Home » Recensioni: serie TV e Film » Recensione Serie Tv: Doctor Who – Stagione 7

Recensione Serie Tv: Doctor Who – Stagione 7

Buon giorno a voi fenicette, oggi proseguiamo con una serie tv che secondo me merita di essere vista con affetto e attenzione: Doctor Who.

Io affronterò le ultime 4 stagioni, cominciando dalla settima; per me sarà un’ardua impresa per svariati motivi: innanzitutto, è la mia prima recensione e poi, perché questa serie è sì meravigliosa, ma non facile da recensire.

Progetto Grafico a cura di TessV

Da qui in poi vi avviso subito che potreste incorrere in Spoiler.

Allora, sappiamo dalla stagione 6 che l’undicesimo dottore sta viaggiando con Amy e Rory, abbiamo saputo dell’arrivo di River e finalmente scopriamo chi è in realtà, ma le novità non finiscono qui.

In questa stagione facciamo anche la conoscenza, fin da subito, di Oswin, una ragazza che in questo caso si trasforma in Dalek ( spero ricordiate i peggiori nemici del Dottore), Amy e Rory sono messi a dura prova nella loro relazione per poi alla fine riuscire a capire entrambi i punti di vista e comprendendo di amarsi ancora.

Il Dottore cerca di salvare Oswin in ogni modo, ma fallisce: infatti sarà lei a salvare tutti loro, sfruttando la sua trasformazione.

Ovviamente le avventure non terminano qui.

So che mi odierete, ma ora dovrò distruggere i vostri cuori, come questa stagione ha distrutto il mio, perché nell’episodio: “Gli Angeli prendono Manhattan”, avviene una delle situazioni più brutte e impensabili.

Voi sapete come il Dottore ha cambiato compagni di viaggio da Rose Tyler a Donna Noble, da Marta a Amy insomma ci siamo sempre affezionati a tutti i viaggiatori perché permettevano al dottore di imparare di più sugli umani, bene ora so già che avrete capito, ma io devo scriverlo.

In questo episodio, più precisamente il 5, abbiamo il saluto a Amy e Rory, una delle coppie che più ho apprezzato per svariati motivi; io adoro l’Undicesimo dottore per me il migliore perché Matt Smith è il Dottore che vuole salvare tutti, quello che non è disposto a veder morire nessuno, mentre qui deve salutare la bambina che lo ha aspettato e suo marito.

Nel 5 episodio torna anche River Song, figlia della coppia e in parte figlia del Tardis, ora credo che sia la parte più straziante perché in quel momento gli angeli sono qualsiasi statua presente a Manhattan: dai putti agli angeli della città.

Scappare è complesso, perché come ben sapete, non si può sbattere gli occhi o si viene presi, il quartetto ci prova di continuo, ma all’arrivo all’hotel, River viene afferrata! Per scappare dall’angelo si rompe il polso.

Scoprono che Rory si trova in una delle stanze ormai invecchiato e riconosce sua moglie Amy, dicendole che non la vede da anni; da qui direi che la fine sembra scontata invece no, scappati sul tetto la coppia non solo si trova di fronte la statua della libertà che vuole mangiarli, ma per sconfiggerli cercano di creare un paradosso, per cui saltano dal tetto dell’hotel.

Il piano sembra andare in porto infatti si ritrovano in un cimitero, ma Rory viene trasportato indietro nel tempo da un angelo sopravvissuto e pochi secondi dopo appare la sua tomba; Amy non accettando di vivere senza di lui si lascia trasportare indietro per vivere in quell’hotel e alimentare gli angeli, ma con suo marito affianco.

Dopo di ché il Dottore legge la postfazione del libro dell’inizio di puntata e non solo scopre il finale, cosa che il Dottore odia, ma anche che il libro lo ha scritto Amy stessa e lascia una dedica proprio al suo uomo stropicciato.

Io qui volevo versare ogni lacrima che possedevo perché se ci pensiamo nessuno dei viaggiatori era mai morto prima con il Dottore, loro sono i primi ed erano anche quelli a cui mi ero affezionata di più!

Ora che vi ho lasciato piangere devo proseguire perché il Dottore non rimane mai solo a lungo, infatti nell’episodio 6 incontriamo di nuovo Oswin che in questo caso si chiama Clara Oswin Oswald, eccola qui la nostra futura compagna.

Ovviamente in questo episodio viviamo un’avventura continua come sempre, ma anche un fatto strano: il Dottore ha già incontrato Clara due volte e per due volte è morta, come sia possibile non lo sa nemmeno lui e infatti quando alla fine della puntata lei rifiuta di viaggiare con lui, L’undicesimo parte per scoprire chi sia realmente Clara Oswald.

Da qui in poi il compito del Dottore è scoprire la verità sulla ragazza, ma nel frattempo viaggiano e vivono avventure perché ogni volta la rincontra, come con l’orrore cremisi, oppure al centro del Tardis, insomma lei risulta una ragazza speciale e lo capiamo anche perché è la seconda donna che scopre il vero nome del Dottore e non se l’è sposato.

Ma la stagione ci scuote ancora le viscere con un episodio bomba: “Il nome del Dottore”. Tutti vorremmo saperlo, ma credo non lo sapremo mai realmente; qui l’avventura è davvero pericolosa perché il dottore si ritrova a Trenzalore, l’unico luogo che non doveva raggiungere in quanto è il posto dove lui morirà.

Qui ritroviamo la Grande Intelligenza che vuole distruggere il dottore definitivamente, come? Semplice riscrivendo la sua linea temporale.

Questa puntata dovete vederla perché non solo è un fulcro importante, ma perché scoprirete il segreto di Clara, perché lei muore ogni volta in epoche differenti, ma è sempre lei.

Con questo io termino la mia recensione dicendovi perché dovreste vedere Doctor Who: credo sia una delle serie tv più ben fatte e studiate nella battitura di ogni episodio che sorprende ogni volta; ogni puntata è collegata alle altre per un piccolo filo rosso che possono essere i viaggiatori e le avventure, i nemici del Dottore, oppure la storia stessa del Dottore. Insomma io amo questa serie tant’è che spesso la rivedo e rivedo gli episodio che più ho apprezzato.

Ora vi saluto e ci vediamo alla prossima stagione…

 

Click to rate this post!
[Total: 0 Average: 0]

StaffRFS