Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie Tv: For life – 1×09 – “Buried”

Recensione Serie Tv: For life – 1×09 – “Buried”

Daylight - For Life -01x08- Rfs

Progetto Grafico a cura di Eve

Recensione con spoiler

Ciao a tutti, amanti delle serie TV!

L’episodio precedente è terminato, con la decisione da parte di Darius di lasciare Marie, scelta saggia per come la vedo io; quell’uomo non mi è mai piaciuto, non ci posso fare niente. Marie comunque tenta invano di rintracciarlo al telefono per avere una spiegazione sul perché abbia deciso di andarsene.

Il nono episodio torna a concentrarsi sulla battaglia di Aaron, mentre Cassius passa in secondo piano, comparendo solo in un breve fotogramma.

Assumendo il patrocinio del caso di Easley Barton, condannato per un omicidio che non ha commesso, Wallace grazie all’aiuto di Henry verifica le prove raccolte da un poliziotto pentito che si occupò di quel caso. Una registrazione dell’interrogatorio condotto proprio da Maskins e l’analisi di prove riguardanti un altro caso che sembra ricondurre agli stessi autori, daranno a Wallace lo spunto per poter chiedere al giudice l’esecuzione di una prova del DNA, ai tempi non eseguita.

Il truce procuratore e aspirante governatore, scopre che Henry sta indagando sui casi da lui condotti per screditarlo e nonostante ostenti una facciata di sicurezza e spavalderia, credo che stia iniziando a capire di aver sottovalutato i suoi avversari.

Nel frattempo Safiya cerca di convincere Frank a collaborare con lei per fermare il predominio di Cassius all’interno della prigione, ma l’uomo non solo rifiuterà di collaborare ma coglierà di sorpresa la direttrice con un’inaspettata decisione.

Tornando a casa dopo un turno di lavoro, Marie sente una voce maschile e spera che sia Darius; si tratta in realtà del fidanzato di Jasmine. Quest’ultima ha creato su Facebook il gruppo “Save Aaron Wallace” e spulciando nella sezione dei commenti, la madre nota che qualcuno ha menzionato l’episodio di una ragazza che ha avuto un’overdose nel club del marito, evento che non è però stato menzionato in sede processuale. Perché l’episodio non è stato citato e la ragazza non è stata convocata sul banco dei testimoni? Marie decide di vederci chiaro…

Questo episodio non ci riserva grandi sorprese e lascia ancora molti interrogativi senza risposta. Nel complesso non mi sento di darne un giudizio totalmente negativo, ma mi sarei aspettata un po’ più di fortuna dalla parte del nostro protagonista. L’uomo ha capito che non è più tempo di tergiversare e che bisogna passare all’azione. Fortunatamente Henry è dalla sua parte e conto molto anche sul ruolo “esterno” da parte di Marie.

Vedremo cosa ci riserverà il prossimo episodio.

Buona visione.

Serena Oro

Serena Oro
Lilian Gold

Lascia un Commento