Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie Tv: Doom Patrol – 2×02-03-04 – “Tyme Patrol”-“Pain Patrol”-“Sex Patrol”

Recensione Serie Tv: Doom Patrol – 2×02-03-04 – “Tyme Patrol”-“Pain Patrol”-“Sex Patrol”

Progetto grafico a cura di Francesca Poggi

Salve fenicette, è giunto il momento di aggiornarvi sul destino dei nostri amici. Arrivando alla conclusione di non poter ottenere risultati con la scienza, Chief si rassegna e decide di chiamare Kipling, che noi abbiamo già conosciuto durante gli eventi intercorsi con il Decreatore. Purtroppo, il prezzo chiesto dal vecchio templare supera le aspettative del nostro scienziato: per ottenere la pozione che li riporterà allo stato “normale”, Chief deve cedere l’amuleto che gli garantisce la longevità. Non potendo fare altrimenti, cede al ricatto. Lo stato d’invecchiamento lascia tutti sconvolti, Dorothy più degli altri, che passa in uno stato di negazione. Intanto, Cliff comincia a registrare dei video diario con lui, dove vengono alla luce le motivazioni delle scelte fatte dallo studioso. Con grande amarezza, il gruppo si rende conto di non costituire una scelta alla soluzione finale ma un fallimento nel corso degli studi. Intanto, l’underground di Jane è in subbuglio. Tutte chiedono un cambiamento di stato al quale la personalità principale non vuole sottostare. Nel frattempo, Rita tenta di sopperire alle mancanze di Chief impartendo lezioni di buona educazione a Dorothy, che soffre sempre di più per la situazione venutasi a creare.  Vic torna a Detroit e comincia una terapia in una comunità per accettare la sua situazione interiore e tenere sotto controllo la rabbia. Alla prima seduta si scontra con una ragazza e tra i due volano subito scintille, in tutti i sensi. Nel contempo, Niles piomba nella disperazione più nera; confidandosi con Rita, ammette di non avere soluzioni: gli unici studi che portano a qualcosa riguardano un erudito che adesso si fa chiamare “Il terribile dott. Tyme”. Utilizzando un metallo proveniente da un meteorite, era riuscito ad appropriarsi del potere di viaggiare nel tempo. Poco a poco, perdendo il senno era mutato in un metaumano dall’enorme testa di orologio e, per aiutare Chief, il gruppo deve prendere il casco che ha sulla testa. Troppo tardi però scoprono che il casco è in realtà parte della persona e non un accessorio. Così tornano indietro, fallendo la missione.

Vic intanto comincia a vedersi con la ragazza conosciuta all’incontro, rientrando in una pseudo normalità. Larry viene a sapere di un fatto triste: uno dei suoi figli è venuto a mancare. Con la testa piena di ricordi va al suo funerale, facendo i conti con il suo passato.

Nel terzo episodio Chief deve confrontarsi con un altro essere proveniente dal suo passato. Incarnazione degli orrori più profondi, Red Jack si nutre del dolore delle sue vittime; incontrato da bambino, non è stato dimenticato dal mostro che ora desidera che Chief diventi il suo pupillo. Per costringere l’uomo ad accettare il suo invito rapisce Larry mandando poi delle bende insanguinate a casa Doom. Chief chiede aiuto a Rita, consapevole di aver bisogno del suo sostegno. Nel frattempo, Cliff decide di aver aspettato abbastanza: va da sua figlia e le confessa la verità. Purtroppo, lo attende un netto rifiuto; all’iniziò non accetta la situazione, poi accorgendosi di essere lui la causa di tanto disagio, capisce di non avere alternative e va via. Intanto Jane riceve un ultimatum: se non lascia il gruppo verrà rimossa da personalità primaria.

Il legame tra Larry e Rita si rinsalda sempre di più e anche se lui tenta di allontanarla per proteggerla da ciò che è, lei non si lascia convincere, rimanendogli accanto. La disperazione sembra cogliere Chief alla conclusione dell’ennesima situazione delicata e l’uomo ha un crollo psicologico.

Nel quarto episodio Dorothy cerca di porre rimedio a un incidente accaduto a Denny. Con l’aiuto dei suoi amici e della popolazione di Denny’s street cerca di ridare energia al vecchio mattone usando la forza del loro amore. Le cose prendono una strana piega quando una situazione molto erotica tra Rita e Flexo porta nella casa un potente demone del sesso. Una strana polizia del sesso allora interviene, incasinando ancora di più la festa. Dorothy, ormai consapevole di rischiare di essere di nuovo imprigionata, affronta la situazione ribellandosi a suo padre. I suoi spiriti la istigano a non cedere, ma lei rimane comunque in bilico tra i suoi desideri e quelli del genitore. Intanto, alcuni traumi del passato di Rita tornano a galla minando ancora di più la sua autostima.

Insomma, più si scava più si scopre di non poter raggiungere il fondo. Tanti misteri e tante situazioni chiave contribuiscono a mettere sotto pressione i nostri amici. Il torbido passato di Rita, le numerose esigenze delle personalità di Jane, i desideri di Dorothy, le paure di Chief, per non parlare dell’autocompatimento di Cliff e Larry, tutto contribuisce a rendere il quadro sempre più complesso. Chief ha paura di sua figlia o per lei? La situazione ancora non è chiara. Quando Rita e Larry sembrano diventare più intimi, ecco che d’improvviso fanno un grosso passo indietro… un vero peccato. Oltre agli espedienti della vita di Jane anche il suo underground ci si mette a creare confusione nella sua mente. È proprio il caso di dire che i guai li cercano anche da soli. Forse l’unico che veramente può ricoprire il ruolo della vittima assoluta è il povero Vic/Cyborg che, a modo suo, tenta di ricavarsi un po’ di normalità in questa follia che è la vita. Un pollice in su per lui. Un pollice in giù invece per Chief che, in un modo o nell’altro, si tira addosso gli impropri di tutti quanti.

Insomma, cari fan, la storia continua sempre più entusiasmante ed eccitante.

Gustatevi i nuovi episodi. A presto!

Serena Oro

Avatar
Lilian Gold

Lascia un Commento