senza neanche accennare alla reale motivazione delle sue azioni. Le parole di Tyrion in sua difesa cadono nel vuoto, ma fortunatamente Brienne si espone garantendo per lui e, mettendo in gioco tutta la fiducia che Sansa ripone in lei, riesce a convincere i Protettori del Nord ad accettarlo tra le loro fila, togliendo di fatto alla Regina l’autorità di decidere il suo destino.

Come se non bastasse, Jon mantiene le distanze da Daenerys, confondendola e in un certo qual modo indisponendola nei riguardi delle persone che ha intorno: poco dopo infatti, minaccia di togliere a Tyrion la spilla di Mano della Regina.

Jaime incontra Bran nel Parco degli Dei, e finalmente i due hanno un confronto su quanto accaduto tra loro; inaspettatamente, il Corvo a Tre Occhi sembra provare una sorta di empatia nei riguardi del Cavaliere, nonostante tutto, e gli dice che da morto non sarebbe utile alla causa. L’evento che ha costretto il ragazzo sulla sedia a rotelle ha cambiato la vita ad entrambi, portandoli a crescere e a diventare ciò che sono ora, pronti a combattere l’esercito dei morti per un bene superiore. Lo Sterminatore di Re ha poi del tempo col fratello minore, col quale parla di Cersei, e con Brienne. Le chiede di poter combattere sotto il suo comando, dimostrando di essere davvero maturato e di aver messo la causa innanzi a tutto.

Jorah approfitta di quanto detto da Daenerys per convincerla a non perdere fiducia in Tyrion, e la spinge ad avvicinare Sansa.

Le due inizialmente sembrano in difficoltà, ma scoprono presto di avere molto in comune, a partire dall’amore nei riguardi di Jon. Purtroppo l’amicizia tra le due Signore della Guerra dura poco, perchè Sansa decide di metterla alla prova chiedendole se una volta ottenuto il Trono lascerà l’indipendenza al Nord. La Regina smette di sorridere e ritira la mano che le stava stringendo.

La conversazione viene interrotta dal provvidenziale ritorno di Theon, che scioglie il cuore della Lady di Grande Inverno: Sansa si lancia tra le braccia dell’uomo col quale ha saltato dalle mura per sfuggire alla follia di Ramsey, abbracciandolo commossa.

Tornano anche Ed, Beric e Tormund, che aggiornano Jon sugli spostamenti dell’esercito dei morti: sarà a Winterfell al sorgere del sole.

Si riuniscono tutti attorno ad una mappa di Winterfell, per studiare un piano di difesa: Bran si offre come esca, consapevole del fatto che il Re della Notte considera prioritaria la sua morte, e Theon decide di fargli da scorta coi suoi uomini al Parco degli dei.

Scende la notte e l’ansia per la battaglia imminente ha la meglio sui nostri protagonisti.

Arya si ferma sulle mura a parlare col Mastino e Beric, poi li lascia per raggiungere Gendry; sceglie di trascorrere con lui quest’ultima notte, facendo l’amore per la prima volta.

Tyrion e Jaime stanno bevendo vino davanti al fuoco quando vengono raggiunti da Brienne, Davos, Podrick e Tormund. Dopo aver passato la serata chiacchierando, Jaime decide di prendere la spada e nominare Cavaliere Brienne, sostenuto con entusiasmo dagli altri uomini nella stanza. La donna accetta, commossa. Nella cripta, Jon finalmente rivela a Daenerys il segreto dei suoi genitori. Lei ne rimane sconvolta, ma non hanno tempo di parlare perchè viene annunciato l’arrivo dell’esercito del Re della Notte.

Ho trovato questo episodio perfetto. Leggendo varie recensioni e opinioni nei commenti su Facebook, molti lamentano lentezza e noia, ma in tutta sincerità non condivido il loro giudizio: è un ultimo episodio preparatorio, la prossima settimana avremo una battaglia che sicuramente sarà più cruenta di qualsiasi altra vista in precedenza. Era giusto dare a tutti i personaggi una collocazione e soprattutto una ragione per cui vivere, che sia l’amore di Arya e Jon, la vendetta di Tyrion o il senso di lealtà di Theon.

Interessante anche il modo in cui è cambiato in pochi secondi il rapporto tra Jon e Dany: lei sta cercando di riprendersi il Trono da tutta la vita, ma per farlo sacrificherebbe l’uomo che ama approfittando del caos della battaglia? E lui? Cosa voleva dirle quando sono stati interrotti dalle guardie? Che intende mantenere segreta la sua vera identità? Che vuole regnare al suo fianco o che intende farsi avanti come legittimo erede?

Vincerà l’amore o il Trono?

Inutile dire che ogni volta che un personaggio ha avuto una sua chiusura, in questo episodio, non ho potuto fare a meno di pensare che verrà ucciso durante la battaglia, ma questo temo sia un atteggiamento che noi fan di vecchia data non riusciamo ad accantonare.

Se sei felice, e tu lo sai, muori.

Lucilla

Lucilla
x

Check Also

Recensione Serie tv: Future Man 1×06

Fenici, magari questa volta il titolo non lo ...